Valentina Boni

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Valentina Boni
Dati biografici
Nazionalità Italia Italia
Altezza 155 cm
Peso 50 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Brescia Brescia
Carriera
Giovanili
1995-1998 Bardolino Bardolino
Squadre di club1
1998-2003 Bardolino Bardolino 118 (49)
2003-2004 Lazio Lazio 24 (9)
2004-2010 Bardolino Bardolino 104 (60)
2010-2012 Brescia Brescia 75 (29)
2013 600px Rosso e Blu3.png Valpolicella ()
Nazionale
2001- Italia Italia 60 (19)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 14 marzo 2009

Valentina Boni (Peschiera del Garda, 14 marzo 1983) è una calciatrice italiana centrocampista del Valpolicella.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Nata a Peschiera del Garda e residente a Rivoli Veronese (due comuni veronesi della parte Ovest-Lago di Garda della provincia), Valentina, dopo aver giocato diversi anni nella squadra di calcio maschile del comune di Cavaion, inizia la sua carriera all'età di 12 anni proprio nel Bardolino, squadra dell'omonimo paese dove cresce calcisticamente fino ad esordire in Serie A e ad ottenere, nella stagione 2001-2002, la convocazione in nazionale.

Proprio con l'avvento del terzo millennio i prodotti del vivaio del Bardolino, tra le quali spicca proprio Valentina Boni, nonché l'acquisto di ottime calciatrici nazionali come Patrizia Panico (arrivata nella stagione 2006-2007) portano la squadra benacense ai vertici del calcio femminile italiano, conquistando tutto a livello nazionale ed arrivando a giocare una semifinale di Coppa dei Campioni, prima volta per una società italiana. Proprio Valentina è stata capocannoniere nella stagione 2004-2005 con 32 reti.

Molto spesso decisiva per le sorti della propria squadra nelle partite che contano (suoi i gol delle vittorie nelle tre finali di Supercoppa Italiana), Valentina fin da giovane è il capitano e la bandiera del Bardolino, con la quale squadra ha giocato da sempre a parte la stagione 2003-2004, trascorsa nelle file della Lazio, ed ha ammesso che difficilmente lascerebbe la divisa giallo-blu se non per raggiungere degli obbiettivi ancor più grandi di quelli già raggiunti[1].

Ad inizio 2008 la Boni subisce un grave infortunio che le costa un'operazione alla gamba e più di due mesi di stop; rientra il 16 marzo 2008 nell'incontro di campionato contro la Reggiana, a due settimane di distanza dalla semifinale di Coppa dei Campioni contro il FFC Francoforte, poi persa con un parziale di 7 a 2.

Nel 2010 lascia il Bardolino per passare al Brescia.

Nella stagione 2012-13 passa al Fimauto Valpolicella.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Gioca nella nazionale maggiore dal 2001, dove col tempo si è ritagliata un ruolo di rilievo in squadra.

Ha preso parte al campionato europeo tenutosi nel 2005 in Inghilterra.

Nonostante le costanti e buone prestazioni con il club nel 2009 Valentina è stata più volte esclusa dalla nazionale maggiore del commissario tecnico Pietro Ghedin.

Cronologia delle presenze e delle reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]


Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Bardolino: 2004/2005, 2006/2007, 2007/2008, 2008/2009
Bardolino: 2005/2006, 2006/2007
Brescia: 2011/2012,
Bardolino: 2001, 2005, 2007, 2008

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Individuale[modifica | modifica sorgente]

2004/05 (32 gol)

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • È una grande fan di Roberto Baggio, e curiosamente la fascia di capitano che porta è la stessa utilizzata da Baggio quando giocava nelle file del Brescia.
  • Ha un proprio fans club, il "BONI TUTTI".

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Calcio Donne Net - Intervista a Valentina Boni

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]