Pattie Boyd

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Modello}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Patricia Anne Boyd, più conosciuta come Pattie Boyd (Taunton, 17 marzo 1944), è una modella e fotografa britannica, ex-moglie del Beatle George Harrison e del chitarrista e cantante Eric Clapton.

È stata un'ispirazione per famose canzoni d'amore composte da entrambi i mariti, molto famose come Something, I Need You, For You Blue dei Beatles (George Harrison) e Wonderful Tonight, Layla, Bell Bottom Blues di Clapton.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

Pattie Boyd è nata a Taunton, Somerset, da Colin Ian Boyd Langdon e Diana Frances Drysdale. È la maggiore di quattro figli, prima di Colin (1946), Helen Mary (poi conosciuta come Jenny, 1947, in seguito sposata con Mick Fleetwood ), e Paula (1951). La famiglia Boyd stette in Nairobi, Kenya, dal 1948 al 1953, dopo suo padre diede le dimissioni dalla Royal Air Force a seguito di un infortunio grave come pilota durante la Seconda Guerra Mondiale. Diana e Colin divorziarono nel 1952, e la donna tornò in Inghilterra, con i suoi quattro figli, dopo il suo matrimonio con Robert Gaymer-Jones, avvenuto nel febbraio 1953 in Tanganica (oggi Tanzania). Hanno avuto due figli: David JB (1954) e Robert Jr. (1955). Pattie ha frequentato la scuola fino al 1961, poi si è trasferita a Londra nel 1962, e ha ottenuto il primo lavoro da Elizabeth Arden come volto di uno shampoo. Un cliente che ha lavorato per una rivista di moda le ha chiesto se avesse pensato a diventare una modella. E da lì Pattie ha cominciato la carriera nel campo della moda.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Patricia iniziò la sua carriera di modella nel 1962, ma fu rifiutata da molti fotografi che si lamentavano del suo look "non idoneo" e dei suoi denti, dicendole:Le modelle non assomigliano a dei criceti. Tempo dopo però un'agenzia la ingaggiò e Patricia fece la modella soprattutto a Londra, New York e Parigi (per Mary Quant, l'agenzia che la lanciò nel mondo della moda) e fu fotografata da famosi fotografi come David Bailey e Terence Donovan. È comparsa sulle copertine del Regno Unito e delle edizioni italiane di Vogue nel 1969. Dopo essere diventata la fidanzata di George Harrison, a Pattie è stato chiesto da Gloria Stavers di scrivere una rubrica per 16 Magazine intitolata Lettera di Pattie da Londra. Twiggy, la popolare modella inglese degli anni sessanta, ha affermato che quando iniziò la sua carriera di modella nel 1966, si basò proprio sul look della Boyd. Il 14 febbraio nel 2005 nella San Francisco Art Exchange aprì un'esibizione di fotografie intitolata Trough the Eyes of a Muse (Attraverso gli occhi di una musa) foto scattate da lei durante i suoi giorni di fidanzamento con Harrison e Clapton. L'esibizione fu di nuovo esposta sempre a San Francisco nel 2006 e poi per 6 settimane durante giugno e luglio a Londra sempre nel 2006.

L'amore con George Harrison[modifica | modifica wikitesto]

Patricia, che nel 1964 aveva solo 19 anni, conobbe George durante le riprese del film A Hard Day's Night, per il quale era stata presa per fare da studentessa fan dei Beatles. All'epoca lei era semi-fidanzata con Eric Swayne, che frequentò per circa un anno e così dovette rifiutare un primo appuntamento col Beatle, ma in compenso disse che era l'uomo più bello che lei avesse mai visto in vita sua. Una delle prime cose che George disse a Patricia fu «Ti sposeresti con me?», frase che i Beatles all'epoca dicevano ad ogni bella ragazza. Pattie rise a allora George disse «Bè, se allora non vuoi sposarmi, verresti con me a cena?». Un paio di giorni dopo, quando lei fu richiamata per girare di nuovo nel film, George le chiese nuovamente di uscire e stavolta lei accettò, avendo interrotto la relazione con Swayne. Il loro primo appuntamento fu nel Garrick Club a Covent Garden, in compagnia del manager dei Beatles, Brian Epstein. Da quel giorno divennero una coppia e si sposarono nel 1966.

Le prime tensioni[modifica | modifica wikitesto]

Il loro rapporto che all'inizio sembrava perfetto, da coppia invidiata per la loro bellezza e la loro apparente felicità, si fece invece sempre più complicato. Durante il viaggio in India dei Beatles con le loro compagne (che all'epoca erano Cynthia Lennon, Jane Asher, Maureen Cox e appunto Patricia Boyd) con i Beach Boys e Mia Farrow, Harrison scoprì la religione indiana, l'arte della meditazione ed ebbe una forte relazione con il Maharishi. Per George divenne una vera e propria ossessione, ne era completamente infatuato, Pattie molto di meno. Questo amore per la religione indiana rese George molto intrattabile. Non fu solo questo a minare definitivamente la loro relazione: durante la Beatlemania, quando i Beatles erano un grandissimo fenomeno, George (come d'altronde anche gli altri componenti del gruppo) non fece a meno delle droghe dell'abuso di alcool e ebbe relazioni con svariate ragazze, tra cui Maureen Cox, moglie del compagno Ringo Starr. Quando Patricia lo venne a sapere si sentì veramente ferita, non tanto da lui ma dall'amica: iniziarono così anche i tradimenti da parte sua, che includono anche il cantante dei Rolling Stones Mick Jagger e il Beatle John Lennon, che da sempre avevano mostrato un certo interesse per quella bella ragazza magra, bionda e sempre sorridente.

Eric Clapton[modifica | modifica wikitesto]

La loro relazione era praticamente alla fine, quando all'improvviso entrò nella loro storia Eric Clapton. I Beatles in generale erano grandi amici di Clapton, ma in particolare lo era George. I due si conobbero ad una festa nel '68. Eric iniziò a frequentare spesso la casa di George e Patricia, e lui perse la testa per la moglie dell'amico; si trattava di una vera e propria ossessione, tanto che Clapton arrivò a fingere un flirt con la sorella di Pattie, Paula, per conquistarla e cercare di avvicinarsi sempre più a lei. Alla fine scrisse una canzone d'amore dedicata a lei, la celeberrima Layla. Patricia all'inizio non cedette anche se era stata rapita da questa dedica d'amore. La brutta situazione di George però si ripeté anche dopo la fine dei Beatles e Pattie una volta per tutte stanca e smarrita decise di lasciarlo e andare da Eric nel '74. Dopo il loro matrimonio Eric le scrisse una nuova canzone, anche questa molto famosa, Wonderful Tonight.

Nuove delusioni[modifica | modifica wikitesto]

La vita con Clapton - che successivamente si unirà alla modella italiana Lori Del Santo, da cui avrà un figlio, Conor, morto in tragiche circostanze - però era diversa da quella che si aspettava. La dipendenza del musicista dall'alcool era per Pattie motivo di delusione. Il fatto di non essere riuscita ad avere un figlio da lui era motivo di ulteriore frustrazione. Eric si divertiva con altre donne ed era spesso ubriaco. Pattie quindi decise nel 1989 di sancire ufficialmente con un divorzio la separazione dal cantante e chitarrista.

Finalmente felice[modifica | modifica wikitesto]

Ritrova se stessa più avanti facendo la fotografa, e facendo svariate esposizioni con le foto da lei scattate ai suoi ex. Wonderful Tonight è il suo libro, autobiografia in cui racconta la sua vita con i due grandi del rock.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 11044352 LCCN: no2007099519