Kyle Reese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kyle Reese
Kyle Reese.png
Kyle Reese in una scena di Terminator
UniversoTerminator
Lingua orig.Inglese
AutoreJames Cameron
1ª app.26 ottobre 1984
1ª app. inTerminator
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
SpecieUmano
SessoMaschio
EtniaStatunitense
ProfessioneMilitare
AffiliazioneResistenza

Kyle Reese è un personaggio immaginario del franchise di Terminator. Nella maggior parte delle opere in cui appare, Reese è un sergente della resistenza umana in un futuro post-apocalittico dove la maggior parte dell'umanità è stata spazzata via in una micidiale guerra nucleare scatenata da un'intelligenza artificiale.

Il personaggio appare per la prima volta nel film del 1984 Terminator, in cui è interpretato da Michael Biehn. In seguito Kyle Reese è stato interpretato da Jonathan Jackson nella serie TV Terminator: The Sarah Connor Chronicles (2008), da Anton Yelchin in Terminator Salvation (2009) e da Jai Courtney in Terminator Genisys (2015).

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente per il ruolo di Reese in Terminator fu contattato Arnold Schwarzenegger (poi interprete del Terminator) poiché la Orion Pictures voleva una star la cui popolarità stesse aumentando negli Stati Uniti ma che avesse appeal anche all'estero. Il co-fondatore della Orion Mike Medavoy incontrò Schwarzenegger e mandò al suo agente la sceneggiatura di Terminator.[2] Cameron era dubbioso sul casting di Schwarzenegger come Reese poiché riteneva che gli sarebbe servito qualcuno di ancora più grosso per interpretare il Terminator. Cameron accettò quindi di incontrare Schwarzenegger, ma mise a punto un piano per non includerlo nel film: aveva infatti progettato di litigare con l'attore e di riferire poi alla Hemdale che non lo aveva trovato idoneo per il ruolo.[3] Dopo l'incontro, Cameron tornò da Daly e disse che Schwarzenegger non avrebbe interpretato Reese, ma che "avrebbe interpretato un Terminator infernale".[4] Per il ruolo furono quindi suggeriti vari altri interpreti, tra cui il musicista rock Sting.[5] Cameron scelse Biehn, che originariamente era scettico e riteneva che il film fosse sciocco. Dopo aver incontrato Cameron, Biehn dichiarò che i suoi "sentimenti sul progetto erano cambiati".[5] La co-produttrice Gale Anne Hurd affermò che "quasi tutti gli altri che erano venuti ai provini erano così duri che non avresti mai creduto che ci fosse questa connessione umana tra Sarah Connor e Kyle Reese. Non hanno molto tempo per innamorarsi. Molta gente entrava e non riusciva a tirarlo fuori".[6] Per entrare nel personaggio, Biehn studiò la resistenza polacca.[7]

Apparizioni nei film[modifica | modifica wikitesto]

Terminator[modifica | modifica wikitesto]

Kyle Reese appare per la prima volta nel film Terminator (1984). Nato tra il 2002 e il 2003, 5 anni dopo la guerra nucleare scatenata il 29 agosto 1997 dall'intelligenza artificiale "Skynet". Kyle era cresciuto soffrendo la fame, imparando a fabbricare esplosivi e fuggendo dalle macchine di pattuglia Hunter-Killer, finché non era stato catturato e internato in un lager crematorio. Il campo di concentramento era stato poi liberato da un movimento di resistenza guidato da John Connor. Dopo aver lasciato il campo, Kyle si era unito volontariamente alla resistenza, combattendo nella 132ª divisione agli ordini del maggior generale Justin Perry dal 2021 al 2027 prima di venire assegnato come sergente alla divisione Tech-Com sotto John Connor in persona. Kyle e John erano quindi diventati grandi amici, tanto che quest'ultimo aveva regalato a Kyle una vecchia foto della madre Sarah che lo aveva preparato a combattere. Nel 2029 la resistenza era stata in grado di distruggere la griglia difensiva di Skynet, riuscendo a entrare nel suo complesso principale per distruggerlo. Skynet aveva quindi tentato una mossa finale: usando una macchina del tempo aveva inviato una delle sue macchine più temute, un Terminator modello 101 di aspetto umano, al 12 maggio 1984 per uccidere la giovane Sarah Connor e quindi impedire la nascita di John e della resistenza. Kyle si era quindi offerto volontario per trovare il laboratorio in cui era situata la macchina del tempo e andare a proteggere Sarah nel 1984. Il laboratorio viene poi distrutto da Skynet stessa, impedendogli per sempre di tornare indietro.

Arrivato nel 1984 nudo e disarmato, e non sapendo l'aspetto del Terminator, Kyle si organizza rapidamente e trova Sarah, pedinandola per non allarmarla. Riesce a salvarla all'ultimo istante da un attacco del Terminator, e vengono catturati dalla polizia mentre tentano di sfuggirgli. Kyle viene interrogato dallo psicologo criminale Silberman, totalmente incredulo alle sue parole, mentre il Terminator attacca nuovamente, uccidendo tutta la stazione di polizia, ma lasciandosi sfuggire Sarah e Kyle. I due riescono a scappare e trascorrono la notte sotto un ponte prima di cercare rifugio in un motel, dove assemblano alcune bombe. Kyle rivela a Sarah di non aver mai avuto una relazione, di essersi innamorato di lei guardando la sua foto e di aver viaggiato nel tempo per questo motivo. I due hanno quindi un rapporto sessuale. Più tardi quella notte, il Terminator scopre il loro nascondiglio nel motel, e Kyle e Sarah fuggono nuovamente, questa volta a bordo di un camioncino. Nel successivo inseguimento, Kyle lancia delle bombe al Terminator, ma non riesce a bloccarlo, venendo anzi ferito. La donna fa cadere il Terminator dalla sua moto perdendo il controllo del mezzo, che si ribalta. Il Terminator, rialzatosi dopo essere stato travolto da un camion cisterna, sale alla guida del mezzo, mettendosi all'inseguimento dei due, che sono fuggiti a piedi. Kyle fa scivolare una bomba tubo nel rimorchio del combustibile del camion, provocando l'esplosione. Il Terminator emerge dal camion bruciato ricoperto dalle fiamme, per poi cadere a terra, apparentemente distrutto. Ma, pochi secondi dopo, lo scheletro metallico del Terminator si alza e continua a inseguirli, costringendoli a rifugiarsi all'interno di una fabbrica. Kyle attiva i macchinari della fabbrica per cercare di confondere il Terminator e lo attacca con un tubo metallico, ma viene colpito duramente e fatto cadere. Oramai allo stremo, riesce ad infilare la sua ultima bomba tubo nell'addome del Terminator e lo fa esplodere, rimanendo però ucciso e ferendo Sarah. Mentre Sarah piange sul cadavere di Kyle, ciò che resta del Terminator si alza ancora una volta e tenta di strangolarla, ma la donna riesce a liberarsi dalla sua presa e striscia via. Sarah lo conduce sotto una pressa idraulica e la attiva, frantumandolo e disattivandolo.

Viene poi rivelato che Sarah è incinta di Reese, quindi alterando il naturale corso degli eventi John Connor è suo figlio.

Terminator 2 - Il giorno del giudizio[modifica | modifica wikitesto]

Michael Biehn riprende il suo ruolo per un cameo in Terminator 2 - Il giorno del giudizio (1991), in una scena esclusa dalla versione cinematografica[8] ma ripristinata nelle versioni estese del film. In essa Sarah, dopo essere stata sedata al Pescadero State Hospital, ha un incubo in cui Kyle le appare nella sua cella e le ricorda il pericolo imminente e la necessità di proteggere il loro figlio John. Tuttavia, quando Kyle esce dalla cella, Sarah lo segue disperatamente e si ritrova in un parco giochi con numerosi bambini, i quali vengono bruciati e uccisi (così come lei) da un'esplosione nucleare.

Terminator Salvation[modifica | modifica wikitesto]

Terminator Genisys[modifica | modifica wikitesto]

Reese è interpretato da Jai Courtney. Nel 1973 ignoti inviano un T-800 (soprannominato "papà") a protezione di una giovanissima Sarah Connor. Nel 2029 John Connor ed un gruppo di partigiani della resistenza inviano Kyle Reese indietro nel 1984 per difendere Sarah Connor da un T-800 (spedito da Skynet con il compito di ucciderla), ma durante il teletrasporto John viene attaccato da un commilitone/Terminator: Kyle acquisisce ricordi che non ha mai avuto, legati alla parola "genisys". Arrivato nel 1984, verrà raggiunto da Sarah e dal T-800 "papà" che terminano un T-1000: la risoluta ragazza spiega di aver già sconfitto il T-800 spedito nel 2029 (come da normale corso della storia in Terminator) che avrebbe dovuto uccidere Kyle, ma anche che i cronotrasporti dei vari terminators negli anni hanno reso imprevedibile il corso del futuro; Kyle e Sarah decidono di tentare un teletrasporto nel futuro 2017, basandosi sulle memorie acquisite da Kyle durante il suo telerasporto. Nel 2017 incontrano a sorpresa John ma si rivela un avanzatissimo T-3000 ibrido robot-carne: il terminator che lo ha attaccato nel 2029 lo ha reso un cyborg e gli ha offerto un posto da leader in Skynet, e si trovava nel 2017 per supervisionare di persona gli eventi che porteranno alla rivolta delle macchine, in particolare una macchina per il teletrasporto. Aiutati da "papà" riescono ad ucciderlo per poi distruggere la macchina, senza scoprire però dell'esistenza di un secondo esemplare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Solo nelle versioni estese.
  2. ^ Keegan, pp. 38-39.
  3. ^ Other Voices, extra nel secondo disco delle edizioni DVD del film.
  4. ^ Keegan, p. 41.
  5. ^ a b Keegan, p. 42.
  6. ^ Keegan, p. 43.
  7. ^ (EN) Frazer Harrison, Michael Biehn - "The Terminator" 30 years later, su CBS News, CBS, 26 ottobre 2014. URL consultato il 13 luglio 2017.
  8. ^ Biehn out of 'Terminator 2', in Reading Eagle, 1º luglio 1991. URL consultato il 24 agosto 2010.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Rebecca Keegan, The Futurist: The Life and Films of James Cameron, New York, Crown Publishers, 2009, ISBN 978-0-307-46031-8.
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema