Sabbath Bloody Sabbath

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sabbath Bloody Sabbath
Artista Black Sabbath
Tipo album Studio
Pubblicazione 1º dicembre 1973Regno Unito
gennaio 1974 Stati Uniti
Durata 42 min : 31 s
Dischi 1
Tracce 8
Genere Heavy metal
Rock progressivo
Etichetta Vertigo RecordsRegno Unito
Warner Bros Records
Stati UnitiCanada
Produttore Black Sabbath
Registrazione settembre 1973 nello studio no.4 dei Morgan Studios di Londra
Note disco d'argento in Regno Unito con 60.000 copie vendute
Certificazioni
Dischi d'oro Regno Unito
Regno Unito (1)
(Vendite: +100 000)

Stati Uniti
Stati Uniti (1)[2]
(Vendite: +500 000)

Canada
Canada (1)
(Vendite: +40 000)
Dischi di platino Regno Unito
Regno Unito (3)
(Vendite: +900 000)

Stati Uniti
Stati Uniti (1)[1]
(Vendite: +1 000 000)

Canada
Canada (1)
(Vendite: +80 000)
Black Sabbath - cronologia
Album precedente
(1972)
Album successivo
(1975)

Sabbath Bloody Sabbath è il quinto album della band heavy metal britannica dei Black Sabbath, pubblicato nel dicembre del 1973 per l'etichetta Vertigo Records. L'album ha un totale di vendite stimato di 2,9 milioni di copie in tutto il mondo.

Il disco[modifica | modifica sorgente]

L'album riscosse un grande successo in tutto il mondo. La sua caratteristica principale era una contaminazione tra il suono duro e pesante tipico del gruppo con atmosfere quasi progressive, dovuta soprattutto alla presenza di Rick Wakeman (reclutato in incognito da Iommi) come tastierista.

Tali atmosfere progressive sono in particolare evidenti in Who Are You, costituita quasi esclusivamente da riffs di sintetizzatore, e in Spiral Architect. Al fianco di tali brani ve ne sono tuttavia altri (come Sabbath Bloody Sabbath, Sabbra Cadabra e Killing Yourself to Live, brano scritto da Butler mentre era ricoverato in ospedale per operarsi al rene per via dei suoi abusi d'alcol) che mantengono il sound duro che caratterizza lo stile del gruppo.

L'origine del titolo di Sabbath Bloody Sabbath ha generato due ipotesi: la prima (più accreditata) che si riporta ad uno storpiamento del titolo del film di John Schlesinger Domenica, maledetta domenica; la seconda invece che si ispira ad un tragico episodio avvenuto nel gennaio 1972 a Londonderry, nell'Irlanda del Nord, quando un gruppo di B-Specials, i paracadutisti inglesi, nelle cui fila militavano soprattutto estremisti protestanti, aprì il fuoco su un gruppo di manifestanti unionisti cattolici, uccidendo tredici persone e ferendone altre cinquanta. L'accaduto è passato alla storia come Bloody Sunday (Domenica di Sangue) fu ricordato in seguito anche dagli U2 nel loro celebre brano Sunday Bloody Sunday.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

Tutti i brani sono stati composti da Ozzy Osbourne, Bill Ward, Geezer Butler e Tony Iommi.

  1. Sabbath Bloody Sabbath - 5:45
  2. A National Acrobat - 6:13
  3. Fluff - 4.09
  4. Sabbra Cadabra - 5:57
  5. Killing Yourself to Live - 5:41
  6. Who Are You? - 4:10
  7. Looking For Today - 5:01
  8. Spiral Architect - 5:31

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Collaboratori[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sabbath Bloody Sabbath, Platinum (Stati Uniti)
  2. ^ Sabbath Bloody Sabbath, "Gold Disc" (Stati Uniti)
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal