Thirty-Three & 1/3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thirty-Three & 1/3
Artista George Harrison
Tipo album Studio
Pubblicazione 19 novembre 1976
Durata 39 min : 15 s
Dischi 1
Tracce 10
Genere Pop
Rock
Etichetta Dark Horse Records
Produttore George Harrison
Registrazione 24 maggio / 13 settembre 1976
George Harrison - cronologia
Album successivo
(1979)

Thirty-Three & 1/3 è il nono album solista di George Harrison. È stato il primo album dell'ex Beatle a essere pubblicato sotto la sua nuova etichetta personale, la Dark Horse Records. Il titolo deriva dall'età di Harrison durante la registrazione dell'album (33 anni e 4 mesi) e dalla velocità di riproduzione di un LP.

Finalmente libero dai limiti imposti dalla Apple, Harrison registrò un album più vivace e fresco dei due precedenti, ricevendo apprezzamenti dalla critica. Le vendite (aiutate da un'apparizione al Saturday Night Live in coppia con Paul Simon) furono ugualmente lusinghiere: 11º posto negli USA e 35° in Gran Bretagna. I singoli estratti ebbero un buon successo negli Stati Uniti: 19º posto per Crackerbox Palace e 25° per This Song. Si trattava in ogni caso di vendite ben lontane da quelle dei primi anni '70, che testimoniavano la progressiva perdita d'interesse nei confronti di Harrison. D'altro canto l'artista inglese stava a sua volta perdendo interesse per il mondo del music business: il seguito di Thirty-Three & 1/3 si farà attendere 3 anni.

Da notare la reinterpretazione di True Love (di Cole Porter) e This Song: si tratta di una canzone che ironizza sul celebre caso di plagio che coinvolse George Harrison e la sua My Sweet Lord.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Lato A

  1. Woman Don't You Cry for Me – 3:18
  2. Dear One – 5:08
  3. Beautiful Girl – 3:39
  4. This Song – 4:13
  5. See Yourself – 2:51

Lato B

  1. It's What You Value – 5:07
  2. True Love – 2:45
  3. Pure Smokey – 3:56
  4. Crackerbox Palace – 3:57
  5. Learning How to Love You – 4:13

Ristampa del 2004[modifica | modifica sorgente]

L'album è stato ristampato su CD nel 2004, sia individualmente sia come parte integrante del cofanetto The Dark Horse Years 1976-1992. La ristampa presenta suono rimasterizzato, un libretto molto curato e una bonus track.

  1. Tears of the world (brano originariamente destinato a Somewhere in England e rifiutato dall'etichetta discografica.

    Note[modifica | modifica sorgente]

    Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock