Anton Yelchin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Anton Yelchin nel 2011

Anton Viktorovich Yelchin, all'anagrafe russa Anton Viktorovič El'čin (in russo: Анто́н Ви́кторович Е́льчин, AFI: [ɐnˈton ˈvʲiktərovʲɪtɕ ˈjelʲtɕɪn]; Leningrado, 11 marzo 1989Los Angeles, 19 giugno 2016), è stato un attore russo naturalizzato statunitense, noto per aver interpretato Pavel Chekov nella Kelvin Timeline del franchise di fantascienza Star Trek.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Yelchin nacque a San Pietroburgo (all'epoca denominata Leningrado), nell'allora Russia sovietica, l'11 marzo del 1989 in una famiglia ebraica[1][2], figlio di Viktor Arkad'evič El'čin e di Irina Grigor'evna Korina, ambedue pattinatori di figura rappresentanti l'URSS, che, nel dicembre del 1989, si stabilirono negli Stati Uniti con lo status' di rifugiati[3]. Cresciuto quindi a Los Angeles, in California, dove vi era giunto con la famiglia prima di compiere un anno, studiò a Tarzana e, nel 2007, si iscrisse alla University of Southern California per studiare cinema.

All'età di nove anni ottiene il suo primo ruolo in un film indipendente. Successivamente recita una piccola parte in A Time for Dancing, mentre nel 2001 ricopre un ruolo minore in 15 minuti - Follia omicida a New York con Robert De Niro e Edward Burns. Sempre nel 2001 lavora al fianco di Morgan Freeman in Nella morsa del ragno e con Anthony Hopkins in Cuori in Atlantide. Per quest'ultimo film ha ricevuto critiche lusinghiere e ha ottenuto uno Young Artist Award. In seguito lavora in alcune serie televisive come Taken e Huff con Hank Azaria. Nel 2006 fa parte del cast del film di Nick Cassavetes Alpha Dog, mentre nel 2007 è il protagonista di una commedia sui problemi adolescenziali, Charlie Bartlett, in cui collabora con l'attore Robert Downey Jr..

Nel 2009 viene scritturato in due film importanti: interpreta infatti il ruolo di Pavel Chekov nell'undicesimo film del franchise di fantascienza Star Trek, prodotto e diretto da J. J. Abrams,[4] e il ruolo di Kyle Reese in Terminator Salvation di McG. In seguito presta la voce al personaggio di Tontolone nel film in tecnica mista dedicato ai Puffi, e intitolato per l'appunto I Puffi, uscito nel 2011. Successivamente riprende il ruolo di Pavel Chekov in Into Darkness - Star Trek (2013) e Star Trek Beyond (2016).

Il corpo senza vita di Yelchin è stato trovato la mattina del 19 giugno 2016, incastrato tra la sua automobile e una cassetta della posta in mattoni, all'esterno del cancello della sua villa, nella San Fernando Valley.[5] La strada di accesso alla villa è in forte pendenza, e al momento del ritrovamento il motore dell'auto era ancora acceso e il cambio in folle.

Gli ultimi film in cui ha recitato, ovvero: Star Trek Beyond, Porto, Amiche di sangue, Rememory, We Don't Belong Here e Dark, sono usciti postumi.

Causa giudiziaria[modifica | modifica wikitesto]

Fiat Chrysler Automobiles (FCA), il costruttore della Grand Cherokee, era a conoscenza del fatto che i modelli 2014 e 2015 avevano un alto tasso di incidenti dovuti al design della leva del cambio; quest'ultima rendeva difficile per il guidatore capire se fosse ingranato o in parcheggio. FCA aveva già richiamato quei modelli nell'aprile 2016, ma la patch software non raggiunse tutti i concessionari fino alla settimana della morte di Yelchin.[senza fonte] A seguito della sua morte, FCA ha accelerato la campagna di richiamo ed ha fatto in modo che i modelli in questione venissero riparati più in fretta di quanto originariamente pianificato[6].

Il 1º agosto 2016, i genitori dell'attore hanno mosso denuncia verso il gruppo FCA e l'azienda ZF, poiché si ritiene che, per un difetto di produzione, il veicolo lo abbia schiacciato nonostante il cambio automatico fosse in posizione di parcheggio.[7]

Il 22 marzo 2018 è stato annunciato che la famiglia di Yelchin e Fiat Chrysler hanno raggiunto un accordo extra giudiziale[8].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Attore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti (parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Young Artist Award
  • 2002 - Giovane attore protagonista per Cuori in Atlantide
Chicago International Film Festival
  • 2014 - Miglior attore per Rudderless

Omaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • L'8 ottobre 2017 si è svolta una cerimonia di commemorazione all'Hollywood Forever Cemetery di Los Angeles, dove è stata esposta una statua in suo onore. All'evento hanno partecipato numerosi personaggi del mondo dello spettacolo che hanno lavorato al suo fianco, tra cui J. J. Abrams, Jennifer Lawrence e Zoe Saldana, la quale ha tenuto un discorso commemorativo.[9]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Anton Yelchin è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gregg LaGambina, The Wanderlust of Anton Yelchin, in Flaunt, Flaunt Magazine, 2009. URL consultato il 6 aprile 2010.
    «The Star of David has been in my family for a long time, and obviously I'm Jewish.»
  2. ^ (EN) Naomi Pfefferman, Anton Yelchin explores extramarital love's time slot in '5 to 7', in The Jewish Journal of Greater Los Angeles, Tribe Media Corp, 2 aprile 2015. URL consultato il 19 giugno 2016.
  3. ^ (EN) Libby Slate, Former Soviet Skate Stars Top Bill at Knott's, in Los Angeles Times, California Times Publication, 22 dicembre 1989. URL consultato il 28 settembre 2012.
  4. ^ Alessia Starace, Anton Yelchin in Star Trek, su Movieplayer.it, NetAddiction Srl, 8 agosto 2007. URL consultato il 20 giugno 2016.
  5. ^ Frenck Coppola, Notizia Shock – L’attore Anton Yelchin è morto per un incidente stradale, su Universal Movies, universalmovies.it, 19 giugno 2016. URL consultato il 19 giugno 2016.
  6. ^ (EN) Chris Ziegler, FCA accelerates recall of confusing gear lever that may have contributed to Anton Yelchin's death, su The Verge, Vox Media, 22 giugno 2016.
  7. ^ (EN) 'Star Trek' star Anton Yelchin dead after freak accident, su TMZ, EHM Productions, Inc., 19 giugno 2016. URL consultato il 19 giugno 2016.
  8. ^ (EN) Andrew Dalton, Actor Anton Yelchin's parents reach settlement over his death caused by SUV, in USA Today, Gannett Corporation, 22 marzo 2018.
  9. ^ (EN) Alexia Fernández, Anton Yelchin Honored at Emotional Celebration of Life by Jennifer Lawrence, Zoe Saldana and More Stars, in People, Meredith Corporation, 8 ottobre 2017. URL consultato l'8 ottobre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN56830761 · ISNI (EN0000 0000 7824 8779 · LCCN (ENno2002031304 · GND (DE1024900827 · BNE (ESXX1512266 (data) · BNF (FRcb144464719 (data) · J9U (ENHE987007413510205171 · WorldCat Identities (ENlccn-no2002031304