Lega (unità di misura)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Lega è stata un'unità di misura di distanza, e in particolare di percorsi terrestri o marittimi[1] a lungo diffusa in Europa ed in America latina, originatasi nella Roma antica.

Oggi non è più un'unità ufficiale in nessuna nazione, ma viene sporadicamente usata in parallelo a quelle ufficiali, particolarmente in ambito rurale. La lega era un'unità di lunghezza, variante da luogo a luogo, ed esprimeva originariamente, la distanza che una persona, o un cavallo, poteva percorrere al passo in un'ora di tempo (a seconda dei luoghi una grandezza variabile tra i 4 e i 6 chilometri).

Differenti definizioni[modifica | modifica wikitesto]

La Lega aveva valori diversi da paese a paese[2].

  • La lega era usata nella Roma antica, dove era definita come 1,5 miglia romane (7.500 piedi romani, 2,2225 km, 1,4 miglia) e traeva origine dalla leuga Gallica (leuca Gallica), la lega di Gallia. Era unità di lunghezza maggiore, analogamente al persiano parasang, il sumero nindan e il Greco stadio.
  • In Belgio, una lega (lieue), equivaleva a 5 km.[3]
  • In Francia, una lega (la lieue de poste), equivaleva a 3,898 km.[4]
  • In Gran Bretagna,una lega (league), equivaleva a 4,828 km, equivalente a 1/25 di grado meridiano.[5]
  • In Spagna, una lega (legua) equivaleva a 5,572 km.[6]La lega si è abolita ufficialmente sotto Filippo II di Spagna nel 1568, ma è ancora in uso non ufficialmente in alcune parti dell'America latina, con il significato esatto che varia in differenti paesi.
  • In Argentina, una lega è una distanza di 5 km.
  • In Brasile, la lega è caduta in disuso, ma è usata per descrivere l'equivalente di 6 km.
  • In Yucatan ed altre parti del Messico rurale la lega ancora è usata comunemente nel senso originale della distanza che può essere coperta a piedi in un'ora, così che una lega lungo una buona strada su terra livellata è una distanza più grande che una lega su un sentiero difficile lungo un terreno accidentato.

Uso nella narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Gli Stivali delle sette leghe sono la base di un racconto magico nelle favole popolari europee. Il romanziere Jules Verne inititolò un suo famoso romanzo fantascientifico 20.000 Leghe sotto i mari

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.
  2. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.
  3. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.
  4. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.
  5. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.
  6. ^ "Il Vocabolario Treccani" Vol. III, pag. 50, II Edizione 1997 Legoprint Trento.


metrologia Portale Metrologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di metrologia