Adebayo Akinfenwa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Adebayo Akinfenwa
Adebayo Akinfenwa 2015 (cropped).jpg
Akinfenwa con l'AFC Wimbledon nel 2015
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 185 cm
Peso 102 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Squadra Wycombe
Carriera
Giovanili
1998-2001Watford
Squadre di club1
2001-2002Atlantas23 (5)
2003Barry Town9 (6)
2003Boston Utd3 (0)
2003Leyton Orient1 (0)
2003-2004Rushden0 (0)
2004Doncaster9 (4)
2004-2005Torquay Utd37 (14)
2005-2007Swansea City59 (14)[1]
2007-2008Millwall7 (0)
2008-2010Northampton Town88 (37)
2010-2011Gillingham44 (11)
2011-2013Northampton Town80 (34)[2]
2013-2014Gillingham34 (10)
2014-2016AFC Wimbledon83 (19)[3]
2016-Wycombe188 (47)[4]
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 24 agosto 2021

Saheed Adebayo Akinfenwa (Londra, 10 maggio 1982) è un calciatore inglese, di origini nigeriane,[5] attaccante del Wycombe.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È nato da genitori nigeriani emigrati nel Regno Unito,[6] padre musulmano e madre cristiana cattolica.[7] Tifoso del Liverpool, il suo idolo era John Charles Barnes.[6][8] Da giovane, essendo musulmano, doveva osservare il Ramadan mentre ad oggi è un cristiano cattolico praticante, legge la Bibbia ogni giorno e va in chiesa ogni domenica.[8][9] Ha un fratello maggiore, Yami e un fratello minore, Dele.[9]

È un caro amico di Clarke Carlisle, suo ex compagno di squadra ai tempi del Northampton.[8]

In Inghilterra è noto anche fuori dai campi di gioco: vestiva abiti per culturisti,[10][11] inoltre ha lanciato una sua linea d'abbigliamento, "Beast mode".[12]

Nella cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

È soprannominato La Bestia per il suo fisico.[5][10][12][13][14]

Il 19 luglio 2014 il Wimbledon gioca un'amichevole contro il Chelsea di José Mourinho: nonostante la sconfitta per 3-2, l'incontro lo vede protagonista, ottenendo risonanza mediatica internazionale.[10][12][13][15][16]

Nella serie di videogiochi calcistici di FIFA, Akinfenwa è il giocatore con la maggior forza fisica.[6][11][17] Nel settembre 2014 è stato invitato alla festa per l'inaugurazione di FIFA 15 assieme ai più famosi Rio Ferdinand, al pugile George Groves e a Lethal Bizzle.[18]

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centravanti,[13] Akinfenwa pesa 102 kg,[13][14] ma ha un fisico da culturista,[5][13] ed è noto a livello internazionale come uno dei calciatori più forti fisicamente.[12][13][14][15][16][19] Sulla panca riesce a sollevare 200 kg, praticamente il doppio del proprio peso.[20][21]

Abile di testa, è anche un buon rigorista, durante la sua carriera ha calciato 26 rigori, trasformandone 20.[22]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

A 18 anni, Akinfenwa ottiene un contratto con l'Atlantas di Klaipėda grazie alla moglie lituana del fratello del suo agente, che conosceva un membro dello staff del club.[6][23] Nonostante ciò, l'esperienza baltica non è stata inizialmente facile per il giovane: alla sua prima partita prestagionale, è accolto con dei cori razzisti da parte dei suoi stessi tifosi.[6][7][9]

A causa di ciò, decide di tornare in patria ma il fratello lo convince ad affrontare il problema:[6][7][9] Akinfenwa rimane in Lituania, vivendo altri momenti difficili - in un'altra occasione, una ragazzina undicenne corre verso di lui e gli dice «potere bianco», facendogli il saluto nazista[9] - fino alla finale di Coppa lituana contro lo Zalgiris Vilnius, quando al 18' del primo tempo, realizza il gol che permette alla squadra di Klaipėda di vincere il trofeo.[24] Da allora i suoi tifosi smisero di intonare cori razzisti.[6][7][9]

Termina la sua esperienza in Lituania con 29 presenze, di cui 2 nei preliminari di Coppa UEFA, e 7 gol.

Il ritorno in Inghilterra[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 torna nel Regno Unito giocando per varie squadre.

Il 1º luglio 2005 passa allo Swansea City.[25] Esordisce con gli Swans il 6 agosto contro il Tranmere Rovers, segnando la prima rete in assoluto al Liberty Stadium[26], inaugurato il 10 luglio 2005. L'incontro terminerà 1-0 in favore dei gallesi. Il 2 aprile 2006 la squadra si aggiudica - grazie ad una sua rete in finale contro il Carlisle United - il Johnstone's Paint Trophy.[27]

Il 18 gennaio 2008 - dopo aver trascorso alcuni mesi al Millwall - firma un contratto di sei mesi con il Northampton Town.[28] Il 30 maggio rinnova il proprio contratto per un'altra stagione.[29] Il 29 luglio 2010 si accorda per una stagione con il Gillingham, in League Two.[30]

Il 25 maggio 2011 viene tesserato a parametro zero dal Northampton Town.[31] Il 10 novembre 2012 mette a segno una tripletta - la prima in carriera - ai danni dell'Accrington.[32] Tre anni dopo - complice la crisi finanziaria della società inglese - venderà all'asta la maglietta indossata in quella partita, per aiutare economicamente il club.[33]

Il 2 luglio 2013 torna al Gillingham, firmando un contratto valido per una stagione.[34]

AFC Wimbledon[modifica | modifica wikitesto]

Akinfenwa con la divisa dell'AFC Wimbledon nel 2015.

Il 20 giugno 2014 viene tesserato dall'AFC Wimbledon, in League Two.[35] Il 5 gennaio 2015 va in rete contro il Liverpool - squadra di cui è tifoso - nel terzo turno di FA Cup, ristabilendo momentaneamente la parità tra le due squadre.[36] L'8 giugno si accorda con la società per il rinnovo del contratto.[37]

«Mi dicevano che non ero adatto a questo sport e ora guardatemi: sono qui a Wembley, dopo aver vinto una finale playoff davanti a 60mila persone, e ho segnato uno dei gol decisivi. Credete sempre nei vostri sogni e vedrete che prima o poi si realizzeranno.»

(Akinfenwa al termine di AFC Wimbledon-Plymouth 2-0.[38])

Il 30 maggio 2016 - subentrato al 77' al posto di Tom Elliott - segna in pieno recupero su calcio di rigore la rete che consente ai Dons di archiviare per 2-0 la finale play-off contro il Plymouth, accedendo in League One[38][39] per la prima volta nella storia.

A fine partita la società annuncia che il calciatore si libererà a parametro zero a fine stagione.[40]

Wycombe[modifica | modifica wikitesto]

Il 10 luglio 2016 si lega per una stagione al Wycombe, in League Two.[41] Il 6 agosto seguente, debutta in campionato nella sconfitta contro il Crawley Town (1-0).[42] Dieci giorni più tardi, nella sfida di campionato contro l'Accrington Stanley (1-1), realizza la sua prima rete con la maglia del Wycombe.[43] Il 28 febbraio 2017, firma la sua prima doppietta in campionato nella partita di ritorno contro l'Accrington Stanley (2-2),[44] terminando la stagione con 54 presenze stagionali e 18 reti, di cui 12 in campionato. Nella stagione 2017-2018 si conferma come il miglior marcatore della sua squadra, mettendo a segno altre 18 reti totali, 17 in League Two, con tre doppiette a Port Vale (2-3),[45] Grimsby Town (2-3)[46] e Cheltenham (3-3).[47] Le sue numerose marcature aiutano la formazione a raggiungere il terzo posto in campionato, valevole per la promozione diretta in League One: nell'aprile 2018 è nominato calciatore della stagione in League Two.[48] Termina la sua stagione in League One con 7 gol in 36 incontri, ciononostante l'anno seguente ritorna in doppia cifra e il Wycombe si qualifica per i play-off per il passaggio nella Football League Championship: il club sconfigge il Fleetwood Town in semifinale e l'Oxford Utd in finale, riuscendo ad andare nella seconda serie inglese per la prima volta nella sua storia.[49]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Durante la sua carriera, Akinfenwa ha giocato 750 partite segnando 223 gol, alla media di 0,30 gol a partita.

Statistiche aggiornate al 21 settembre 2021.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2001 Lituania Atlantas AL 19 4 CL 2 1 CU 2[50] 0 - - - 23 5
2002 AL 4 1 CL 2 1 - - - - - - 6 2
Totale Atlantas 23 5 4 2 2 0 - - 29 7
mar.-giu. 2003 Galles Barry Town PL 8 6 CG 1 0 UCL - - - - - 9 6
ott. 2003 PL 1 0 - - - UCL 2[50] 0 - - - 3 0
Totale Barry Town 9 6 1 0 2 0 - - 12 6
ott.-nov. 2003 Inghilterra Boston United TD 3 0 FACup+CdL 0 0 - - - FLT 1 1 4 1
nov.-dic. 2003 Inghilterra Leyton Orient TD 1 0 FACup+CdL 1+0 0 - - - FLT - - 2 0
dic. 2003-gen. 2004 Inghilterra Rushden SD 0 0 FACup+CdL - - - - - FLT - - 0 0
gen.-giu. 2004 Inghilterra Doncaster Rovers TD 9 4 FACup+CdL - - - - - FLT - - 9 4
2004-2005 Inghilterra Torquay United FL1 37 14 FACup+CdL 1+1 0 - - - FLT 2 2 41 16
2005-2006 Galles Swansea City FL1 34+2[51] 9+0[51] FACup+CdL 1+1 0+1 - - - FLT 6 5 44 15
2006-2007 FL1 25 5 FACup+CdL 4+1 1+0 - - - FLT 1 0 31 6
Totale Swansea City 59+2 14+0 7 2 - - 7 5 75 21
2007-gen. 2008 Inghilterra Millwall FL1 7 0 FACup+CdL 2+0 0 - - - FLT 0 0 9 0
gen.-giu. 2008 Inghilterra Northampton Town FL1 15 7 FACup+CdL - - - - FLT - - 15 7
2008-2009 FL1 33 13 FACup+CdL 0+3 2 - - - FLT 0 0 36 15
2009-2010 FL2 40 17 FACup+CdL 2+1 0 - - - FLT 1 0 44 17
2010-2011 Inghilterra Gillingham FL2 44 11 FACup+CdL 1+1 0 - - - FLT 0 0 46 11
2011-2012 Inghilterra Northampton Town FL2 39 18 FACup+CdL 1+1 0 - - - FLT 1 0 42 18
2012-2013 FL2 41+3[51] 16+0[51] FACup+CdL 2+2 0 - - - FLT 3 1 51 17
Totale Northampton Town 168+3 71+0 12 2 - - 5 1 188 74
2013-2014 Inghilterra Gillingham FL1 34 10 FACup+CdL 2+1 0 - - - FLT 0 0 37 10
Totale Gillingham 78 21 5 0 - - 0 0 83 21
2014-2015 Inghilterra AFC Wimbledon FL2 45 13 FACup+CdL 4+1 1+0 - - - FLT 2 1 52 15
2015-2016 FL2 38+3[51] 6+2[51] FACup+CdL 0+1 0 - - - FLT 0 0 42 8
Totale AFC Wimbledon 83+3 19+2 6 1 - - 2 1 94 23
2016-2017 Inghilterra Wycombe FL2 42 12 FACup+CdL 4+1 2+0 - - - FLT 5 4 52 18
2017-2018 FL2 42 17 FACup+CdL 3+1 1+0 - - - FLT 0 0 46 18
2018-2019 FL1 36 7 FACup+CdL 0+2 0 - - - FLT 1 0 39 7
2019-2020 FL1 32+3[51] 10+0[51] FACup+CdL 2+1 0 - - - FLT 1 0 39 10
2020-2021 FLC 33 1 FACup+CdL 2+0 0 - - - - - 35 1
2021-2022 FL1 6 0 FACup+CdL 0+2 0+1 - - - - - 8 1
Totale Wycombe 191+3 47 18 4 - - 7 4 219 55
Totale carriera 668+11 201+2 58 11 4 0 24 14 765 228

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Atlantas: 2001
Barry Town: 2002-2003
Barry Town: 2002-2003
Swansea City: 2005-2006

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

2011-2012 (18 gol, assieme a Lewis Grabban, Izale McLeod e Jack Midson)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 61 (14) se si comprendono i play-off.
  2. ^ 83 (34) se si comprendono i play-off.
  3. ^ 86 (21) se si comprendono i play-off.
  4. ^ 186 (47) se si comprendono i play-off.
  5. ^ a b c (FR) Wissem Mebtoul, Adebayo Akinfenwa, le footballeur au physique de bodybuilder, in Eurosport.fr, 20 luglio 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato il 10 ottobre 2014).
  6. ^ a b c d e f g (EN) Ronay Barney, Ade Akinfenwa: 'My arms are probably the same size as John Terry's legs', in The Guardian, 22 marzo 2013. URL consultato il 21 ottobre 2014 (archiviato il 28 luglio 2014).
  7. ^ a b c d (EN) Chris Osborne, Adebayo Akinfenwa takes Beast Mode to League Two play-off final, in BBC Sport, 17 maggio 2013. URL consultato il 21 ottobre 2014 (archiviato l'8 agosto 2014).
  8. ^ a b c (EN) Adebayo Akinfenwa: Wimbledon's 'Beast' - 10 things you never knew, in BBC Sport, 6 gennaio 2014. URL consultato il 6 gennaio 2015 (archiviato il 7 gennaio 2015).
  9. ^ a b c d e f (EN) Meet the Beast: Northampton's Akinfenwa is 16 stone and world's strongest footballer, in The Daily Mail, 22 marzo 2013. URL consultato il 21 ottobre 2014 (archiviato il 9 gennaio 2015).
  10. ^ a b c Akinfenwa, la "bestia" ha fatto paura a Mourinho, in La Gazzetta dello Sport, 20 luglio 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato il 22 ottobre 2014).
  11. ^ a b (EN) Aaron Flanagan, FIFA 15's strongest player Adebayo Akinfenwa admits he doesn't play as himself - as he's TOO SLOW! - Mirror Online, su mirror.co.uk, 25 settembre 2014. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato il 2 gennaio 2015).
  12. ^ a b c d (EN) Adebayo Akinfenwa hits beast mode for AFC Wimbledon against Chelsea, in The Daily Mail, 19 luglio 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato il 19 ottobre 2014).
  13. ^ a b c d e f Akinfenwa bomber lottatore: "Io, pronto per il wrestling" Archiviato il 15 aprile 2019 in Internet Archive., gazzetta.it.
  14. ^ a b c Stefano Boldrini, Inghilterra, Akinfenwa batte McNulty. Ma è calcio o sumo?, in La Gazzetta dello Sport, 17 agosto 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato il 22 ottobre 2014).
  15. ^ a b Premier League Chelsea, Akinfenwa "spaventa" Mou. Ma i Blues vincono 3-2!, in Il Corriere dello Sport, 20 luglio 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato dall'url originale l'11 giugno 2016).
  16. ^ a b Adebayo Akinfenwa, l’attaccante di cento chili che ha spaventato Mou, in Il Corriere della Sera, 20 luglio 2014. URL consultato il 24 settembre 2014 (archiviato il 3 ottobre 2014).
  17. ^ (EN) John Drayton, Adebayo Akinfenwa hits beast mode for AFC Wimbledon against Chelsea | Daily Mail Online, su dailymail.co.uk. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato il 19 ottobre 2014).
  18. ^ (EN) Dave Snelling, FIFA 15 SPECIAL: Stars Rio Ferdinand, Lethal Bizzle, Andros Townsend & Olly Murs | Tech | Life and Style | Beauty and Fashion UK, Horoscopes, su dailystar.co.uk, Daily Star, 23 settembre 2014. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato l'11 dicembre 2014).
  19. ^ (EN) How Port Vale will tackle the world's strongest footballer, in The Sentinel, 31 gennaio 2014. URL consultato il 2 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2014).
  20. ^ (EN) How Port Vale will tackle the world's strongest footballer, in The Sentinel, 31 gennaio 2014. URL consultato il 2 febbraio 2014 (archiviato dall'url originale il 25 febbraio 2014).
  21. ^ (EN) Standard Sport, Justice for Akinfenwa as AFC Wimbledon star is named FIFA 15's strongest player - Football - Sport - London Evening Standard, su standard.co.uk. URL consultato il 3 gennaio 2015 (archiviato l'11 ottobre 2014).
  22. ^ Adebayo Akinfenwa - Reti da Rigore Archiviato il 22 febbraio 2017 in Internet Archive., transfermarkt.it.
  23. ^ (EN) Akinfenwa out to play 'large' role for Swans, su icWales.co.uk. URL consultato il 2 luglio 2006 (archiviato il 13 luglio 2019).
  24. ^ (EN) Lithuania Cup 2000/01, in RSSSF.com. URL consultato il 21 ottobre 2014 (archiviato il 24 settembre 2015).
  25. ^ (EN) Swans finally recruit Akinfenwa, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 23 giugno 2016).
  26. ^ (EN) Swansea 1-0 Tranmere, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 23 giugno 2016).
  27. ^ (EN) Carlisle 1-2 Swansea, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 23 giugno 2016).
  28. ^ (EN) Northampton net striker Akinfenwa, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 23 giugno 2016).
  29. ^ (EN) Akinfenwa signs new Cobblers deal, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 23 giugno 2016).
  30. ^ (EN) Gillingham sign striker Adebayo Akinfenwa, su kentonline.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 24 giugno 2016).
  31. ^ (EN) Gillingham's Adebayo Akinfenwa joins Northampton Town, su news.bbc.co.uk. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 21 marzo 2016).
  32. ^ (EN) Accrington 2-4 Northampton Town, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 30 marzo 2019).
  33. ^ (EN) Adebayo Akinfenwa: 'The Beast' Northampton hat-trick shirt resold, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 29 novembre 2015).
  34. ^ (EN) Adebayo Akinfenwa: Gillingham re-sign ex-Northampton striker, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 10 aprile 2019).
  35. ^ (EN) Akinfenwa signs, su afcwimbledon.co.uk, 20 giugno 2014. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 20 giugno 2014).
  36. ^ (EN) AFC Wimbledon - Liverpool 1-2, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 13 maggio 2019).
  37. ^ (EN) Adebayo Akinfenwa to stay with AFC Wimbledon despite MLS interest, su theguardian.com. URL consultato il 19 maggio 2016 (archiviato il 4 febbraio 2016).
  38. ^ a b Akinfenwa: "Se avete un lavoro per me, scrivetemi su WhatsApp", su foxsports.it. URL consultato il 31 maggio 2016 (archiviato il 3 giugno 2016).
  39. ^ (EN) AFC Wimbledon - Plymouth 2-0, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 18 dicembre 2017).
  40. ^ (EN) Adebayo Akinfenwa: AFC Wimbledon icon released after play-off final win, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato il 30 dicembre 2018).
  41. ^ (EN) Adebayo Akinfenwa: 'The Beast' joins Wycombe Wanderers, su bbc.com. URL consultato il 25 aprile 2019 (archiviato l'8 novembre 2020).
  42. ^ Crawley Town 1-0 Wycombe, su it.soccerway.com, Soccerway.com, 6 agosto 2016. URL consultato il 6 agosto 2016 (archiviato il 22 agosto 2016).
  43. ^ Wycombe Wanderers 1-1 Accrington Stanley, su it.soccerway.com, Soccerway.com, 16 agosto 2016. URL consultato il 17 agosto 2016 (archiviato il 27 agosto 2016).
  44. ^ Accrington Stanley 2-2 Wycombe Archiviato il 16 aprile 2017 in Internet Archive., soccerway.com.
  45. ^ Port Vale 2-3 Wycombe Archiviato il 14 novembre 2017 in Internet Archive., soccerway.com.
  46. ^ Grimsby Town 2-3 Wycombe Archiviato il 15 dicembre 2017 in Internet Archive., soccerway.com.
  47. ^ Wycombe 3-3 Cheltenham Archiviato il 10 agosto 2020 in Internet Archive., soccerway.com.
  48. ^ (EN) EFL awards: Tom Cairney, Ruben Neves & Ryan Sessgenon on Championship shortlist, su bbc.co.uk, BBC Sport, 4 aprile 2018. URL consultato il 4 aprile 2018 (archiviato il 4 aprile 2018).
  49. ^ (EN) Wycombe Wanderers will play in the second tier of English football for the first time next season after edging past Oxford United in the League One play-off final at Wembley., su BBC, 13 luglio 2020. URL consultato il 14 luglio 2020 (archiviato il 13 luglio 2020).
  50. ^ a b Nei turni preliminari.
  51. ^ a b c d e f g h Regular season+Play-off

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]