Hysteria (album Def Leppard)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hysteria
Artista Def Leppard
Tipo album Studio
Pubblicazione 3 agosto 1987
Durata 62:38
Dischi 1
Tracce 12
Genere Hard rock[1]
Hair metal[1][2]
Heavy metal[1]
Pop metal[1]
Arena rock[1]
Etichetta Mercury
Produttore Robert John "Mutt" Lange
Registrazione dal 1984 al 1987 ai Wisseloord Studios di Hilversum, nei Paesi Bassi
Formati CD, LP, MC
Certificazioni
Dischi d'oro Svezia Svezia[3]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platino Australia Australia (4)[4]
(vendite: 280 000+)

Nuova Zelanda Nuova Zelanda (8)[5]
(vendite: 120 000+)
Regno Unito Regno Unito (2)[6]
(vendite: 600 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (12)[7]
(vendite: 12 000 000+)

Svizzera Svizzera[8]
(vendite: 50 000+)
Dischi di diamante Canada Canada[9]
(vendite: 1 000 000+)
Def Leppard - cronologia
Album precedente
(1983)
Album successivo
(1992)
Singoli
  1. Women
    Pubblicato: agosto 1987 Stati Uniti
  2. Animal
    Pubblicato: luglio 1987 Regno Unito
    settembre 1987 Stati Uniti
  3. Hysteria
    Pubblicato: novembre 1987 Regno Unito
    gennaio 1988 Stati Uniti
  4. Pour Some Sugar on Me
    Pubblicato: settembre 1987 Regno Unito
    aprile 1988 Stati Uniti
  5. Love Bites
    Pubblicato: luglio 1988 Regno Unito
    agosto 1988 Stati Uniti
  6. Armageddon It
    Pubblicato: aprile 1988 Regno Unito
    novembre 1988 Stati Uniti
  7. Rocket
    Pubblicato: febbraio 1989 Regno Unito Stati Uniti
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 5/5 stelle
Robert Christgau[10] (C)
Rolling Stone[11] 4/5 stelle
Sputnikmusic[12] 5/5 stelle

Hysteria è il quarto album in studio del gruppo hard & heavy britannico Def Leppard, pubblicato il 3 agosto 1987 dalla Mercury Records. È il maggior successo della band, con oltre 20 milioni di copie vendute nel mondo,[13] e con ben 6 singoli capaci di scalare le classifiche. Raggiunse la prima posizione sia della Billboard 200 negli Stati Uniti, che della UK Singles Chart nel Regno Unito.[14][15]

Fu il seguito dell'album che diede grande successo alla band nel 1983, Pyromania. Il suo processo di creazione fu molto lungo (oltre 3 anni) e tormentato da parecchi problemi, come l'incidente stradale che costò al batterista Rick Allen la perdita del braccio sinistro, avvenuto il 31 dicembre 1984. È l'ultimo album a cui ha preso parte attivamente il chitarrista Steve Clark, morto l'8 gennaio 1991.

Hysteria è stato prodotto da Robert John "Mutt" Lange. Il titolo dell'album venne in mente a Rick Allen, ed è legato alle sue esperienze durante il periodo di riabilitazione dal suo incidente d'auto e all'interesse mediatico che ne conseguì.

L'album si è guadagnato più volte il plauso delle critica specializzata. Nel 1988 la rivista britannica Q l'ha votato come il 98esimo più grande album di tutti i tempi, mentre nel 2004 è stato inserito nella classifica di Rolling Stone dei 500 migliori album di tutti i tempi, alla posizione numero 376.[16]

Con la sua durata complessiva di un'ora, Hysteria fu, ai tempi, uno degli album più lunghi mai pubblicati su un unico vinile.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente, Hysteria doveva chiamarsi "Animal Instinct" ed essere prodotto da Mutt Lange, ma questi si ritirò dopo le sessioni di pre-produzione, dicendo di essere esausto a causa dell'estenuante tabella di marcia tenuta negli anni passati. Fu quindi introdotto Jim Steinman, famoso per essere stato il compositore di Meat Loaf. Il coinvolgimento di Steinman fu un disastro in quanto, a differenza di Lange, non era assolutamente un perfezionista, e apprezzava ogni registrazione della band.[17] Il cantante Joe Elliott, tempo dopo, affermò in un'intervista: «Todd Rundgren produsse Bat Out of Hell (di Meat Loaf), Jim Steinman lo SCRISSE.»[17] Dopo aver allontanato Steinman, la band provò a produrre l'album per conto proprio, ma senza avere successo. Così, le sessioni di registrazione iniziali furono totalmente buttate via.

Il 31 dicembre 1984, la Corvette di Rick Allen uscì da una strada di campagna, costando al batterista la perdita del braccio sinistro. Dopo l'incidente, la band resistette, grazie alla decisione di Allen di tornare alla batteria con un braccio solo, usando un kit elettronico/acustico con un set di pedali che innescavano via MIDI i colpi che avrebbe eseguito con il suo braccio sinistro. La band perseverò fin quando Mutt Lange tornò a sorpresa un anno dopo, e Rick imparò perfettamente il suo kit personalizzato. Comunque, le sessioni andarono avanti, rallentate da un incidente d'auto di Lange (che subì delle ferite alle gambe dalle quali si riprese velocemente) e dalla parotite che colpì Joe Elliott durante il 1986.

La sessione di registrazione finale avvenne nel gennaio del 1987, per la canzone Armageddon It, ma Lange mixò le tracce per altri tre mesi. Alla fine, l'album uscì in tutto il mondo il 3 agosto dello stesso anno. Il singolo di lancio fu Animal in molte nazioni, tranne negli Stati Uniti, dove il primo singolo fu Women.

Un fatto interessante fu che la band si scusò, nel booklet del disco, per il lungo lasso di tempo trascorso tra questo e l'album precedente, e promise di non far più aspettare così a lungo i fan tra le uscite di due album. Eventi successivi, come la morte di Steve Clark, hanno fatto in modo che i Def Leppard non siano riusciti a mantenere la promessa data.

Fortunatamente per la band, la loro popolarità nel paese natio era cresciuta significativamente durante i diversi anni di pausa, e ciò aiutò Hysteria ad arrivare al primo posto delle classifiche in Inghilterra sin dalla prima settimana dalla sua uscita. L'album ebbe enorme successo anche in altre parti d'Europa. Tuttavia, negli Stati Uniti, la band faticò inizialmente a riottenere il successo di Pyromania, il cui slancio si era perso a causa di una così lunga assenza: ma il successo di Pour Some Sugar on Me e Love Bites fece diventare la band e l'album un fenomeno planetario.

Hysteria continuò a dominare le classifiche di tutto il mondo per quasi tre anni. Secondo dati aggiornati al 2009, è stato certificato 12 volte disco di platino negli Stati Uniti. Hysteria si trova al cinquantunesimo posto degli album più venduti negli Stati Uniti d'America, e ha trascorso 96 settimane di permanenza nella top 40 negli Stati Uniti, un record per gli anni ottanta condiviso solo con Born in the U.S.A. di Bruce Springsteen.[18][19] L'album ha venduto più di 20 milioni di copie nel mondo.[13]

La prima canzone dell'album, Women, fu scelta come primo singolo per gli Stati Uniti, invece di Animal, nel luglio del 1987. L'allora manager Cliff Bernstein motivò questa scelta dicendo che la band aveva bisogno di ricollegarsi con i loro fan più metallari, prima di lanciare i singoli più commerciali. La strategia non funzionò, infatti Women non ebbe un grande impatto in classifica, raggiungendo solo la posizione numero 80 alla Billboard Hot 100. Comunque, riuscì a raggiungere la numero 9 nella Mainstream Rock Songs. Altri 6 singoli furono poi pubblicati negli Stati Uniti, con Love Bites che riuscì ad arrivare al primo posto in classifica, e altri tre che raggiunsero comunque la top 10. I singoli ottennero successo simile anche nel Regno Unito.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'obiettivo dell'album, disposto da Mutt Lange, era di produrre una versione hard rock di Thriller di Michael Jackson. In questo modo, ogni traccia era un potenziale singolo che poteva diventare una hit. Le canzoni vennero dunque scritte con in mente questo concetto, deludendo per certi versi i fan più "metallari" dei Def Leppard, che chiedevano a gran voce un seguito di Pyromania, un album decisamente più metal. Una canzone, Love Bites, era stata quasi del tutto scritta da Lange nello stile di una ballata country, quando la presentò all'attenzione della band.

Mentre Pyromania conteneva tracce di heavy metal nello stile dei primi album del gruppo, Hysteria le rimosse in favore della nuova tecnologia disponibile al tempo (mostrata nel migliore dei modi da Rocket, Love Bites, Excitable e Gods of War). Come in Pyromania, ogni canzone era stata registrata da ogni membro nello studio separatamente, invece che con il resto della band. Le armonie vocali multiple furono migliorate dalle tecniche di Lange, anche modulando le voci di sottofondo in tutte le tracce. Le parti di chitarra furono concentrate più sull'enfasi della melodia che sui riff tipici dell'hard rock. Per registrare l'album, la band usò l'amplificatore Rockman, sviluppato dal chitarrista Tom Scholz dei Boston.

Tutti i suoni di batteria presenti nell'album erano dei sample registrati da Lange e gli ingegneri del suono, poi eseguiti dal Fairlight CMI.

Questo approccio unico, talvolta portò a scrupolosi periodi di registrazione nello studio. Il singolo d'impatto Pour Some Sugar on Me fu l'ultima canzone scritta ma fu finita velocemente, in meno di 2 settimane. In marcato contrasto, la versione finale di Animal prese quasi 3 anni per essere sviluppata, ma divenne una delle più grandi hit dell'album. Era una formula che Lange avrebbe ripetuto con la moglie Shania Twain nella musica country con gli album The Woman in Me e Come on Over.

Il 24 ottobre 2006 è stata pubblicata un'edizione "deluxe" dell'album, formata da 2 CD, contenente un rifacimento dei lati B originali e delle tracce bonus risalenti al periodo dell'album. Molte di queste canzoni furono inserite già nella raccolta Retro Active del 1993, anche se con remix, rinnovamenti e aggiunte di parti inedite.

Dal 22 marzo al 10 aprile 2013, i Def Leppard hanno prenotato una residenza all'Hard Rock Hotel & Casino di Las Vegas dal 22 marzo al 10 aprile 2013, durante la quale hanno eseguito l'album Hysteria per intero, dall'inizio (Women) alla fine (Love and Affection). È seguita la pubblicazione del doppio disco dal vivo Viva! Hysteria registrato durante la residenza e pubblicato il 22 ottobre 2013, che include l'album Hysteria suonato nella sua interezza più diversi altri classici della band.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le tracce sono firmate da Steve Clark, Phil Collen, Joe Elliott, Mutt Lange e Rick Savage (eccetto dove indicato).

  1. Women – 5:42
  2. Rocket – 6:38
  3. Animal – 4:05
  4. Love Bites – 5:47
  5. Pour Some Sugar on Me – 4:27
  6. Armageddon It – 5:24
  7. Gods of War – 6:38
  8. Don't Shoot Shotgun – 4:27
  9. Run Riot – 4:39
  10. Hysteria – 5:55
  11. Excitable – 4:19
  12. Love and Affection – 4:37

Nota: l'edizione giapponese dell'album include una versione dal vivo di Love and Affection come traccia bonus.

Edizione Deluxe[modifica | modifica wikitesto]

CD1

  1. Women – 5:42
  2. Rocket – 6:38
  3. Animal – 4:05
  4. Love Bites – 5:47
  5. Pour Some Sugar on Me – 4:27
  6. Armageddon It – 5:24
  7. Gods of War – 6:38
  8. Don't Shoot Shotgun – 4:27
  9. Run Riot – 4:39
  10. Hysteria – 5:55
  11. Excitable – 4:19
  12. Love and Affection – 4:37
  13. Tear It Down – 3:38
  14. Ride into the Sun – 3:12 (Clark, Collen, Elliott, Savage)
  15. I Wanna Be Your Hero – 4:29
  16. Ring of Fire – 4:42
  • Tracce 1-12 tratte dall'album Hysteria.
  • Traccia 13 tratta dal singolo Animal.
  • Traccia 14 tratta dal singolo Hysteria.
  • Traccia 15 tratta dai singoli Pour Some Sugar on Me e Animal.
  • Traccia 16 tratta dai singoli Armageddon It e Pour Some Sugar on Me

CD2

  1. Elected (cover degli Alice Cooper) (live in Olanda)
  2. Love and Affection (live in Olanda)
  3. Billy's Got a Gun (live in Olanda)
  4. Rock of Ages Medley: Not Fade Away / My Generation / Radar Love / Come Together / Whole Lotta Love (cover di Buddy Holly, The Who, Golden Earring, The Beatles e Led Zeppelin) (live in Olanda)
  5. Women (live a Denver)
  6. Animal (versione estesa)
  7. Pour Some Sugar on Me (versione estesa)
  8. Armageddon It (The Nuclear Mix)
  9. Excitable (Orgasmic Mix)
  10. Rocket (The Lunar Mix)
  11. Release Me (cover di Engelbert Humperdinck)
  • Traccia 1 tratta dal singolo Heaven Is.
  • Traccia 2 tratta dal singolo Hysteria.
  • Traccia 3 tratta dal singolo Love Bites.
  • Traccia 4 tratta dal singolo Rocket.
  • Traccia 5 tratta dal singolo Let's Get Rocked e Rocket.
  • Traccia 6 tratta dal singolo Animal.
  • Traccia 7 tratta dal singolo Pour Some Sugar on Me.
  • Traccia 8 tratta dal singolo Armageddon It.
  • Traccia 9 tratta dal singolo Love Bites.
  • Traccia 10 tratta dal singolo Rocket.
  • Traccia 11 tratta dal singolo Armageddon It.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Def Leppard
Altri musicisti
Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche settimanali[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1987) Posizione
massima
Finlandia[20] 1
Francia[21] 22
Germania[22] 10
Norvegia[23] 1
Paesi Bassi[24] 14
Regno Unito[25] 1
Svezia[26] 2
Svizzera[27] 2
Classifica (1988) Posizione
massima
Canada[28] 1
Nuova Zelanda[29] 1
Stati Uniti[14] 1
Classifica (1989) Posizione
massima
Australia[30] 1

Classifiche di fine anno[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1987) Posizione
Canada[31] 25
Francia[32] 83
Regno Unito[15] 34
Stati Uniti[33] 93
Svizzera[34] 21
Classifica (1988) Posizione
Nuova Zelanda[35] 2
Regno Unito[15] 67
Stati Uniti[36] 3
Classifica (1989) Posizione
Australia[37] 3
Canada[38] 30
Nuova Zelanda[39] 24
Regno Unito[15] 82
Stati Uniti[40] 9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f (EN) Hysteria su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ Top 50 Glam Metal Albums, Metal-rules.com. URL consultato il 3 gennaio 2012.
  3. ^ (SV) Gold & Platinum 1987–1998 (PDF) su IFPI Sweden. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2012).
  4. ^ (EN) ARIA Report Issue #850, Australian Recording Industry Association, 19 giugno 2006. URL consultato il 3 settembre 2012.
  5. ^ Dean Scapolo, The Complete New Zealand Music Charts: 1966–2006, Wellington, Dean Scapolo and Maurienne House, 2007, ISBN 978-1-877443-00-8.
  6. ^ (EN) Certified Awards, British Phonographic Industry. Digitare "Def Leppard" in "Keywords", dunque premere "Search".
  7. ^ (EN) Gold & Platinum Database – Hysteria, Recording Industry Association of America. URL consultato il 3 settembre 2012.
  8. ^ (DE) The Official Swiss Charts and Music Community su Hung Medien. URL consultato il 3 settembre 2012.
  9. ^ (EN) Gold Platinum Database - Def Leppard, Music Canada. URL consultato il 3 settembre 2012.
  10. ^ Robert Christgau, Def Leppard, Robert Christgau.
  11. ^ Gavin Edwards, Rolling Stone magazine, Rollingstone.com, 1º novembre 2006. URL consultato il 18 agosto 2011.
  12. ^ Reviewer, Sputnikmusic.com, 27 aprile 2009. URL consultato il 18 agosto 2011.
  13. ^ a b (EN) Kara, Scott, One giant Leppard su The New Zealand Herald, 30 ottobre 2008. URL consultato il 4 ottobre 2011.
  14. ^ a b (EN) Allmusic (Def Leppard charts and awards), All Media Network.
  15. ^ a b c d (EN) Complete UK Year-End Album Charts. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 gennaio 2012).
  16. ^ 500 Greatest Albums of All Time: Hysteria - Def Leppard Rolling Stone. Consultato il 17 novembre 2011
  17. ^ a b Classic Albums: Def Leppard - Hysteria
  18. ^ Dave McAleer. The omnibus book of British and American hit singles, 1960-1990 p.48. Omnibus Press, 1990
  19. ^ Whitburn, Joel. The Billboard Book of Top 40 Albums, 3rd edition, Billboard Books, 1995, p. 386.
  20. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  21. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, Infodisc.fr. URL consultato il 3 settembre 2012. Selezionare DEF LEPPARD e premere OK.
  22. ^ (DE) German Charts – Def Leppard – Hysteria su offiziellecharts.de.
  23. ^ (EN) Norwegian Charts – Def Leppard – Hysteria su norwegiancharts.com.
  24. ^ (NL) Dutch Charts – Def Leppard – Hysteria su dutchcharts.nl.
  25. ^ (EN) Chart Archive – Def Leppard – Hysteria, Chart Stats.
  26. ^ (EN) Swedish Charts – Def Leppard – Hysteria, swedischcharts.com.
  27. ^ (DE) Swiss Charts – Def Leppard – Hysteria su hitparade.ch.
  28. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 48, No. 25, October 08 1988 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 3 settembre 2012.
  29. ^ (EN) New Zealand Charts – Def Leppard – Hysteria su charts.org.nz.
  30. ^ (EN) Australian Charts – Def Leppard – Hysteria su australiancharts.com.
  31. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 47, No. 12, December 26 1987 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 3 settembre 2012.
  32. ^ (FR) Les Albums (CD) de 1987 par InfoDisc, Infodisc.fr. URL consultato il 3 settembre 2012.
  33. ^ (EN) 1987: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 3 settembre 2012.
  34. ^ (DE) Schweizer Jahreshitparade 1987 su hitparade.ch, Hung Medien. URL consultato il 3 settembre 2012.
  35. ^ (EN) Top Selling Albums of 1988, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2015).
  36. ^ (EN) 1988: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 3 settembre 2012.
  37. ^ (EN) ARIA Charts - End Of Year Charts - Top 50 Albums 1989, ARIA Charts. URL consultato il 3 settembre 2012.
  38. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 51, No. 8, December 23 1989 su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 3 settembre 2012.
  39. ^ (EN) Top Selling Albums of 1989, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 3 settembre 2012 (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2015).
  40. ^ (EN) 1989: Billboard 200 Albums, Billboard. URL consultato il 3 settembre 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]