Caithness

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Localizzazione di Caithness

Caithness (Gallaibh in lingua gaelica scozzese[1]) è una contea di registrazione, area di luogotenenza e contea tradizionale della Scozia.

Caithness confina con la contea storica di Sutherland ed è circondata per la restante parte dal mare. Il confine terrestre segue uno spartiacque ed è attraversato da due strade, la A9 e la D836, e una ferrovia, la Far North Line. Lungo il Pentland Firth i traghetti collegano Caithness con le Orcadi e Caithness conta anche un aeroporto situato a Wick. L'isola di Stroma, sul Pentland Firth, appartiene a Caithness.

Il nome fu utilizzato anche per la contea di Caithness e per la circoscrizione di Caithness al Parlamento del Regno Unito dal 1708 al 1918. I confini non sono identici in tutti i contesti, ma l'area di caithness è oggi interamente compresa all'interno dell'area amministrativa Highland.

Caithness è una delle vice-contee Watsoniane, ossia le suddivisioni della Gran Bretagna e Irlanda che sono utilizzate per scopi di registrazioni biologiche e altre raccolte di dati scientifici. Le vice-contee furono introdotte da Hewett Cottrell Watson che le utilizzò per primo nel terzo volume del suo Cybele Britannica pubblicato nel 1852. Ridefinì in qualche modo il sistema nei volumi successivi, ma le vice-contee rimasero immutate nelle successive riorganizzazioni locali, permettendo ai dati storici e moderni di poter essere comparati agevolmente e accuratamente.

Toponimia[modifica | modifica wikitesto]

La parte Caith viene dal nome di una tribù di Pitti conosciuta come Cat o Catt, o ancora Catti. Il suffisso -ness viene dal norreno e significa promontorio. I norreni chiamavano l'area Katanes (promontorio del popolo Catt) e nei tempi il nome mutò in Caithness.[2]

Il nome gaelico di Caithness,Gallaibh, significa "tra gli stranieri" (i norreni). I Catti sono rappresentati nel nome gaelico del Sutherland orientale, Cataibh,[2] e nell'antico nome gaelico delle Shetland, Innse Chat.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Caithness si estende per circa 50 chilometri da nord a sud e per circa 50 chilometri da est a ovest, con un'area di circa 1844 km². La topografia è piatta, in contrasto con la maggior parte della parte restante del nord della Scozia. Fino all'ultima parte del XX secolo, quando in grandi aree vennero piantate conifere, il profilo della regione era ancora più notevole per la quasi totale assenza di foreste.

Panorama di Caithness, guardando verso Halkirk da Beinn Freiceadain

La geologia di Caithness è costituita da Old Red Sandstone fino ad una profondità stimata di circa 4.000 metri. Questa sandstone consiste di sedimenti cementati del Bacino Orcadiano che si suppone si estendesse dalle Shetland fino a Grampiani, durante il Devoniano circa 370 milioni di anni fa. Pesci e piante fossilizzati sono stati ritrovati tra gli strati di sedimento; vecchie rocce metamorfiche (granito) si trova nell'area di Scaraben e Ord, nell'area relativamente alta a sud-ovest della contea. Il punto più alto di Caithness, Morven, si trova proprio in quest'area.

Data la facilità con cui la sandstone si scompone per formare grandi lastre piatte (lose), essa è un materiale da costruzione molto utile, ed è utilizzato come tale sin dai tempi del Neolitico.

Caithness è una terra di pascoli ondulati, brughiere e insediamenti molto sparpagliati. La costa a nord e ad est offre notevoli scenari, e dà riparo a grandi e importanti colonie internazionali di uccelli marini. Le aree circostanti del Pentland Firth e del Mare del Nord contengono una grande diversità di fauna marina; allontanandosi dalla costa, il panorama è dominato dalla brughiera aperta e dalle torbiere conosciute come Flow Country, che corrisponde alla più grande estenzione di torbiere in Europa, sconfinando anche nel Sutherland. La Flow Country è divisa lungo le straths (valli fluviali) da fertili terreni agricoli.

Storia antica[modifica | modifica wikitesto]

La terra di Caithness è ricca dei resti dell'occupazione preistorica. Questi resti comprendono il Grey Cairns of Camster, lo Stone Lud, la Hill O Many Stanes, un complesso di siti situato attorno al Loch Yarrows e oltre 100 broch. Una struttura sotterranea preistorica a Caithness è stata paragonata a scoperte a Midgarth e su Shapinsay.[3] Molti castelli sulla costa (oggi ridotti a rovine) sono di fondazione norrena.[4] Quando arrivarono i norreni, probabilmente nel X secolo, la terra era probabilmente dei Pitti, ma con cultura soggetta a influenze goideliche del Cristianesimo celtico. Il nome Pentland Firth può avere come significato Fiordo dei Pitti.

Molte bande di coloni norreni si insediarono nella regione, e gradualmente si stabilirono sulla costa. Sul lato di Latheron, nella parte meridionale, estesero i loro insediamenti fino a Berriedale. Diversi nomi di luoghi, e molti cognomi nella parte pianeggiante della contea sono di origine norrena.

Per un lungo periodo la sovranità di Caithness fu contesa tra la Scozia e la Contea di Orkney, legata alla Norvegia. Nel 1196 circa, il conte Harald Maddadsson acconsentì a pagare un tributo monetario per Caithness a Guglielmo I di Scozia; la Norvegia riconosce Caithness come appartenente alla Scozia sin dal Trattato di Perth del 1266.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scots Language Centre: Scottish Place Names in Scots
  2. ^ a b Gaelic and Norse in the Landscape: Placenames in Caithness and Sutherland. Scottish National Heritage. pp.7-8
  3. ^ C.Michael Hogan, Castle bloody, The Megalithic Portal, ed. A. Burnham, 2007
  4. ^ Scholarly essays in J.R. Baldwion and I.D. Whyte, eds. The Viking Age in Caithness, Orkney and the North Atlantic (Edinburgh University Press) 1993, give an overview.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Regno Unito Portale Regno Unito: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Regno Unito