Polizia ferroviaria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Polizia ferroviaria
Logo ferroviaria.jpg
Distintivo da braccio
Descrizione generale
Attiva 1945 - oggi
Nazione Italia Italia
Servizio Stemma della Polizia di Stato 2007.svg Polizia di Stato
Tipo Specialità della Polizia
Ruolo Ordine pubblico
Controllo di mezzi e infrastrutture ferroviari
Indagine e repressione dei reati in ambito ferroviario
Pronto intervento
Dimensione circa 5 000 unità
Soprannome "Polfer"
"la ferroviaria"
Sito internet Polizia ferroviaria

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Polizia ferroviaria, detta anche Polfer è una delle quattro specialità della Polizia di Stato.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Compiti[modifica | modifica wikitesto]

La polizia ferroviaria è l'unico reparto di polizia ad operare nelle stazioni e lungo la rete ferroviaria. I suoi compiti sono principalmente quello di garantire la sicurezza nelle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni.

Un mezzo della Polfer alla Stazione di Roma Termini

Inoltre è competente per la rilevazione e le indagini sugli incidenti ferroviari, ed indaga su tutti i reati che avvengono in ambito ferroviario, con apposite squadre investigative, effettua la scorta a treni viaggiatori e treni tifosi, ed è quindi una specialità della Polizia di Stato.

Organico[modifica | modifica wikitesto]

La polizia ferroviaria si avvale di un organico superiore alle 5.000 unità distribuite su 15 compartimenti con competenza regionale, di sezioni e sottosezioni con sede nelle principali stazioni italiane e di 169 posti di polizia nelle altre stazioni che assicurano un copertura capillare nel territorio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]