Marina di Grecia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Principessa Marina
La duchessa e il duca di Kent nel 1934
La duchessa e il duca di Kent nel 1934
Duchessa di Kent
Stemma
Successore Katharine Worsley
Nome completo Marina[1]
Nascita Atene, Grecia
Morte Kensington Palace, Londra
Luogo di sepoltura Royal Burial Ground
Dinastia Casato di Windsor
Casato di Schleswig-Holstein-Sonderburg-Glücksburg
Padre Principe Nicola di Grecia e Danimarca
Madre Granduchessa Elena Vladimirovna di Russia
Consorte di George, duca di Kent
Figli Edward, duca di Kent
Alexandra, onorevole Lady Ogilvy
Michael di Kent
Religione greca ortodossa

Marina di Grecia (Atene, 13 dicembre 1906Kensington Palace, 27 agosto 1968) nata principessa di Grecia e Danimarca, divenne un membro della famiglia reale britannica per via del suo matrimonio con il principe Giorgio, duca di Kent, il quarto figlio di Giorgio V e della regina Maria.[2] Essa fu l'ultima principessa straniera a sposarsi nel casato di Windsor.

Marina era prima cugina del principe Filippo, duca di Edimburgo, e quando questi nel 1947 sposò Elisabetta II, divenne anche sua zia.

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Marina nacque ad Atene il 13 dicembre 1906, figlia del principe Nicola di Grecia, terzo figlio del re Giorgio I di Grecia, e di sua moglie, la granduchessa Elena Vladimirovna Romanova, nipote dello zar Alessandro II di Russia.

Venne battezzata verso la fine del 1906. Furono suoi padrini:

La famiglia era relativamente povera e venne costretta all'esilio quando la Principessa aveva undici anni, a seguito del rovesciamento della monarchia in Grecia; si rifugiarono a Parigi e viaggiarono in tutta Europa assieme ai loro molti parenti.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Marina in un ritratto fotografico, da lei autografato, del giorno delle nozze

Il 29 novembre 1934 sposò il principe Giorgio, duca di Kent, nell'abbazia di Westminster, a Londra. La coppia ebbe tre figli:

Marina restò tragicamente vedova il 25 agosto 1942, quando il marito rimase ucciso in un incidente aereo sopra Eagles Rock, vicino a Dunbeath, nella contea di Caithness, in Scozia, mentre era in servizio attivo con la Royal Air Force.

Vita matura[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la morte del marito, la Duchessa di Kent continuò ad essere un membro molto attivo della famiglia reale, assumendo un gran numero di incarichi reali ed ufficiali. Per lungo tempo fu la presidentessa dell'All England Lawn Tennis and Croquet Club di Wimbledon.

Nel marzo 1957, quando il Ghana ottenne l'indipendenza dalla Gran Bretagna, Marina venne nominata rappresentante della Regina per le celebrazioni. Cinquant'anni dopo, al cinquantesimo anniversario della ricorrenza, fu suo figlio, il principe Edoardo, duca di Kent, a fare le veci della sovrana.

Appena prima del matrimonio dell'attuale Duca di Kent con Katharine Worsley, nel giugno 1961, Marina di Grecia annunciò che avrebbe desiderato essere conosciuta con l'appellativo Sua Altezza Reale Principessa Marina, Duchessa di Kent invece che come Sua Altezza Reale La Duchessa Madre di Kent (nel 1934, con il matrimonio, ella divenne Sua Altezza Reale La Duchessa di Kent, Contessa di St. Andrews, e Baronessa Downpatrick). La regina Elisabetta II la accontentò e le concesse questo cambio nel titolo tradizionale. Marina rimase comunque una principessa di Grecia e di Danimarca e, dopo il matrimonio del figlio maggiore, ella ritornò ai suoi propri titoli principeschi.

Nel settembre 1966, quando il Protettorato del Bechuanaland divenne la nuova Repubblica del Botswana, la Duchessa di Kent venne nuovamente nominata a rappresentare la Regina per le manifestazioni; il principale ospedale pubblico di Gaborone, la nuova capitale, venne chiamato in suo onore Princess Marina Hospital.

Ella fu inoltre il primo cancelliere dell'Università del Kent a Canterbury, dal 1963 fino alla sua morte avvenuta per un tumore cerebrale a Kensington Palace il 27 agosto 1968, all'età di sessantuno anni.

Cultura di massa[modifica | modifica wikitesto]

La principessa Marina fu il soggetto della canzone She's Bought a Hat Like Princess Marina (in italiano: Si è comprata un cappello come la principessa Marina), scritta da Ray Davies ed incisa dal suo gruppo, The Kinks, per il loro album del 1969 Arthur (Or the Decline and Fall of the British Empire) (in italiano: Arthur (o il declino e la caduta dell'impero britannico)).

Titoli nobiliari e nomine militari onorari[modifica | modifica wikitesto]

Titoli nobiliari[modifica | modifica wikitesto]

  • 13 dicembre 1906 – 29 novembre 1934: Sua Altezza Reale Principessa Marina di Grecia e Danimarca
  • 29 novembre 1934 – 8 giugno 1961: Sua Altezza Reale La Duchessa di Kent
  • 8 giugno 1961 – 27 agosto 1968: Sua Altezza Reale Principessa Marina, Duchessa di Kent

Nomine militari onorarie[modifica | modifica wikitesto]

  • Colonnello in Capo, del Reggimento del Kent
  • Colonnello in Capo, del Reggimento Reale Personale della Regina del Kent Occidentale
  • Colonnello in Capo, del Reggimento del Dorset
  • Colonnello in Capo, del Reggimento Scozzese dell'Essex e del Kent
  • Colonnello in Capo, del Reggimento del Devonshire e del Dorset
  • Colonnello in Capo, dei Corpi degli Ingegneri Elettrici e Meccanici Reali
  • Colonnello in Capo, del Reggimento della Regina (Alleati)
  • Colonnello Onorario, del Battaglione del Buckinghamshire, della Fanteria leggera dell'Oxfordshire e Buckinghamshire
  • Colonnello Onorario, del 4º Battaglione, della Fanteria leggera dell'Oxfordshire e Buckinghamshire
  • Colonnello Onorario, del 431 LAA Reggimento RA
  • Colonnello Onorario, del 299° (Cavalleria Leggera Reale del Buckinghamshire, Ussari Personali della Regina dell'Oxfordshire, e del Berkshire) Reggimento di Campo, RA
  • Colonnello Onorario, del Reggimento del Buckinghamshire, RA (Territoriali)
  • Colonnello, dei Buff Personali della Regina
  • Australia Comandante Onorario, del Servizio Navale Femminile Reale Australiano

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Il monogramma personale della principessa Marina, duchessa di Kent.

Onorificenze britanniche[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine della Corona d'India - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine della Corona d'India
Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Reale Vittoriano
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Impero Britannico
Dama di Gran Croce del Venerabile Ordine di San Giovanni - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce del Venerabile Ordine di San Giovanni
Dama dell'Ordine Famigliare Reale di Re Giorgio V - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine Famigliare Reale di Re Giorgio V
Dama dell'Ordine Famigliare Reale di Re Giorgio VI - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine Famigliare Reale di Re Giorgio VI
Dama dell'Ordine Famigliare Reale della Regina Elisabetta II - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine Famigliare Reale della Regina Elisabetta II

Onorificenze straniere[modifica | modifica wikitesto]

Dama di Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del liberatore San Martín (Argentina)
Dama di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine Nazionale della Croce del Sud (Brasile)
Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine al Merito (Cile)
Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine dell'Aquila Azteca (Messico)
Dama di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine del Sole del Perù (Perù)
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Beneficenza (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Beneficenza (Regno di Grecia)
Dama di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Olga e Santa Sofia (Regno di Grecia) - nastrino per uniforme ordinaria Dama di Gran Croce dell'Ordine di Sant'Olga e Santa Sofia (Regno di Grecia)
— [3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Poiché reale titolato, Marina non ebbe alcun cognome dopo il matrimonio ma, quando era utilizzato, era Windsor.
  2. ^ Genealogia della famiglia reale britannica. (archiviato dall'url originale il ).
  3. ^ Boda de Juan Carlos de España y Sofía de Grecia

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 76160297