Stadio Euganeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°25′56″N 11°51′30″E / 45.432222°N 11.858333°E45.432222; 11.858333

Stadio Euganeo Panoramica.JPG

Euganeo
Stadio Euganeo.JPG
Informazioni
Ubicazione Viale Nereo Rocco, 60
35135 Padova (PD)
Tel. +39 049 8723555
Italia Italia
Inizio lavori 1989
Inaugurazione 1994
Struttura Pianta rettangolare con tribune in cemento armato
Copertura Tutti i settori, tranne la Curva Sud e la Curva Nord
Pista d'atletica ad 8 corsie
Costo 60 miliardi di lire (preventivato), circa 80 miliardi di lire (costo finale)[1]
Ristrutturazione 1998-2000
Mat. del terreno Erba per il campo da calcio
Sintetico per la pista di atletica
Dim. del terreno 105 x 68 m
Proprietario Comune di Padova Padova-Stemma.png
Progetto Studio Gau
Uso e beneficiari
Calcio Biancoscudati Padova Biancoscudati Padova (2014-)
S. Paolo PD Atletico S. Paolo PD (2014-)
Padova Padova (1994-2014)
Cittadella Cittadella Padova (2000-2002)
Treviso Treviso (2005)
S. Paolo PD S. Paolo PD (2010)
Atletica leggera Athletics pictogram.svg Meeting Città di Padova
Capienza
Posti a sedere 32.420 (ridotti a 19.736)[2]
 

Lo Stadio Euganeo è il principale impianto sportivo della Città di Padova. Dal 1994 al 2014 ha ospitato le partite casalinghe della squadra di calcio del Padova. Dal 2014 ospita le partite del Biancoscudati Padova e dell'Atletico San Paolo Padova in Serie D.[3] Inoltre dal 1994 ospita anche manifestazioni internazionali di atletica leggera e concerti musicali.

In città sono presenti altri due importanti stadi: l'Appiani, ex campo ufficiale del Padova, ed il Plebiscito, dove gioca le partite casalinghe il Petrarca Rugby, che milita nel Campionato di Eccellenza.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Progetto[modifica | modifica sorgente]

La Tribuna Fattori e la Curva Sud dello Stadio Euganeo.

Il comune di Padova cominciò a valutare l'idea di costruire un nuovo impianto quando il Padova tornò in Serie B nel 1987. All'inizio il progetto originale[4]. prevedeva uno stadio da 48.000 posti con quattro tribune tutte coperte. Il medesimo progetto era stato proposto anche alle società di Torino e Juventus, che scelsero invece il progetto dello Stadio delle Alpi.

Costruzione[modifica | modifica sorgente]

I lavori di costruzione dell'Euganeo iniziarono il 2 dicembre 1989 con la posa della prima pietra in via Due Palazzi. Nel 1992, con i lavori che procedevano a rilento, l'assessore allo sport del comune di Padova, Sergio Verrecchia, sostenitore del progetto, venne coinvolto in Tangentopoli per aver ricevuto tangenti legate proprio alla costruzione dello stadio,[5] reato per il quale fu successivamente condannato. Lo stadio non era ancora stato ultimato quando nel 1994 il Padova vi disputò la sua prima partita in Serie A: erano ancora assenti le coperture delle gradinate e la Curva Sud. Nel 1998 i lavori ripresero con alcune modifiche dal progetto originale, per concludersi nella stagione 1999-2000, con il Padova in Serie C2, quando venne inaugurata la Curva Sud, destinata ai tifosi del Padova.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Il campo di calcio misura 105 metri di lunghezza per 68 metri di larghezza. L'impianto dispone di amplificazione sonora, barriere protezione porte, telone protezione campo, impianto di illuminazione, palestre per preriscaldamento, impianto TV a circuito chiuso interno, parcheggi per giocatori ed arbitri ed una pista d'atletica regolamentare. Gli spettatori distano al massimo 180 m dal campo, che è circondato da una cancellata interna.

Lo stadio è situato nelle immediate vicinanze della tangenziale ovest della città, a circa:

Capienza[modifica | modifica sorgente]

La Tribuna Est dello Stadio Euganeo.

