Castel Sant'Elia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Castel Sant'Elia
comune
Castel Sant'Elia – Stemma Castel Sant'Elia – Bandiera
Castel Sant'Elia – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Viterbo-Stemma.png Viterbo
Amministrazione
Sindaco Vincenzo Girolami (lista civica) dall'11-6-2017
Territorio
Coordinate 42°15′05″N 12°22′30″E / 42.251389°N 12.375°E42.251389; 12.375 (Castel Sant'Elia)Coordinate: 42°15′05″N 12°22′30″E / 42.251389°N 12.375°E42.251389; 12.375 (Castel Sant'Elia)
Altitudine 210 m s.l.m.
Superficie 23,92 km²
Abitanti 2 642[1] (31-12-2010)
Densità 110,45 ab./km²
Comuni confinanti Civita Castellana, Fabrica di Roma, Faleria, Mazzano Romano (RM), Nepi
Altre informazioni
Cod. postale 01030
Prefisso 0761
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 056017
Cod. catastale C269
Targa VT
Cl. sismica zona 3A (sismicità bassa)
Nome abitanti castellesi
Patrono sant'Anastasio
Giorno festivo 3 settembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Castel Sant'Elia
Castel Sant'Elia
Castel Sant'Elia – Mappa
Posizione del comune di Castel Sant'Elia nella provincia di Viterbo
Sito istituzionale

Castel Sant'Elia (Castello in dialetto locale[2]) è un comune italiano di 2 642 abitanti della provincia di Viterbo, nel Lazio. Dista dal capoluogo circa 33 km.

Ciborio di Sant'Elia, presso la basilica

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Il convento dei frati francescani di San Michele Arcangelo (Micaeliti) dove si può scendere, lungo un cunicolo di 144 gradini, scavati nella roccia in 14 anni di lavoro dall'eremita Rodio alla fine del Settecento, per raggiungere il santuario di Maria Santissima ad Rupes (meta di pellegrinaggi) dove si venera l'immagine della Vergine, pregevole opera pittorica del XVI secolo. In un ambiente adiacente si conserva una raccolta di paramenti sacri del XII-XVI secolo tra cui un prezioso cofanetto in legno e lamina di metallo del Duecento. La chiesa, scavata nella roccia, ha la dignità di basilica minore.[3]
  • Attraverso un viottolo campestre (la "strada dei Santi") si raggiunge il fondovalle, dove si trova la basilica di Sant'Elia, una delle più suggestive di tutta la regione.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]


Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Strade[modifica | modifica wikitesto]

Castel Sant'Elia è collegata tramite la Strada Provinciale 77 Castel Sant'Elia a Nepi.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Viterbo, Castel Sant'Elia passò dalla provincia di Roma a quella di Viterbo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 175.
  3. ^ Catholic.org – Basilicas in Italy
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN242725021
Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio