Nexus One

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nexus One
Logo di Nexus One
Nexus One.png
Caratteristiche tecniche
Produttore HTC in collaborazione con Google
Tipo smartphone
Reti HSDPA, HSUPA
Connettività Wi-Fi (802.11b/g/n), Bluetooth 2.1+EDR, Micro-USB, A-GPS

Quad band GSM 850 900 1800 1900 MHz GPRS/EDGE and Tri-band UMTS 900 1700 2100 MHz or 850 1900 2100 MHz HSDPA/HSUPA

Disponibilità 5 gennaio, 2010 Stati Uniti
5 gennaio, 2010 Regno Unito
16 marzo, 2010 Canada
28 maggio, 2010 Italia
Sistema operativo Android 2.3.6 (consegnato con la 2.1)
Videocamera 5.0 megapixel
CPU 1 GHz Qualcomm Snapdragon ARM QSD 8250
Schermo 800 x 480 px
Dimensioni 119 x 59.8 x 11.5 mm
Peso 130 g
Successore Nexus S
 

Nexus One è il primo smartphone presentato con il marchio Google. È prodotto da HTC ed è stato presentato il 5 gennaio 2010. È stato rilasciato con la versione 2.1 del sistema operativo Android, e nei mesi successivi ha ricevuto aggiornamenti ufficiali alle versioni 2.2 e 2.3. Il nome Nexus One può essere, anche se non è stato ufficializzato, un riferimento al romanzo di fantascienza di Philip K. Dick Il cacciatore di androidi, da cui è anche stato tratto il film Blade Runner[1].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

  • Rete HSDPA/HSUPA
  • Processore Qualcomm Snapdragon QSD 8250 1 GHz
  • RAM 512MB
  • ROM 512MB
  • Memoria interna da 512MB
  • Memoria esterna Micro SD espandibile fino a 32GB
  • Fotocamera da 5 Megapixel con flash
  • Schermo AMOLED (successivamente sostituito con un analogo Super LCD) da 3,7 pollici touch-screen capacitivo multi-touch
  • A-GPS
  • Bussola digitale
  • Connessione Bluetooth 2.1 EPR e A2DP per cuffie bluetooth
  • Connessione Wi-Fi b/g/n
  • Magnetometro
  • Accelerometro
  • Sensore di luce ambientale
  • Sensore di prossimità

Disponibilità[modifica | modifica wikitesto]

Il Nexus One è disponibile negli USA al prezzo di 529$, in Italia a 499€ con l'operatore Vodafone (in entrambi i casi il cellulare non è bloccato ad uno specifico carrier). L'Europa ha dovuto aspettare quattro mesi per il lancio ufficiale, avvenuto il 30 aprile in Gran Bretagna con la Vodafone, subito seguito in tutto il resto d'Europa nell'arco di un mese, sempre con lo stesso operatore.

Comparazione con l'HTC Desire[modifica | modifica wikitesto]

Un HTC Desire

Il Nexus One ha internamente una forte somiglianza con il HTC Desire, quest'ultimo ha però alcune differenze[2][3][4][5][6][7]:

  • Una scocca differente
  • Un trackpad ottico invece della trackball
  • Una fila di pulsanti fisici invece di pulsanti touch-sentitive
  • Inclusione della radio FM
  • Assenza del microfono secondario per l'attenuazione del rumore, sostituito da un software equivalente
  • Assenza degli attacchi pin per il dock
  • 576 MB DRAM invece di 512 MB DRAM
  • Dual band HSPA/WCDMA: 900/2100 MHz (850/2100 Telstra Australia),[8] invece del Tri-band
  • Interfaccia HTC Sense inclusi i live wallpaper
  • Adobe Flash Lite 4 incorporato
  • Assenza del software di riconoscimento vocale, con la possibilità però di essere scaricato
  • Supporto e aggiornamenti attraverso HTC anziché Google

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo mese di commercializzazione si stima che siano stati venduti 80 000 telefoni cellulari, nello stesso periodo i telefoni concorrenti iPhone e Droid hanno venduto 600 000 e 525 000 pezzi rispettivamente, mostrando che il dispositivo di Google ha ricevuto un'accoglienza tiepida da parte del mercato. Gli analisti hanno addebitato il modesto successo del telefono alle politiche commerciali di Google.[9] La motivazione di queste basse vendite è addebitata al fatto che Google ha commercializzato il Nexus One tramite un negozio online. Ultimamente, Google ha annunciato che comincerà piano piano a vendere il proprio smartphone anche via carrier telefonici (nel caso europeo, Nexus One verrà distribuito da Vodafone). Per adesso è disponibile in USA, Regno Unito, Francia, Spagna e Hong Kong. Dal 1 giugno è disponibile in Italia con l'operatore Vodafone. È stata molto criticata la commercializzazione di Vodafone,in quanto ha subito continue posticipazioni, ufficialmente a causa dell'indisponibilità del prodotto rispetto alla richiesta. Inoltre, all'uscita Italiana, è stato scoperto che la confezione che è attualmente in vendita con Vodafone, non contiene il caricabatterie e gli auricolari originali HTC, ma dei prodotti di qualità scadente. Nel luglio del 2010 Google ha ufficializzato che non venderà più il telefono dallo shop online del suo sito, ma solo attraverso negozi e Carrier locali.[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nexus Name Irks Author's Estate, The Wall Street Journal.
  2. ^ HTC Desire vs. Google Nexus One, Slashgear.
  3. ^ HTC Desire: Nexus One with Flash and Sense, Icrontic.
  4. ^ Slashgear
  5. ^ androidboss
  6. ^ androidguys
  7. ^ iHelplounge
  8. ^ HTC Desire Specifications - Smartphones & PDA Phones, Cnet.com.au, 6 aprile 2010. URL consultato il 9 luglio 2010.
  9. ^ Il googlefonino conquista Linus. E pochi altri, Punto Informatico, 8 febbraio 2010. URL consultato l'8 febbraio 2010.
  10. ^ Google Nexus One: presto verrà chiuso lo store online, 18 luglio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]