La capacità dello Stadio Euganeo è di 32.420 posti (di cui 84 per la stampa), che sono stati ridotti a seguito del Decreto Pisanu del 2007 contro la violenza negli stadi[6]. Il 27 giugno 2007, il Calcio Padova ha annunciato la riduzione della capienza dell'Euganeo a 7.492 posti, in conformità alla Determinazione n. 31 del 2007 emanata dall'Osservatorio Nazionale sulle manifestazioni a carattere sportivo del Ministero degli Interni, che prevede l'adeguamento degli stadi alle norme anti-violenza per "gli impianti sportivi del gioco del calcio che hanno capienza superiore a 7.500 spettatori".[7] Precedentemente la capienza era già stata ridotta a 9.981 posti.

Nella stagione 2008-2009, la capienza per le partite di calcio è stata portata a 17.500 spettatori, grazie all'adeguamento al decreto Pisanu (tornelli, posti nominativi, telecamere interne ecc.); quella attuale è di 19.736 spettatori.[2] Per le partite riguardanti altri sport, invece, la capienza massima è quella ufficiale di 32.420 posti; lo stadio era pieno in ogni ordine di posti in occasione della partita di rugby Italia-Australia giocata l'8 novembre 2008.

Il totale 32.420 posti a sedere è suddiviso nel seguente modo:

  • Poltrone: 591
  • Tribuna Ovest: 7.047
  • Tribuna Est: 7.950
  • Gradinata Ovest: 5.056
  • Gradinata Est: 5.056
  • Curva Sud locali: 3.318
  • Curva Nord ospiti: 3.318
  • Tribuna Stampa: 84

Utilizzo dello stadio[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

Calcio Padova[modifica | modifica sorgente]

Una fase del test match Italia - Australia a Padova, 8 novembre 2008.

Il Calcio Padova ha disputato all'Euganeo le partite casalinghe di campionato a partire dal 1994, anno in cui fu festeggiato il ritorno in Serie A dopo 32 anni nelle serie inferiori. La prima partita di campionato sul nuovo terreno fu quella della stagione di Serie A 1994-1995, che l'11 settembre 1994 oppose i biancoscudati al Parma, terminata con la vittoria degli ospiti per 3 a 0.

Dal 1994 al 1999, gli ultras del Padova seguirono le partite dalla Tribuna sud-est, da qualche anno rinominata Tribuna Fattori in onore dello storico radiocronista della squadra Gildo Fattori. Nel 1999 venne completata la costruzione della Curva Sud e gli ultras vi si trasferirono. Quando nel 2009 il Padova tornò in Serie B, l'adeguamento dell'impianto ad una capienza superiore permise loro di tornare definitivamente alla Fattori, dove la visuale è molto migliore rispetto alla Curva Sud ed il prezzo ridotto rispetto alla Tribuna Est.

Dal 2006, all'interno dello stadio si è trasferita la sede del Calcio Padova, assieme a quella del comitato regionale del Coni[8], dell'Aia Padova della Federazione Ginnastica d'Italia Veneto e molte altre. Il 29 gennaio 2010, a cento anni esatti dalla fondazione del Calcio Padova, è stato inaugurato all'interno dello stadio il museo dedicato alla società[9].

Biancoscudati Padova e Atletico San Paolo Padova[modifica | modifica sorgente]

Dall'estate 2014, dopo l'esclusione del Calcio Padova dai campionati di Lega Pro e Serie D, l'Euganeo diventa la nuova casa del Biancoscudati Padova e dell'Atletico San Paolo Padova, entrambe militanti in Serie D.

Nazionali italiane[modifica | modifica sorgente]

  • Il 30 marzo 2005, all'Euganeo si disputò la partita amichevole tra le nazionali maggiori di Italia ed Islanda, finita 0-0.
  • Il 13 aprile 2011, si è svolta la partita amichevole dell'Under 21 Italia-Russia, finita 2-0 per gli azzurrini.[11]

Altre squadre[modifica | modifica sorgente]

In passato hanno giocato all'Euganeo anche il Cittadella, nelle stagioni 2000-2001 e 2001-2002 in Serie B, e il Treviso, che vi disputò le prime partite in casa della stagione 2005-2006 in Serie A.

All'inizio della stagione di Serie D 2010-2011, in questo impianto ha giocato una partita di campionato anche il San Paolo Padova, un'altra compagine cittadina, in attesa che venisse adeguato alle norme della Serie D lo Stadio Plebiscito.[12][13] Il San Paolo ha in seguito preferito disputare altre partite interne fuori provincia a causa degli eccessivi costi di gestione dello stadio.

Atletica leggera[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Meeting Città di Padova.

Lo stadio fu inaugurato il 10 luglio 1994[14] con il Meeting Città di Padova di atletica leggera, organizzato dalla locale società sportiva Assindustria. Questo evento, che si teneva in precedenza allo Stadio Daciano Colbachini nel quartiere Arcella, si svolge ogni anno e viene ritenuto uno dei più importanti in Italia, con la partecipazione di alcuni atleti di primo piano del panorama internazionale.

Rugby[modifica | modifica sorgente]

L'8 novembre 2008, si svolse il test match di rugby tra le nazionali di Italia ed Australia. Per la prima volta il grande rugby era approdato all'Euganeo. L'incontro, terminato 30-20 in favore degli ospiti,[15] fece registrare per la prima volta il tutto esaurito sugli spalti.[16]

Concerti[modifica | modifica sorgente]

R.E.M. in concerto allo Stadio Euganeo a Padova il 22 luglio 2003.

A partire dal 2000 l'impianto è stato usato per molti concerti musicali. Il primo artista a riempire lo stadio è stato Luciano Ligabue l'8 Settembre 2000.

  1. Luciano Ligabue (8 settembre 2000)
  2. Bon Jovi (27 giugno 2001)
  3. Vasco Rossi (28 settembre 2001)
  4. Claudio Baglioni (23 giugno 2003)
  5. R.E.M. (22 luglio 2003)
  6. Metallica (29 giugno 2004)
  7. Slipknot (29 giugno 2004)
  8. Lostprophets (29 giugno 2004)
  9. Eros Ramazzotti (13 luglio 2004)
  10. Vasco Rossi (15 settembre 2004)
  11. Luciano Ligabue (14 luglio 2006)
  12. Renato Zero (26 maggio 2007)
  13. Luciano Ligabue (20 luglio 2010)
  14. Bruce Springsteen (31 maggio 2013)
  15. Jovanotti (13 luglio 2013)
  16. Roger Waters (26 luglio 2013)
  17. Luciano Ligabue (12 luglio 2014)

Festival[modifica | modifica sorgente]

Dal 2004, nel settore nord dei parcheggi dello stadio ha luogo in estate tra giugno e luglio lo Sherwood Festival, organizzato dall'emittente padovana Radio Sherwood. L'evento dura circa un mese ed ospita concerti musicali di artisti di richiamo internazionale, rappresentazioni teatrali, dibattiti ecc. Oltre ad alcuni bar e ristoranti, sono presenti al festival un secondo palco per eventi minori, varie attività commerciali, una pista da ballo ed altre attrazioni.[17]

Difetti e controversie[modifica | modifica sorgente]

La Curva Nord dello Stadio Euganeo.

Il nuovo stadio fa ancora molto discutere i tifosi, quelli meno giovani oltretutto rimangono affezionati alle partite nello Stadio Appiani, situato nel centro cittadino. Il vecchio impianto era conosciuto come la "fossa dei leoni" per la vicinanza degli spettatori al campo da gioco e per il calore che i tifosi trasmettevano alla squadra.[18] Era facilmente raggiungibile sia dalla città che dalla provincia e la visuale era ottima.

Problemi strutturali[modifica | modifica sorgente]

Da molti il nuovo stadio è stato giudicato esteticamente brutto e scomodo.[1] La visuale dalle curve è ridotta, causa la grande distanza dal campo; inoltre, le gelate invernali rendono le curve stesse scivolose e a rischio. La forma rettangolare della pianta delle tribune intorno alla pista di atletica rende la visuale ulteriormente mediocre, con gradinate e tribune più lontane dal campo di gioco di quanto avrebbero potuto essere. La presenza della pista di atletica in uno stadio di queste dimensioni appare a molti discutibile.[19] Il meeting Città di Padova, l'unico evento di richiamo dell'atletica ospitato all'Euganeo, che si svolge un solo giorno all'anno, nonostante gli sforzi degli organizzatori e l'ingresso gratuito, ha visto la presenza di soli 6.000 spettatori nell'edizione del 2011.[20]

Trovandosi lontano dal centro cittadino, i tifosi biancoscudati lamentano la minore accessibilità rispetto al vecchio Appiani, malgrado le difficoltà di parcheggio nei dintorni di quest'ultimo. La mancanza di un servizio di autobus navetta rende problematico l'accesso all'Euganeo a chi non possiede mezzi propri; non è previsto durante le partite il potenziamento del servizio degli autobus di linea, la cui fermata più vicina si trova a circa 2 km.[21]

Per ovviare a tali problematiche, nel 2011 si sono fatte sempre più insistenti le voci relative a una riqualificazione dell'impianto come stadio esclusivamente calcistico, con l'eliminazione della pista di atletica.[22] A tale scopo esistono già dei progetti, sottoposti sia al Comune che alla dirigenza del Padova, uno dei quali prevede la costruzione di una nuova Curva Sud a ridosso del campo e una linea di tram che colleghi l'Euganeo al centro della città.[23][24]

Altri difetti[modifica | modifica sorgente]

Il 3 dicembre 2011, durante la partita tra Padova e Torino, si sono verificati diversi problemi all'impianto di illuminazione dello stadio (il secondo tempo è iniziato in ritardo perché non si sono accesi i fari) fino al completo blackout al 31° del secondo tempo (con lo spegnimento anche delle luci di emergenza, che dovrebbero sempre funzionare anche in caso di mancanza di elettricità). La partita è stata definitivamente sospesa e sono state date contrastanti versioni sull'origine del guasto (società e comune affermano che il problema è stato causato da un guasto ad una cabina esterna ma ENEL ha smentito).

Un'indagine del luglio 2012 ha riscontrato diversi difetti relativi alla costruzione e all'incuria dello stadio. Sono emerse in particolare preoccupanti crepe sui muri, l'intonaco che si scrosta, soprattutto quello dei muri esterni, il distacco di molti pannelli dei controsoffitti, la comparsa di muffa e stalattiti dovute all'umidità. L'indagine ha messo in luce anche alcune carenze igieniche, come la mancanza di pulizia del guano che si è depositato sui pavimenti delle tribune.[1]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c L’Euganeo oggi: tra carcasse di colombi, guano e sporcizia, Il Mattino di Padova
  2. ^ a b Stadio Euganeo padovacalcio.it
  3. ^ Faccia a faccia tra nuovo e vecchio Padova. URL consultato il 16 agosto 2014.
  4. ^ Progetto. URL consultato il 9 gennaio 2009.
  5. ^ Stadio di Padova: in manette 2 politici - Arrestati l'ex assessore PSI Sergio Verrecchia e l'attuale assessore allo Sport Diego Chiesa (PRI), Corriere della Sera, 15 luglio 1992
  6. ^ Testo del decreto Pisanu convertito in legge www.camera.it
  7. ^ determinazione nr. 31/2007 www.osservatoriosport.interno.it
  8. ^ Coni veneto
  9. ^ È nato il Calcio Padova Museum
  10. ^ SPAREGGIO DI QUALIFICAZIONE AL MONDIALE FEMMINILE: ITALIA - STATI UNITI, SABATO 20 NOVEMBRE ALL’EUGANEO, padovacalcio.it
  11. ^ Per gli Azzurrini di Ferrara amichevole contro la Russia a Padova il 13 aprile
  12. ^ I campi di gioco sanpaolocalcio.it
  13. ^ San Paolo al Plebiscito solo fra due mesi ricerca.gelocal.it
  14. ^ Storia del Meeting Città di Padova www.atleticamondiale.it
  15. ^ Italia, che peccato! Spaventata l'Australia www.gazzetta.it
  16. ^ Italia alla prova Wallabies, Padova spinge gli azzurri www.gazzetta.it
  17. ^ Sherwood Festival 2013, sherwood.it
  18. ^ Lazzaro, Pino: Nella fossa dei leoni. Lo Stadio Appiani di Padova nei ricordi di tanti ex calciatori biancoscudati, Ediciclo Editore, 2002. ISBN 9788885318724 (consultabile su Google Libri)
  19. ^ PADOVA, Nuovo Stadio Euganeo www.skyscrapercity.com
  20. ^ ROBLES EROE DI PADOVA, IL MEETING FESTEGGIA I VENTICINQUE ANNI www.atleticanet.it
  21. ^ Orario invernale 2012-2013 della linea 11, APS Holding
  22. ^ Euganeo, meeting di atletica a rischio. E adesso si pensa a eliminare la pista www.padovasport.tv
  23. ^ Stadio Euganeo, ecco il progetto per la nuova curva mattinopadova.gelocal.it
  24. ^ Padova Ovest, rivoluzione ecologica Ecco il piano dell’èquipe del prof. Trame corrieredelveneto.corriere.it

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]