Jack Taylor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jack Taylor
Jack Taylor referee.jpg
Informazioni personali
Arbitro di Football pictogram.svg Calcio
Nome Jack Taylor
Federazione Inghilterra Inghilterra
Professione macellaio
Attività nazionale
Anni Campionato Ruolo
1958-1977 First Division Arbitro

John Keith "Jack" Taylor detto Jack (Wolverhampton, 21 aprile 1930Shropshire, 27 luglio 2012) è stato un arbitro di calcio inglese.

È scomparso nel 2012 all'età di 82 anni.[1]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Il suo nome resterà consegnato alla storia soprattutto a seguito della direzione di gara nella memorabile finale del Campionato mondiale di calcio 1974, ma la carriera di fischietto inglese è costituita anche da altri eventi. Di professione macellaio, mestiere che gli viene tramandato dal nonno e dal padre, già nel 1948 si iscrive al corso per l'abilitazione all'arbitraggio. Nel 1958 debutta nella massima serie inglese e solamente tre anni più tardi viene onorato dell'incarico di direttore di gara nella finale di FA Cup, la Coppa d'Inghilterra. Nel 1963 è inserito nell'elenco degli arbitri FIFA, e vi sarebbe rimasto fino al 1977.

La prima esperienza in un Campionato mondiale di calcio è nel 1970, in Messico, dove gli viene affidata la partita Italia-Svezia. L'anno successivo, nel 1971, ha la soddisfazione di dirigere la finale di Coppa dei Campioni, a Londra, tra Ajax e Panathinaikos. Il grande e prolungato momento di forma lo porta, nel 1974, ad essere selezionato per la seconda volta ai Mondiali di calcio, disputati in Germania Ovest.

Qui è protagonista prima di Bulgaria-Uruguay, poi di Argentina-Germania Est, ed infine, prevalendo nel ballottaggio finale sullo scozzese Bob Davidson, gli viene assegnata la finale di Monaco di Baviera tra Germania Ovest e Olanda. La sua prestazione passa agli annali, perché Taylor è il primo arbitro ad accordare un calcio di rigore in una finale dei Mondiali: prima punisce l'intervento in area di rigore di Uli Hoeness su Johan Cruijff, e poi decreta un altro rigore, questa volta a favore dei tedeschi, per il fallo di Wim Jansen su Bernd Hölzenbein. Memorabili restano anche i suoi battibecchi durante l'incontro e l'intervallo con il fuoriclasse Cruijff, che ammonì a gioco fermo entrando negli spogliatoi alla fine del primo tempo.

Nel 1976 fa in tempo ad arbitrare il quarto di finale del Campionato europeo di calcio 1976 tra Spagna e Germania Ovest; poi, nel 1977, pone termine alla propria carriera internazionale, ma non interrompe definitivamente l'attività: accetta la proposta di contratto della Federazione brasiliana e per due anni arbitra nel campionato brasiliano. Vanta anche la direzione di una semifinale di Coppa delle Fiere (nel 1964), di una semifinale di Coppa delle Coppe (nel 1974) e di una semifinale di Coppa dei Campioni (nel 1976).

Nel 1979 diventa direttore commerciale dei Wolverhampton Wanderers, la squadra della sua città natale. Nello stesso anno la FIFA gli conferisce il prestigioso "FIFA Special Award".[2] Nel 1983 comincia invece l'esperienza di istruttore arbitrale all'estero, precisamente in Sudafrica e Arabia Saudita. Nel 1999 arriva la consacrazione finale: la FIFA lo inserisce nella Hall of Fame, in cui, fra gli arbitri, figura oltre a lui soltanto il francese Michel Vautrot.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Ufficiale dell'Ordine dell'Impero Britannico

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Jack Taylor OBE referee of 1974 World Cup final died aged 82 (en) Telegraph.co.uk
  2. ^ PITIDO INICIAL: FIFA Referees' Special Award

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 93077017