Álvaro González de Galdeano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Álvaro González de Galdeano Aranzábal
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Euskaltel-Euskadi
Termine carriera 2004
Carriera
Squadre di club
1992-1994Artiach
1995-1997Euskadi
1998Euskaltel-Euskadi
1999-2000Vitalicio Seguros
2001-2003ONCE
2004Liberty Seguros
Nazionale
1992-1999Spagna Spagna
Carriera da allenatore
2007-2009Orbea
2010-2013Euskaltel-Euskadi
Statistiche aggiornate al maggio 2011

Álvaro González de Galdeano Aranzábal (Vitoria, 3 gennaio 1970) è un dirigente sportivo ed ex ciclista su strada spagnolo. Professionista dal 1992 al 2004, vinse una tappa al Giro d'Italia e una alla Vuelta a España. Dal 2010 al 2013 è stato direttore tecnico dell'Euskaltel-Euskadi.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Fratello maggiore di Igor González de Galdeano, ha debuttato nel professionismo nel 1992 con il team spagnolo Artiach. Nel 1995 si è trasferito all'Euskadi unitamente al fratello appena passato professionista, con cui ha condiviso tutta la carriera, approdando in seguito a Vitalicio Seguros e ONCE (poi rinominata in Liberty Seguros).

L'anno più ricco di risultati è stato il 2000, quando si è aggiudicato una tappa al Giro d'Italia, una alla Vuelta a España, nonché la maglia di campione spagnolo su strada. Nella stessa stagione è tuttavia incappato in un controllo antidoping, realizzato in agosto al Gran Premio de Llodio, che ha evidenziato l'utilizzo di nandrolone[1]. La squalifica, arrivata nel mese di ottobre, lo ha obbligato a sei mesi di sospensione, poi ridotti a tre[2].

Altri risultati di rilievo da lui conseguiti sono le due tappe vinte alla Vuelta a Asturias ed i tre podii nella prova a cronometro del campionato nazionale.

Una volta appesa la bici al chiodo ha intrapreso l'attività di direttore sportivo, prima all'Orbea, e dal 2010 all'Euskaltel-Euskadi dove, tra gli altri, condivide il ruolo con il fratello Igor.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2ª tappa, 2ª semitappa Cinturón Ciclista Internacional a Mallorca (cronometro)
1ª tappa Route de Mexico (Aguascalientes)
4ª tappa Vuelta a Asturias (Gijón)
1ª tappa Grand Prix Jornal de Noticias
1ª tappa Vuelta a Asturias
17ª tappa Giro d'Italia (Genova)
Campionati spagnoli, Prova in linea
15ª tappa Vuelta a España (Gijón)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

2000: 49º
2001: 70º
1999: 24º
2001: ritirato (19ª tappa)
2002: ritirato (10ª tappa)
2003: 122º
1993: ritirato (16ª tappa)
1994: 95º
1995: 72º
1996: 62º
1997: ritirato (5ª tappa)
1998: 7º
1999: 56º
2000: ritirato (21ª tappa)

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1999: 72º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Benidorm 1992 - Cronometro a squadre: ritirato
Valkenburg 1998 - In linea: ritirato
Verona 1999 - Cronometro: 14º
Verona 1999 - In linea: ritirato

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (FR) «Lo spagnolo Alvaro Gonzalez de Galdeano positivo al nandrolone»[collegamento interrotto], Radio Canada, 7 ottobre 2000
  2. ^ (EN) «Si mesi per de Galdeano», Cyclingnews.com, 8 febbraio 2001

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]