Tyr (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Tyr
Artista Black Sabbath
Tipo album Studio
Pubblicazione 6 agosto 1990
Durata 39 min : 20 s
Dischi 1
Tracce 9
Genere Heavy metal
Etichetta I.R.S. Records
Produttore Black Sabbath
Registrazione febbraio - giugno 1990
Black Sabbath - cronologia
Album precedente
(1989)
Album successivo
(1992)

Tyr è il quindicesimo album in studio del gruppo heavy metal britannico Black Sabbath, pubblicato il 6 agosto del 1990.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

L'album vede l'entrata in studio del bassista Neil Murray (il quale sostituì Laurence Cottle poco prima dell'inizio del tour di Headless Cross), ex Whitesnake. Inizialmente pensato come un concept album riguardante la mitologia scandinava, in realtà l'album presenta solamente tre canzoni (The Battle of Tyr, Odin's Court e Valhalla) riguardanti l'argomento.[1]

Il nome dell'album (riportato sulla copertina con caratteri runici) è il nome del figlio di Odino, il dio supremo della mitologia norrena. L'album presenta delle sonorità simili al precedente Headless Cross ricevendo un ulteriore apporto di tastiere, diventate ormai un elemento fondamentale nelle sonorità dei Black Sabbath, totalmente differenti da quelle degli esordi. L'album ebbe dei buoni riscontri di vendita anche se inferiori al precedente.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Tutte le musiche scritte dai Black Sabbath, mentre i testi da Tony Martin.

  1. Anno Mundi (The Vision) – 6:12
  2. The Law Maker – 3:54
  3. Jerusalem – 3:59
  4. The Sabbath Stones – 6:48
  5. The Battle of Tyr – 1:08
  6. Odin's Court – 2:42
  7. Valhalla – 4:41
  8. Feels Good to Me – 5:43
  9. Heaven in Black – 4:05

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Scaletta del tour dell'album[modifica | modifica wikitesto]

Successivamente alla pubblicazione dell'album fu organizzato un tour in Europa partito da Wolverhampton e conclusosi a Schwerin in Germania[2]. Quella che segue è la scaletta dei brani proposti nelle date, in aggiunta ai brani The Sign of the Southern Cross e Feels Good to Me che sono stati proposti solo in alcune occasioni.

  1. Anno Mundi (The Vision)
  2. Neon Knights
  3. Headless Cross
  4. When Death Calls
  5. War Pigs
  6. The Shining
  7. Assolo di chitarra
  8. The Law Maker
  9. The Sabbath Stones
  10. Assolo di batteria
  11. Die Young
  12. Heaven and Hell
  13. Iron Man
  14. Children of the Grave
  15. Assolo di basso
  16. Sabbath Bloody Sabbath[3]
  17. Black Sabbath
  18. Electric Funeral[3]
  19. Scarlet Pimpernel
  20. Die Young[3]
  21. N.I.B.[3]
  22. Strangers in the Night[3]
  23. Supernaut[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E-mail di Neil Murray al webmaster del sito www.black-sabbath.com, pubblicata sul forum del sito
  2. ^ Lista delle date del tour di Tyr
  3. ^ a b c d e f Versione strumentale
Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal