Emilio Rodríguez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Emilio Rodríguez
Nome Emilio Rodríguez Barros
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1957
Carriera
Squadre di club
1945-1946 Individuale
1947 UD Sans-Alas Color-Minaco
1948 UD Sans-Alas Color
Sangalhos
Pirelli
1949 Fiorelli
1950 Sangalhos
1952 Sangalhos
Torpado
1953 Individuale
1954 Ideor
1955 Mariotas
1956 U.C. Tarrasa
1957 Perez de Sitges
Nazionale
1949-1954 Spagna Spagna
 

Emilio Rodríguez Barros (Ponteareas, 28 novembre 1922Ponteareas, 20 febbraio 1984) è stato un ciclista su strada spagnolo. Professionista dal 1947 al 1960, vinse sei tappe alla Vuelta a España, due volte la classifiche scalatori e una volta la classifica generale.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Da professionista si mise in luce sin dalla prima stagione, terminando al secondo posto nella Vuelta a Galicia e con altre prove nel Circuito de Norte. Il 1946 fu l'anno di conferma delle capacità nelle corse a tappe: riuscì infatti ad aggiudicarsi la Vuelta a Galicia e vinse la classifica scalatori alla Vuelta a España.

Il 1947 fu l'anno in cui ottenne il maggior numero di vittorie, nove al termine della stagione più la riconferma nella classifica scalatori della Vuelta a España. Si aggiudicò tre tappe e la vittoria finale alla Vuelta a Asturias, una tappa alla Vuelta a España, una alla Vuelta a Burgos e la vittoria della classifica finale di Circuito Castilla-Leon-Asturias, Vuelta a Galicia e Volta Ciclista a Catalunya.

Nel 1948 si confermò alla Volta a Catalunya e fu secondo alla Volta a Portugal, mentre alla Vuelta a España dovette cedere la prima posizione nella classifica generale a Bernardo Ruiz Navarrete. Dopo un 1949 con due sole vittorie, si rilanciò nel 1950 raggiungendo l'apice della carriera: vinse la Vuelta aggiudicandosi cinque tappe e la classifica scalatori per la terza volta, terminando davanti al fratello Manuel.

Negli anni successivi non riuscì a confermare quanto aveva fatto fino al 1950, tuttavia nel 1954 riuscì ancora ad ottenere qualche successo, vincendo il campionato nazionale in salita e partecipando per la terza volta al Tour de France riuscì a fare meglio delle edizioni 1949 e 1951 dove si era ritirato, ma tuttavia a Parigi fu solo quarantanovesimo.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

7ª tappa Grand Prix de la Victoria (Tàrrega > Tàrrega)
Classifica generale Vuelta a Galicia
1ª tappa Vuelta a Asturias
3ª tappa Vuelta a Asturias
9ª tappa Vuelta a Asturias
Classifica generale Vuelta a Asturias
Classifica generale Circuito Castilla-Leon-Asturias
2ª tappa Vuelta a España (Albacete > Murcia)
Classifica generale Vuelta a Galicia
1ª tappa Vuelta a Burgos (Burgos > Miranda de Ebro)
Classifica generale Volta Ciclista a Catalunya
Classifica generale Volta Ciclista a Catalunya
Classifica generale Vuelta a la Región Levantina
3ª tappa Gran Premio Marca (Eibar > Bilbao)
1ª tappa, 1ª semitappa Gran Premio de Catalunya (Manresa > Molins de Rei)
Classifica generale Gran Premio de Catalunya
3ª tappa Vuelta a España (León > Gijón)
5ª tappa Vuelta a España (Santander > Torrelavega)
7ª tappa Vuelta a España (Bilbao > Irun)
8ª tappa Vuelta a España (Irun > Pamplona)
24ª tappa Vuelta a España (Talavera de la Reina > Madrid)
Classifica generale Vuelta a España
Campionati spagnoli, Prova in salita
Campionati spagnoli, Prova in linea
Classifica generale Vuelta a Galicia
1ª tappa Vuelta a Asturias

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica scalatori Vuelta a España
Classifica scalatori Vuelta a España
Classifica scalatori Vuelta a España
Classifica scalatori Giro del Portogallo

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1945: ritirato
1946: 8º
1947: 4º
1948: 2º
1950: vincitore
1955: 24º
1956: 11º
1957: 42º
1954: ritirato
1948: ritirato (5ª tappa)
1951: ritirato (2ª tappa)
1954: 43º

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]