Stazione di Genova Brignole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 44°24′24.09″N 8°56′48.87″E / 44.406692°N 8.946908°E44.406692; 8.946908

Genova Brignole
stazione ferroviaria
Train station - Genoa Brignole.jpg
La stazione ferroviaria di Brignole
Stato Italia Italia
Localizzazione Piazza Verdi, Genova
Attivazione 1905
Stato attuale In uso
Linee Genova–Pisa
Tipo Stazione capotronco
Binari 16
Interscambi Autobus urbani ed extraurbani, metropolitana, servizio Volabus
Note categoria RFI gold

La stazione di Genova Brignole è una stazione ferroviaria della città di Genova, la seconda nell'ordine dell'importanza, situata in piazza Verdi, nelle immediate adiacenze del centro cittadino, alle falde del colle di Montesano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Stazione Brignole nel 1905, appena completati i lavori dell'edificio

La primitiva stazione fu realizzata in un'area ottenuta dal parziale sbancamento della collina retrostante in un'area che si affacciava su Piazzale Brignole (da cui il nome); dotata di un modesto fabbricato viaggiatori in legno, e venne inaugurata il 23 novembre 1868.

L'idea di trasformare tale impianto nel secondo scalo ferroviario nella città di Genova si concretizzò in occasione dell'Esposizione mondiale del 1905[senza fonte]; gli impianti ferroviari furono spostati qualche centinaio di metri ad est, verso il torrente Bisagno, e per alloggiare i numerosi servizi venne previsto un nuovo monumentale edificio, che si sarebbe affacciato sulla nuova Piazza Verdi, il cui progetto venne presentato nel 1902 dall'ingegnere Giovanni Ottino e prevedeva un fabbricato sviluppato per una lunghezza di 105 m, articolato in altezza in tre corpi di fabbrica composti secondo un asse di simmetria centrale.

Il fabbricato fu completato nel 1905: l'architettura riprende i motivi romantici della "rinascenza" di scuola francese, arricchita da ampi motivi decorativi. Le lesene gli stipiti e le cornici fino al primo piano sono in granito bianco. La facciata in stile romano, prospiciente Piazza Verdi, è decorata con stucchi e pietre delle cave di Montorfano, sul Lago Maggiore; le pareti delle sale interne sono decorate da pregevoli affreschi di De Servi, Berroggio e Grifo. Il corpo centrale della facciata è dominato da un grande corpo scultoreo riportante lo stemma cittadino, con statue di grifoni e scudo policromo a croce rossa su campo bianco, sormontato da una corona sulla quale è posto il capo bifronte del dio romano Giano; fra gli altri fregi, al livello del sottostante orologio, ad oriente, a bassorilievo lo stemma di Roma ed a destra quello di Torino.

Caratteristiche e servizio[modifica | modifica wikitesto]

La stazione Brignole funge attualmente da stazione di termine corsa di servizi diretti a Genova, sia regionali (treni da Alessandria/Pontedecimo e da Acqui Terme) che a lunga percorrenza (treni Genova-Roma e servizi a medio raggio da Milano e Torino), pur essendo interessata da un intenso traffico passante.

La stazione possiede nove binari passanti e uno di testa, posto a ovest del fabbricato viaggiatori.

Allo stato attuale, la stazione si articola su più livelli:

  • piano sotterraneo: occupato dalla centrale termica, da magazzini e cantine a servizio del ristorante e degli alloggi;
  • livello stradale: costituito dal Fabbricato Viaggiatori e sede della biglietteria, di attività commerciali, di strutture e uffici di FS e che ospita i marciapiedi di stazione ed il mezzanino della metropolitana;
  • piano rialzato: sede dei binari, occupato da attività di ristorazione, sala d'attesa, uffici e locali di servizio
  • piani superiori: sede di uffici FS e alloggi.

In termini di traffico passeggeri l'impianto vede la presenza di circa 60.000 utenti al giorno. La stazione ospita circa 300 treni al giorno ed è gestita da Rete Ferroviaria Italiana (RFI). La gestione dell'area commerciale del fabbricato viaggiatori è di competenza di Grandi Stazioni[3].

RFI classifica[4] la stazione nella categoria gold[5].

Riqualificazione[modifica | modifica wikitesto]

La stazione è stata inserita nel programma di riqualificazione dei principali scali italiani, curata da Grandi Stazioni, società controllata dalle Ferrovie dello Stato.

Nel lato nord della stazione è stata realizzata la stazione di Brignole della metropolitana di Genova, inaugurata il 22 dicembre 2012. Inoltre, RFI ha approvato il progetto proposto dal Comune di Genova che riguarda l'aggiunta di due banchine in più per la stazione riservate al traffico dei treni urbani, così facendo arrivare Genova Brignole ad avere 16 binari e due nuovi accessi anche dalle sponde destra e sinistra del torrente Bisagno, con due nuovi sottopassi.[senza fonte]

In contemporanea, Grandi Stazioni ha iniziato i lavori di riqualificazione della stazione FS chiudendo a metà il sottopasso ovest e l'atrio ovest di accesso alla stazione. Contemporaneamente ha inaugurato una nuova uscita e i nuovi servizi igienici nell'ex deposito bagagli all'estremo ovest dell'edificio, ovviamente riadattato e ammodernato. I lavori di restyling dovrebbero finire in contemporanea con i lavori della stazione di Genova Piazza Principe. Per quanto riguarda il primo lotto dei lavori (sottopasso e atrio ovest) si prevedeva l'autunno 2012, ma si è verificato uno slittamento al 27 dicembre 2013 a causa del fallimento della ditta che aveva le due stazioni in appalto.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

La stazione dispone di:

  • Biglietteria a sportello Biglietteria a sportello
  • Biglietteria automatica Biglietteria automatica
  • Sala d'attesa Sala d'attesa
  • Servizi igienici Servizi igienici
  • Posto di Polizia ferroviaria Posto di Polizia ferroviaria
  • Ufficio informazioni turistiche Ufficio informazioni
  • Bar Bar
  • Negozi Negozi

Interscambi[modifica | modifica wikitesto]

  • Fermata metropolitana Fermata metropolitana (Brignole)
  • Fermata autobus Fermata autobus
  • Stazione taxi Stazione taxi

Immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Settima edizione della guida per viaggiatori Italy, handbook for travellers, pubblicata nel 1886, prima edizione ad opera di Karl Baedeker (1801 - 1859), cartografia di Jahre H. Wagner e E. Debes
  2. ^ Dalla tredicesima edizione della guida per viaggiatori Italy, handbook for travellers, pubblicata nel 1906, prima edizione ad opera di Karl Baedeker (1801 - 1859), cartografia di Jahre H. Wagner e E. Debes
  3. ^ Le stazioni gestite da Grandi Stazioni, sul sito ufficiale dell'azienda.
  4. ^ Le categorie delle stazioni ferroviarie, sul sito di RFI SpA
  5. ^ RFI - Tutte le stazioni in Liguria

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Paolo Gassani, Per il 75º di una grande stazione: Genova Brignole al tempo del vapore, in I Treni Oggi, 2 (1981), n. 5, pp. 14-17
  • Adriano Betti Carboncini, La ferrovia ligure (prima parte), in I Treni Oggi, 13 (1992), n. 126, pp. 12-20
  • Sergio Vadora, Genova Brignole, in Mondo ferroviario viaggi, 26 (2011), n. 285, pp. 12-19
  • Corrado Bozzano, Roberto Pastore, Claudio Serra, Tra mare e monti da Genova alla Spezia, Nuova Editrice Genovese, Genova, 2010. ISBN 978-88-88963-38-9

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Genova Brignole
Direzione Stazione precedente Ferrovia Stazione successiva Direzione
Genova TriangleArrow-Left.svg Genova Piazza Principe Pfeil links.svg Genova–Pisa
 (2+542)
Pfeil rechts.svg Genova Sturla TriangleArrow-Right.svg Pisa