Rudolf Kreitlein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Rudolf Kreitlein (14 novembre 191931 luglio 2012) è stato un arbitro di calcio tedesco attivo tra gli anni '50 e gli anni '60.

Inghilterra-Argentina 1966[modifica | modifica sorgente]

Kreitlein è, forse, più conosciuto per il suo arbitraggio del 1966 tra Inghilterra e Argentina nei quarti di finale del Campionato mondiale di calcio 1966, in cui ha espulso dal campo Antonio Rattin dopo 35 minuti per il dissenso.

Rattin inizialmente rifiutò di lasciare il campo, polemizzando furiosamente con Kreitlein (anche se l'uomo non capì lo spagnolo) e il gioco è stato bloccato per alcuni minuti fino a che Rattin decise di uscire anche se controvoglia. È stato anche durante la partita che Jack Charlton è stato ammonito, solo per scoprire il fatto il giorno dopo dal giornale. Come risultato di questo incidente Ken Aston sviluppò l'idea di cartellini gialli e cartellini rossi per aiutare la comunicazione in un campo di calcio. Kreitlein, che non aveva mai visto la partita in televisione, ha chiesto una copia del filmato alla Football Association nel 2006. Kreitlein venne ritirato dalla competizione dopo la partita.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Kreitlein venne alla ribalta nel calcio europeo già prima del Campionato mondiale di calcio 1966.

Era stato nominato come uno dei rappresentanti tedeschi per il 1963 UEFA Under in Inghilterra, arbitrare la finale tra Inghilterra e Irlanda del Nord a Wembley (i suoi assistenti sono stati il direttore d'orchestra e arbitro ungherese Istvan Zsolt e il belga Mark Raemaekers).

Kreitlein era stato un arbitro della Bundesliga dal 1963, ma aveva solo 36 partite di arbitrato a livello nazionale prima di essere nominato arbitro per la finale di Coppa dei Campioni 1965-1966 tra Real Madrid e Partizan Belgrado.

Vanta anche la direzione della finale di andata della Coppa Intercontinentale del 1965 tra Inter e Independiente.