The Eternal Idol

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Eternal Idol
Artista Black Sabbath
Tipo album Studio
Pubblicazione 1º novembre 1987Regno Unito
8 dicembre 1987 Stati Uniti
Durata 42 min : 42 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Heavy metal
Etichetta Vertigo
Warner Bros.
Castle
Sanctuary
Produttore Jeff Glixman
Vic Coppersmith-Heaven
Chris Tsangerides
Registrazione 1986-87 negli Air Studios e nei Battery Studios, (Londra)
Black Sabbath - cronologia
Album precedente
(1986)
Album successivo
(1989)

The Eternal Idol è il tredicesimo disco in studio del gruppo heavy metal Black Sabbath, pubblicato nel novembre del 1987.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

La band presenta il suo ennesimo cambio di componenti: alla voce arriva Tony Martin, al basso Bob Daisley, uscito dal gruppo di Ozzy Osbourne. Ritorna inoltre, in veste di percussionista, Bev Bevan, che aveva suonato la batteria nel 1983 durante il tour dell'album Born Again. Inizialmente, il materiale conteneva parti cantante da Ray Gillen ma dopo la sua dipartita vennero re-incise con Martin (anche se esistono versioni molto rare con Gillen alla voce). Per certe ragioni, questo album presenta dei richiami ai primi periodi del gruppo, per la presenza di atmosfere sulfuree (la title-track presenta notabili elementi dei Black Sabbath dei primi album) conservando comunque il sound adottato in quel momento. Rispetto al precedente Seventh Star, questo capitolo discografico venne accolto meglio e vide una certa ripresa, anche se i risultati di vendita non si rivelarono dei più ottimali. La copertina raffigura una scultura di Auguste Rodin chiamata The Eternal Idol, come il disco in questione. Nonostante abbia suonato Daisley le parti di basso, tra i crediti compare ancora Dave Spitz.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutti i brani sono stati composti da Tony Iommi.

  1. The Shining - 5:58
  2. Ancient Warrior - 5:32
  3. Hard Life to Love - 4:58
  4. Glory Ride - 4:48
  5. Born to Lose - 3:43
  6. Nightmare - 5:19
  7. Scarlet Pimpernel - 2:06
  8. Lost Forever - 4:05
  9. Eternal Idol - 6:37

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Accreditato, ma non presente alle registrazioni dell'album
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal