Álvaro González de Galdeano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Álvaro González de Galdeano
Nome Álvaro González de Galdeano Aranzábal
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Euskaltel
Ritirato 2004
Carriera
Squadre di club
1992-1994 Artiach
1995-1997 Euskadi
1998 Euskaltel
1999-2000 Vitalicio Seguros
2001-2003 ONCE
2004 Liberty Seguros
Nazionale
1992-1999 Spagna Spagna
Carriera da allenatore
2007-2009 Orbea
2010-2013 Euskaltel
Statistiche aggiornate al maggio 2011

Álvaro González de Galdeano Aranzábal (Vitoria, 3 gennaio 1970) è un dirigente sportivo ed ex ciclista su strada spagnolo.

Professionista dal 1992 al 2004, vinse una tappa al Giro d'Italia e una alla Vuelta a España. Dal 2010 al 2013 è stato direttore tecnico dell'Euskaltel-Euskadi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fratello maggiore di Igor González de Galdeano, ha debuttato nel professionismo nel 1992 con il team spagnolo Artiach. Nel 1995 si è trasferito all'Euskadi unitamente al fratello appena passato professionista, con cui ha condiviso tutta la carriera, approdando in seguito a Vitalicio Seguros e ONCE (poi rinominata in Liberty Seguros).

L'anno più ricco di risultati è stato il 2000, quando si è aggiudicato una tappa al Giro d'Italia, una alla Vuelta a España, nonché la maglia di campione spagnolo su strada. Nella stessa stagione è tuttavia incappato in un controllo antidoping, realizzato in agosto al Gran Premio de Llodio, che ha evidenziato l'utilizzo di nandrolone[1]. La squalifica, arrivata nel mese di ottobre, lo ha obbligato a sei mesi di sospensione, poi ridotti a tre[2].

Altri risultati di rilievo da lui conseguiti sono le due tappe vinte alla Vuelta a Asturias ed i tre podii nella prova a cronometro del campionato nazionale.

Una volta appesa la bici al chiodo ha intrapreso l'attività di direttore sportivo, prima all'Orbea, e dal 2010 all'Euskaltel-Euskadi dove, tra gli altri, condivide il ruolo con il fratello Igor.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2ª tappa, 2ª semitappa Cinturon a Mallorca (cronometro)
1ª tappa Route de Mexico (Aguascalientes)
4ª tappa Vuelta a Asturias (Gijon)
1ª tappa Grand Prix Jornal de Noticias
1ª tappa Vuelta a Asturias
17ª tappa Giro d'Italia (Genova)
Campionati spagnoli, Prova in linea
15ª tappa Vuelta a España (Gijon)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

2000: 49º
2001: 70º
1999: 24º
2001: ritirato (19ª tappa)
2002: ritirato (10ª tappa)
2003: 122º
1993: ritirato (16ª tappa)
1994: 95º
1995: 72º
1996: 62º
1997: ritirato (5ª tappa)
1998: 7º
1999: 56º
2000: ritirato (21ª tappa)

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1999: 72º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Benidorm 1992 - Cronometro a squadre: ritirato
Valkenburg 1998 - In linea: ritirato
Verona 1999 - Cronometro: 14º
Verona 1999 - In linea: ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) «Lo spagnolo Alvaro Gonzalez de Galdeano positivo al nandrolone», Radio Canada, 7 ottobre 2000
  2. ^ (EN) «Si mesi per de Galdeano», Cyclingnews.com, 8 febbraio 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]