Luis León Sánchez

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Luis León Sánchez
Luis Leon Sanchez - Vuelta a España 2015.png
Luis León Sánchez alla Vuelta 2015
Nazionalità Spagna Spagna
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Squadra Astana
Carriera
Squadre di club
2003 ONCE stagista
2004-2006 Liberty Seguros
2006 Würth Team
2006 Astana
2007-2010 Caisse d'Epargne
2011-2012 Rabobank
2013 Blanco
2013 Belkin
2014 Caja Rural
2015- Astana
Nazionale
2007-Spagna Spagna
Statistiche aggiornate al ottobre 2017

Luis León Sánchez Gil (Mula, 24 novembre 1983) è un ciclista su strada spagnolo che corre per il team Astana. Professionista dal 2004, in carriera ha vinto quattro tappe al Tour de France, una Parigi-Nizza, due Clásica San Sebastián e quattro campionati spagnoli a cronometro.

Suo fratello, Pedro León, è un calciatore professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passato professionista nel 2004 con la Liberty Seguros-Würth, possiede buone doti sia di cronoman che nelle prove di montagna. In seguito allo scioglimento della propria squadra dovuto all'Operación Puerto, nella quale uscì anche il suo nome[1], nel 2007 si trasferisce alla Caisse d'Epargne, con cui ottiene buoni risultati, tra cui il titolo nazionale spagnolo a cronometro e un successo di tappa al Tour de France nel 2008. Nella stagione successiva si impone nella classifica generale del Giro del Mediterraneo e della Parigi-Nizza, aggiudicandosi nuovamente una frazione del Tour de France sul traguardo di Saint Girons.

Nel 2010 partecipa al Tour de France e alla Vuelta a España concludendo rispettivamente al decimo e al nono posto della generale; si aggiudica inoltre una frazione al Tour Down Under, il titolo spagnolo a cronometro e la Clásica San Sebastián, battendo in volata Aleksandr Vinokurov e Carlos Sastre.[2] Al termine dell'anno passa al team Rabobank. Nel 2011 vince i campionati spagnoli contro il tempo e in luglio si aggiudica la nona tappa del Tour de France, al termine di una lunga fuga, battendo in volata Thomas Voeckler e Sandy Casar.

Nel 2012 apre la stagione con un successo di tappa alla Parigi-Nizza, vince quindi due tappe al Tour de Romandie e il titolo nazionale a cronometro. Si ripete poi al Tour de France, vincendo la quattordicesima frazione (quarto trionfo alla Grande Boucle per lui): dopo una lunga fuga, Sánchez rimane con quattro uomini e a dieci chilometri dall'arrivo, approfittando della provvidenziale distrazione di Peter Sagan, scatta andando a vincere in solitaria.[3] Nello stesso anno fa sua per la seconda volta la Clásica San Sebastián.

Nel 2013, in maglia Blanco/Belkin, mette a referto due vittorie, tra cui quella in una tappa del Giro del Belgio. Al termine della stagione lascia la squadra olandese e firma un contratto con la Caja Rural-Seguros RGA, formazione di categoria Professional. Nel 2014 partecipa quindi alla Vuelta a España aggiudicandosi la classifica scalatori. Nel 2015 torna nella categoria World Tour, messo sotto contratto dall'Astana Pro Team: durante l'anno si aggiudica la prova in linea su strada dei Giochi europei di Baku.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 2004 (Liberty Seguros, due vittorie)
3ª tappa Clásica de Alcobendas (Alcobendas, cronometro)
1ª tappa Vuelta Asturias (Oviedo > Llanes)
  • 2005 (Liberty Seguros, tre vittorie)
3ª tappa Tour Down Under (Glenelg > Victor Harbor)
Classifica generale Tour Down Under
3ª tappa Clásica de Alcobendas (Alcobendas, cronometro)
  • 2007 (Caisse d'Epargne, due vittorie)
Classifica generale Challenge de Mallorca
6ª tappa Parigi-Nizza (Brignoles > Cannes)
  • 2008 (Caisse d'Epargne, tre vittorie)
7ª tappa Parigi-Nizza (Nizza > Nizza)
Campionati spagnoli, Prova a cronometro
7ª tappa Tour de France (Brioude > Aurillac)
  • 2009 (Caisse d'Epargne, sei vittorie)
Classifica generale Giro del Mediterraneo
1ª tappa Tour du Haut-Var (Saint-Raphaël > Grimaud)
7ª tappa Parigi-Nizza (Manosque > Fayence)
Classifica generale Parigi-Nizza
1ª tappa Vuelta al País Vasco (Ataun > Ataun)
8ª tappa Tour de France (Andorra la Vella > Saint Girons)
  • 2010 (Caisse d'Epargne, sei vittorie)
5ª tappa Tour Down Under (Snapper Point > Willunga)
5ª tappa Volta ao Algarve (Lagoa > Portimão, cronometro)
1ª tappa Circuit de la Sarthe (Sablé-sur-Sarthe > Varades)
Classifica generale Circuit de la Sarthe
Campionati spagnoli, Prova a cronometro
Clásica San Sebastián
  • 2011 (Rabobank Cycling Team, due vittorie)
Campionati spagnoli, Prova a cronometro
9ª tappa Tour de France (Issoire > Saint-Flour)
  • 2012 (Rabobank Cycling Team, sei vittorie)
6ª tappa Parigi-Nizza (Suze-la-Rousse > Sisteron)
2ª tappa Vuelta a Castilla y León (Ávila > Ávila)
3ª tappa Tour de Romandie (La Neuveville > Charmey)
4ª tappa Tour de Romandie (Bulle > Sion)
Campionati spagnoli, Prova a cronometro
14ª tappa Tour de France (Limoux > Foix)
Clásica San Sebastián
  • 2013 (Blanco/Belkin Pro Cycling Team, due vittorie)
5ª tappa Giro del Belgio (Banneux > Banneux)
3ª tappa Tour de l'Ain (Izernore > Lélex Monts-Jura)
  • 2014 (Caja Rural-Seguros RGA, due vittorie)
1ª tappa La Tropicale Amissa Bongo (Bitam > Ebolowa)
3ª tappa Vuelta a Castilla y León (Lubián > Bembibre)
  • 2015 (Astana Pro Team, una vittoria)
Giochi europei, Prova in linea
  • 2016 (Astana Pro Team, due vittorie)
2ª tappa Volta ao Algarve (Lagoa > Alto da Fóia)
1ª tappa Vuelta al País Vasco (Etxebarria > Markina-Xemein)
  • 2017 (Astana Pro Team, una vittoria)
Gran Premio Bruno Beghelli
  • 2018 (Astana Pro Team, una vittoria)
Vuelta a Murcia

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2005 (Liberty Seguros)
Classifica giovani Tour Down Under
  • 2006 (Liberty Seguros)
Classifica giovani Parigi-Nizza
  • 2008 (Caisse d'Epargne)
Classifica giovani Critérium International
  • 2009 (Caisse d'Epargne)
2ª tappa Giro del Mediterraneo (Narbona > Gruissan, cronosquadre)
  • 2012 (Rabobank Cycling Team)
Gouden Pijl Emmen (Criterium)
  • 2014 (Caja Rural-Seguros RGA)
Classifica scalatori Vuelta a España
  • 2015 (Astana Pro Team)
2ª tappa Vuelta a Burgos (Burgos, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi Giri[modifica | modifica wikitesto]

2015: 35º
2017: 43º
2018: in corso
2005: 108º
2008: 62º
2009: 26º
2010: 9º
2011: 57º
2012: 64º
2016: 48º
2006: ritirato (11ª tappa)
2007: 72º
2010: 9º
2011: 53º
2013: ritirato (14ª tappa)
2014: 56º
2015: 33º
2016: 26º
2017: 32º

Classiche monumento[modifica | modifica wikitesto]

2006: 64º
2009: 34º
2016: 11º
2017: 28º
2018: 28º
2004: ritirato
2004: ritirato
2007: ritirato
2008: 86º
2010: 27º
2011: ritirato
2012: 64º
2015: 30º
2016: 27º
2017: ritirato
2014: ritirato
2017: ritirato

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni europee[modifica | modifica wikitesto]

Plumelec 2016 - In linea Elite: 10º
Baku 2015 - In linea Elite: vincitore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Operacion Puerto: l'inchiesta che ha sconvolto il ciclismo mondiale, www.spysport.org. URL consultato il 21 settembre 2010.
  2. ^ Sanchez beffa Vinokourov Cunego dov' eri?, in archiviostorico.gazzetta.it, 1º agosto 2010. URL consultato il 17 marzo 2011.
  3. ^ Diego Barbera, Luis Leon Sanchez battezza i Pirenei, Sagan ancora protagonista, in www.suipedali.it, 15 luglio 2012. URL consultato il 15 luglio 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]