Opisthocomus hoazin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Hoatzin
Opisthocomus hoazin.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Opisthocomiformes
Famiglia Opisthocomidae
Swainson 1837
Genere Opisthocomus
Illiger, 1811
Specie O. hoazin
Nomenclatura binomiale
Opisthocomus hoazin
Muller, 1776
Sinonimi

Phasianus hoazin
Opisthocomus cristatus

Nomi comuni

Hoazin
Opistocomo crestato
Fagiano crestato

L'hoatzin (Opisthocomus hoazin Muller, 1776) è una specie di uccello tropicale diffuso in un'area geografica che copre i bacini del Rio delle Amazzoni e del fiume Orinoco nel Sud America.

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

La collocazione tassonomica di Opisthocomus hoazin è stata molto dibattuta.

In passato veniva assegnata all'ordine Galliformes per la sua somiglianza con questo tipo di uccelli.

Basandosi su analisi osteologiche si è poi stabilito di assegnarlo all'ordine dei Cuculiformes, per le similitudini con i Crotophaginae e la specie Guira guira.

Oggi la classificazione filogenetica preferisce inserirlo in un ordine tutto suo: Opisthocomiformes, comprendente una unica famiglia (Opisthocomidae).[2]

  • ordine Opisthocomiformes
    • famiglia Opisthocomidae Swainson, 1837
      • genere Opisthocomus Illiger, 1811
        • Opisthocomus hoazin Muller, 1776

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Pulcino di Hoazin in arrampicata su un ramo

L'hoatzin è un uccello delle dimensioni di un fagiano, che può arrivare ad una lunghezza totale di 65 centimetri. Ha un lungo collo con una piccola testa, con una faccia di solito blu ed occhi rossi. Il piumaggio ha un colore fulvio bruno mentre la testa è sormontata da una cresta con lunghe penne.

Una delle sue caratteristiche principali è il tubo digerente che nella parte anteriore dell'esofago dispone di un grosso gozzo e nella parte posteriore di due rigonfiamenti ricoperti da un sottile strato corneo.

Questo apparato digestivo è unico tra gli uccelli. Gli hoazin usano una sorta di fermentazione batterica nel primo tratto dell'apparato, come le mucche e i ruminanti in genere. Proprio per questo, ha un odore particolarmente sgradevole e non è quasi mai cacciato per essere mangiato, né dagli animali né dagli uomini. Inoltre, sempre per questo motivo, viene denominato anche "uccello fetente". I pulcini dispongono di una coppia dita artigliate sul margine delle ali che permettono loro di arrampicarsi sui rami. Sono capaci, inoltre, di nuotare. Questa caratteristica di conservare le dita artigliate della mano separate nello stadio di pulcino, sparendo poi in età adulta, è unica fra gli uccelli attuali e ricordano l'Archaeopteryx e i dinosauri piumati ritrovati in Cina.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

È diffuso in un ampio areale sudamericano lungo i bacini del Rio delle Amazzoni e del fiume Orinoco.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Gli hoazin si raggruppano in piccole colonie di 20-30 individui, sugli alberi e sugli arbusti tipici delle foreste sud-americane e degli habitat palustri e fluviali, molto spesso arrampicandosi goffamente su di essi. La loro dieta è composta in massima parte di foglie, frutti e fiori. Mangiano foglie di oltre cinquanta specie di piante. Uno studio effettuato in Venezuela ha scoperto che la dieta è composta per l'82% da foglie, per il 10% da fiori e per l'8% di frutta.[3]

Si tratta di una specie rumorosa che emette una varietà di versi, gemiti, sibili e grugniti.Questi versi vengono spesso accompagnati da movimenti del corpo e sono utilizzati per mantenere i contatti con gli altri individui del gruppo, per avvertire di eventuali minacce e, da parte dei pulcini, per richiedere il cibo.[3]

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

L'esatta consistenza numerica della specie non è stata stimata ma è ritenuto un uccello comune, con un areale geografico di 6.500.000 km².

La specie, in base ai criteri della IUCN Red List, è stata giudicata a basso rischio (Least Concern).[1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2008, Opisthocomus hoazin in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ Gill, F and D Donsker (Eds), Order Opisthocomiformes in IOC World Bird Names (ver 3.1), International Ornithologists' Union, 2012.
  3. ^ a b (EN) B. T. Thomas, Family Opisthocomidae (Hoatzins) in del Hoyo Josep, Jordi Andrew e Christie Sargatal (a cura di), Handbook of the Birds of the World. Volume 3, Hoatzins to Auks, Barcelona, Lynx Edicions, 1996, pp. 24–32, ISBN 84-87334-20-2.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Avise, J.C., W.S. Nelson, and C.G. Sibley. Why one kilobase sequences from mitochondrial DNA fail to solve the hoatzin phylogenetic enigma Molecular Phylogenetics and Evolution 1994; 3: 175-184.
  • Fain, M.G., and P. Houde. Parallel radiations in the primary clades of birds. Evolution 2004; 58: 2558-2573.
  • Hughes, J.M., and A.J. Baker.Phylogenetic relationships of the enigmatic hoatzin (Opisthocomus haozin) resolved using mitochondrial and nuclear gene sequences. Molecular Biology and Evolution 1999; 16: 1300-1307.
  • Sibely, C.G., and J.E. Ahlquist. Phylogeny and Classification of Birds. Yale University Press, 1990.
  • Sorenson, Michael D., E. Oneal, J. Garcia-Moreno, and D. P. Mindell. More Taxa, More Characters: The Hoatzin Problem is Still Unresolved. Molecular Biology and Evolution 2003; 20: 1484-1499.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli