Flavio Zanonato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Flavio Zanonato
Monogramma del Parlamento Europeo
Unione europea
Parlamento europeo
Flavio Zanonato
Luogo nascita Padova
Data nascita 24 luglio 1950
Partito Partito Democratico
Legislatura VIII
Gruppo PSE
Circoscrizione Circoscrizione Italia nord-orientale
Flavio Zanonato

Ministro dello Sviluppo Economico
Durata mandato 28 aprile 2013 –
22 febbraio 2014
Presidente Enrico Letta
Predecessore Corrado Passera
Successore Federica Guidi

Sindaco di Padova
Durata mandato 13 giugno 2004 –
10 giugno 2013
Predecessore Giustina Mistrello Destro
Successore Ivo Rossi (vicesindaco facente funzioni)

Durata mandato 6 giugno 1993 –
27 giugno 1999
Predecessore Paolo Giaretta
Successore Giustina Mistrello Destro

Dati generali
Partito politico PDS, DS e PD

Flavio Zanonato (Padova, 24 luglio 1950) è un politico italiano, Sindaco di Padova dal 1993 al 1999 e dal 2004 al 2013, è stato Ministro dello Sviluppo Economico nel Governo Letta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Cresciuto in un quartiere popolare, proviene da una famiglia operaia e cattolica. Il suo impegno politico inizia negli anni dei movimenti studenteschi. In breve tempo diventa consigliere comunale e segretario provinciale del Partito Comunista Italiano. Ha un fratello minore che è professore associato di chimica generale ed inorganica presso l'Università di Padova.

Carriera politica[modifica | modifica sorgente]

La sua carriera politica prosegue a Roma: Piero Fassino lo porta nella direzione nazionale del partito. In via delle Botteghe Oscure (sede del PCI) ricoprirà la carica di direttore del settore immigrazione ed emigrazione.

Nel 1993 diventa per la prima volta sindaco di Padova. Verrà quindi rieletto sindaco nel 1995, quando viene utilizzato il sistema dell'elezione diretta, e ricoprirà questa carica per quattro anni. Nel 1999 si candida alla riconferma, ma viene battuto al ballottaggio dalla candidata di Forza Italia Giustina Mistrello Destro.

Il 13 giugno 2004 il confronto elettorale si ripete: Zanonato viene eletto sindaco di Padova al primo turno con il 53,4% delle preferenze. Il sindaco, divenuto durante questo mandato famoso per la costruzione del "muro" di via Anelli, ha aderito nel 2007 al Partito Democratico, coordinato da Walter Veltroni e Dario Franceschini.

Il 22 giugno 2009 viene riconfermato sindaco di Padova, ottenendo al ballottaggio il 52% delle preferenze contro il 48% del candidato del centrodestra Marco Marin.

Il 27 aprile 2013 viene scelto per ricoprire la carica di ministro per lo sviluppo economico nel governo Letta. Il 22 febbraio 2014 viene sostituito da Federica Guidi con il governo Renzi.

In seguito si candida alle Elezioni europee del 2014 con il PD nella circoscrizione del Nord-Est. Con il 96.165 viene eletto come secondo nella Circoscrizione Nord-Est per il PD.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Ministro dello Sviluppo Economico Successore Emblem of Italy.svg
Corrado Passera 28 aprile 2013 - 22 febbraio 2014 Federica Guidi
Predecessore Sindaco di Padova Successore Padova-Stemma.png
Paolo Giaretta 1993 - 1999 Giustina Mistrello Destro I
Giustina Mistrello Destro 2004 - 2013 Ivo Rossi (vicesindaco facente funzioni) II

Controllo di autorità VIAF: 186211547 LCCN: no2011134296