Lotus 80

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lotus 80
Lotus 80 2008 Silverstone Classic.jpg
Una Lotus 80 al Silverstone Classic meeting 2008
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Team Lotus
Categoria Formula 1
Squadra Martini Racing Team Lotus
Progettata da Colin Chapman
Martin Ogilvie
Peter Wright
Tony Rudd
Sostituisce Lotus 79
Sostituita da Lotus 81
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Monoscocca in alluminio
Motore Ford Cosworth DFV 2993 cc V8
Trasmissione Lotus/Hewland FGA a 5 rapporti manuale
Dimensioni e pesi
Passo 2743 mm
Peso 625 kg
Altro
Carburante Essex
Pneumatici Goodyear
Risultati sportivi
Debutto Gran Premio di Spagna 1979
Piloti 1. Mario Andretti
Palmares
Corse Vittorie Pole Giri veloci
3 0 0 0

La Lotus 80 è stata una monoposto di Formula 1 utilizzata dal Team Lotus nella stagione 1979. Progettata da Colin Chapman, Martin Ogilvie, Peter Wright e Tony Rudd tentò di sfruttare il più possibile l'effetto suolo. L'elevata deportanza avrebbe permesso alla vettura di correre senza alettoni.

L'auto si presentò nella classica livrea automobilistica verde britannica dopo l'abbandono dello sponsor John Player Special. Durante alcune sessioni di test Mario Andretti riferì che in velocità la vettura si comportava bene, ma in frenata ed in curva perdeva deportanza in modo allarmante riguadagnandola in modo improvviso. Il team provò a montare alettoni, ma la situazione non cambiò.

Andretti corse tre Gran Premi sulla Lotus 80, mentre il compagno di squadra Reutemann si rifiutò di pilotarla e rimase alla guida del modello 79.

Colin Chapman ammise che la vettura progettata non era la meraviglia che ci si sarebbe aspettati, e dopo il terzo posto in Spagna e le gare in Belgio e a Monaco tornò ad utilizzare il modello 79.

Le soluzioni aerodinamiche espresse nella Lotus 80 saranno riutilizzate nel successivo modello 88.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Formula 1 Portale Formula 1: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Formula 1