Jonathan Good

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jonathan Good
Ambrose nell'aprile 2014
Ambrose nell'aprile 2014
Ring name Jonathon Moxley
Jon Moxley
Moxley Moxx
Dean Ambrose
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Cincinnati, Ohio
7 dicembre 1985
Altezza 191 cm
Peso 102 kg
Allenatore Cody Hawk
Les Thatcher
HWA Staff
Debutto 2004
Federazione WWE
Progetto Wrestling

Jonathan Good (Cincinnati, 7 dicembre 1985) è un wrestler statunitense.

Attualmente è sotto contratto con la WWE, dove lotta con il ring name di Dean Ambrose.

È anche conosciuto con il ring name Jon Moxley in alcune promtions come la Heartland Wrestling Association, International Wrestling Association, Combat Zone Wrestling, EVOLVE, Dragon Gate USA e Insanity Pro Wrestling. Good è un due volte ex CZW World Heavyweight Champion, due volte IPW World Heavyweight Champion e una volta FIP World Heavyweight Champion.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Heartland Wrestling Association (2004–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Good iniziò a combattere nella Heartland Wrestling Association nel con il nome di Jon Moxley. Dopo essersi allenato sotto la guida di Cody Hawk e Les Thatcher, debutta nel giugno del 2004. In meno di un anno, riesce a vincere l'HWA Tag Team Championship insieme a Jimmy Turner sconfiggendo Mike Desire e Tack. Dopo la perdita dei titoli, si allea con Ric Byrne con il quale rivince i titoli di coppia il 19 agosto 2005. Tuttavia, lo stesso giorno vengono privati dei titoli. Nel 2006, Moxley inizia a combattere in singolo diventando uno dei primi sfidanti per l'HWA Heavyweight Championship in breve tempo. Il 9 maggio, vince il titolo sconfiggendo Pepper Parks. Il 12 settembre, perde il titolo in favore di Chad Collyer ma lo riconquista il 2 gennaio 2007, strappandolo a Brian Jennigs. Moxley ritornò poi alla divisione di coppia, dove fece squadra con il suo allenatore Cody Hawk. I due vinsero i titoli di coppia il 12 giugno 2007 sconfiggendo Tack e Tarek the Legens. Il loro regno durò soli 4 giorni, poiché Andre Heart e Richard Phillips li sconfissero vincendo i titoli. Nel 2009, Moxley cominciò a combattere in coppia con King Vu. Vinsero l'HWA Tag Team Championship per due volte. Mentre deteneva una cintura di coppia, Moxley vinse l'HWA Heavyweight Championship per la terza volta. Presto King Vu, spinto dalla gelosia nei confronti delle vittore del compagno, attacco Moxley durante un match di coppia che costò loro i titoli il 24 febbraio 2010 contro Lord Matthew Taylor e Sir Chadwick Cruise. Il 14 luglio, Moxley perse anche il titolo Heavyweight in favore di Gerome Phillips.

Insanity Pro Wrestling (2010-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Come spesso succede nelle federazioni indipendenti, un wrestler combatte per più federazioni. Moxley infatti mentre era campione di coppia in HWA, deteneva anche l'IPW World Heavyweight Championship. In questo periodo iniziò anche una faida con Jimmy Jacobs che voleva la cintura di Moxley. I due si affrontarono il 21 agosto e vinse Moxley. Tuttavia, il 1 gennaio 2011, Jacobs sconfisse Moxley conquistando il titolo in un dog collar match.

Combat Zone Wrestling (2009–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Jon Moxley dopo aver difeso il CZW World Heavyweight Championship contro Nick Gage nel 2010.

Il 6 giugno 2009, Moxley partecipò al Tournament of Death VIII. Nel primo round, sconfisse Brain Damage in un Dining Death match, ma perse contro Nick Cage in un triple treath match che includeva anche Scotty Vortekz nella semifinale. Il 13 febbraio 2010, Moxley sconfisse B-Boy vincendo il CZW World Heavyweight Championship. L'8 agosto 2010, Moxley perse il titolo in favore di Nick Cage in un Ultraviolent three way dance che includeva anche Drake Younger. Una settimana dopo, rivinse il titolo contro Cage prima di perderlo definitivamente contro Robert Anthony il 12 febbraio 2011.

Dragon Gate USA (2009–2011)[modifica | modifica wikitesto]

Moxley lavorò anche per la Dragon Gate USA nel 2009. Il 26 marzo, in coppia con Brian Kendrick, sconfisse Jimmy Jacobs e Paul London in un tag team match. Il 27 marzo, Moxley sconfisse Tommy Dreamer in un hardcore match.

World Wrestling Entertainment/WWE[modifica | modifica wikitesto]

Florida Championship Wrestling (2011-2012)[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 aprile 2011, Moxley firma un contratto di sviluppo con la WWE. Il 27 maggio, Moxley viene aggiunto al roster della FCW, federazione di sviluppo, nella quale combatterà con il nome di Dean Ambrose. Fa il suo debutto il 2 giugno, sconfiggendo Hunico. All'FCW Gainesville Show dell'8 luglio, Dean Ambrose perde un 6-man tag team match insieme a Damien Sandow e Lucky Cannon contro Bo Rotundo, Seth Rollins e Titus O'Neil. Il match è stato deciso da John Morrison che era ospite speciale dello show poiché Cannon, Ambrose e Sandow si dicevano stufi di vedere la faccia di Morrison ovunque. Nei tapings dell'11 agosto, Ambrose non riesce a conquistare l'FCW 15 Championship perdendo contro il campione Seth Rollins. Nei tapings del 1º settembre, Ambrose partecipa al torneo per decretare il nuovo campione FCW: dopo aver sconfitto Seth Rollins alle eliminatorie, perde in finale un Fatal 4-Way match in favore di Leo Kruger. Nei tapings del 22 settembre, perde anche il Triple Treath che determinava lo stato di 1st Contender al titolo FCW che viene vinto da Husky Harris. Nella contesa, era compreso anche Damien Sandow. Combatte in FCW fino all'agosto 2012, quando tutti i talenti vengono trasferiti ad NXT, Ambrose compreso.

The Shield (2012-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi The Shield (wrestling).
Dean Ambrose come il WWE United States Champion.

Il 18 novembre 2012, alle Survivor Series, interviene insieme a Roman Reigns e Seth Rollins nel main event per il WWE Championship fra CM Punk, John Cena e Ryback, facendo mantenere il titolo a Punk; si vocifera che i 3 abbiano composto una stable chiamata "The Shield". A Main Event, inoltre, interferiscono nel match fra Santino Marella e Tyson Kidd. Nella puntata di Raw del 26 novembre, i tre hanno un'intervista con Micheal Cole principalmente condotta da Ambrose stesso che conferma il nome del gruppo (The Shield) e dice che loro stanno solo facendo la cosa giusta. A fine puntata attaccano Kane e Daniel Bryan, dopo che il primo perde un match proprio contro CM Punk, ed il secondo perché era intervenuto per salvare il "Big Red Monster". Successivamente fa capolino sullo stage Ryback, che questa volta si libera dei tre debuttanti e attacca anche Punk, ma nel momento in cui abbassa la guardia, viene assalito ancora dai 3 ex-NXT.

A TLC: Tables, Ladders and Chairs, lo Shield sconfigge in un 6-Man Tag Team Match Daniel Bryan, Kane e Ryback, grazie ad una Double Powerbomb dal paletto su di un tavolo ai danni di Bryan.[1] Nella puntata di Raw del 17 dicembre, serata dedicata agli Slammy Awards, attaccano il leggendario Ric Flair sul ring, poi anche Daniel Bryan e Kane ma quest'ultimi vengono tratti in salvo dall'arrivo di Ryback. Più tardi, attaccano nel backstage prima Tommy Dreamer poi Ricardo Rodriguez. Il 7 gennaio, a Raw, lo Shield interviene nel TLC match valido per il WWE Championship fra CM Punk e Ryback, eseguendo su quest'ultimo una Triple Powerbomb. Nella puntata di Raw precedente alla Royal Rumble, lo Shield attacca The Rock. Viene poi rivelato che lo Shield era sempre stata sotto gli ordini di Punk e Paul Heyman ed erano pagati per le loro interferenze.

A Elimination Chamber, lo Shield ottiene la seconda vittoria in pay-per-view dal loro approdo in WWE, quando Seth Rollins effettua lo schienamento decisivo su Ryback nel 6-man Tag Team Match che li vedevano opposti a John Cena, Sheamus e Ryback.[2] Il 15 marzo, a SmackDown, lo Shield sfida Sheamus e Randy Orton a trovare un partner per avere un match con loro a WrestleMania 29. Orton e Sheamus scelgono Ryback come partner. Più tardi nella stessa serata, durante il suo match contro Mark Henry, lo Shield ha interferito eseguendo una Triple Powerbomb su Ryback dopo aver attaccato Sheamus e Orton nel backstage. Ciò ha rimosso Ryback dal Tag Team match per affrontare Henry in un Singles match a WrestleMania, costringendo Sheamus e Orton alla ricerca di un nuovo partner, che si rivelerà essere Big Show. Il 7 aprile, a Wrestlemania 29, lo Shield esce vittorioso dal match a causa della mancanza di lavoro di squadra proprio di Big Show, Orton e Sheamus.[3] Nella puntata di Raw del 22 aprile, lo Shield affronta e sconfigge la combinazione dei Brothers of Destruction e del Team Hell No (Kane, Daniel Bryan e The Undertaker). Il 26 aprile, a SmackDown, Dean Ambrose affronta The Undertaker in un singles match, deciso a finire Undertaker per il bene, ma perde per sottomissione, cedendo alla Hell's Gate.

Nella puntata di Raw del 6 maggio, lo Shield sconfigge anche gli Usos e Kofi Kingston, quando Ambrose schiena proprio lo United States Champion.

A Extreme Rules Ambrose ha sconfitto Kofi Kingston per diventare il nuovo WWE United States Champion, facendo di questo il suo primo regno, quindi diventando così anche il primo titolo WWE ad essere in possesso dello Shield.[4] Più tardi quella notte, Rollins e Reings hanno sconfitto il Team Hell No per diventare i WWE Tag Team Champions per la prima volta. Il 21 maggio, a Raw, lo Shield celebra le proprie vittorie sconfiggendo il Team Hell No e Kofi Kingston in un Six-Man Tag Team match. Nella puntata di SmackDown del 24 maggio, Ambrose difende il WWE United States Championship contro Kingston; tuttavia, il match termina in squalifica a favore di quest'ultimo quando Rollins e Reigns intervengono.[5] Il trio comincia ad attaccare Kingston, ma arrivano Randy Orton e Sheamus a salvarlo, con Theodore Long che sancisce un Six-Man Tag Team match tra i sei, vinto dallo Shield. Nella puntata di Raw del 27 maggio, mentre Rollins e Reigns difendono con successo i WWE Tag Team Championship contro il Team Hell No, Ambrose sconfigge nuovamente Kofi Kingston per confermarsi United States Champion. Nella puntata di SmackDown del 31 maggio, mentre Rollins viene sconfitto da Kane, Reigns riesce a battere per squalifica Daniel Bryan proprio in seguito ad un intervento di Kane. Nella stessa serata il WWE United States Champion Dean Ambrose viene sconfitto per squalifica da Randy Orton quando Rollins e Reigns interferiscono nel match. Tuttavia, Bryan e Kane sono intervenuti in soccorso di Orton chiudendo lo show con Bryan che per dimostrare di non essere l'anello debole del Team Hell No riesce a liberare il ring dallo Shield praticamente da solo tra il tripudio del pubblico. Il 3 giugno, a Raw, lo Shield sconfigge nuovamente il Team Hell No e Randy Orton quando quest'ultimo colpisce accidentalmente Bryan, il quale viene schienato da Ambrose. Nella puntata di SmackDown del 7 giugno, i WWE Tag Team Champions Seth Rollins e Roman Reigns vengono sconfitti per squalifica da Bryan e quando Ambrose è intervenuto nel match. Il 10 giugno, a Raw, Ambrose ha perso per squalifica contro Kane in seguito all'intervento di Rollins e Reigns. Quindi nella stessa serata viene annunciato che Ambrose dovrà difendere il suo United States Championship contro Kane a Payback. Nella puntata di SmackDown del 14 giugno, la striscia di imbattibilità dello Shield nei televisivi six-man tag team matches termina per mano del Team Hell No e di Randy Orton, quando Daniel Bryan sottomette Seth Rollins.[6] Il 16 giugno, a WWE Payback, Ambrose ha sconfitto Kane per countout per mantenere lo US title, mentre Rollins e Reigns hanno sconfitto Orton e Bryan per mantenere i tag team titles.[7] Nella puntata di Raw del 17 giugno, Ambrose difende nuovamente con successo lo US title contro Kane quando Rollins e Reigns interferiscono nel match, terminato in squalifica. Il 19 giugno, a WWE Main Event, lo Shield sconfigge il team composto dagli Usos e da Justin Gabriel quando Ambrose schiena Gabriel. Nella puntata di SmackDown del 21 giugno interrompono un promo del rientrante Christian, il quale subisce la Triple Powerbomb. Nella puntata del 26 giugno di Main Event, Christian fa il suo debutto nello show affrontando Dean Ambrose. christian vince il match per squalifica dopo essere stato attaccato da Rollins e Reigns. The Usos, che hanno vinto un triple threat tag team match che determinava i primi sfidanti ai Tag Team Championship nella puntata di Raw del 24 giugno, salvano Christian e viene annunciato che nella puntata di SmackDown del 28 giugno, Christian e gli Usos affronteranno lo Shield. Nella puntata del 28 giugno di SmackDown, Christian e The Usos hanno inflitto allo Shield la loro seconda sconfitta in un six man tag team match quando Christian ha eseguito una Spear su Dean Ambrose e lo ha schienato. Il 1º luglio a Raw, lo Shield ottiene la sua rivincita su Christian e gli Usos in un six-man tag team match quando Ambrose schiena Christian. Il 14 luglio a Money in the Bank, Ambrose ha combattuto nel World Heavyweight Championship Money in the Bank Ladder match e non è riuscito a vincere il match nonostante l'interferenza di Reigns e Rollins. Ambrose ha conservato il suo United States Championship a SummerSlam per squalifica quando Roman Reigns esegue una Spear su Rob Van Dam.[8] Recentemente, Ambrose ha iniziato una faida con Dolph Ziggler quando Ziggler si è mostrato in disaccordo con la gestione di Triple H della WWE. Nella puntata di Raw del 2 settembre, Ambrose ha assaltato Ziggler prima del match di quest'ultimo contro Ryback. Quattro giorni dopo a SmackDown, Ambrose avrebbe distratto Ziggler per dare a Ryback un'altra vittoria. Il 15 settembre a Night of Champions, Ambrose ha difeso con successo il suo titolo sconfiggendo Ziggler.[9] Riesce a mantenere lo United States Championship anche a Hell in a Cell e la sera dopo contro Big E Langston, ma entrambe le volte ha perso, per count-out o per squalifica.[10] Nell'edizione di SmackDown del 1 novembre lo Shield (Dean Ambrose e Seth Rollins) perde contro gli Usos. Nella puntata di WWE Raw del 4 novembre lo Shield e Randy Orton perdono contro Big Show per Squalifica in un Handicap Match. Nella puntata di Raw dell'11 novembre i due membri dello Shield ovvero Dean Ambrose e Seth Rollins affrontano il Team composto da CM Punk e Daniel Bryan ma il Match termina in un No Contest per l'intervento della Wyatt Family che poi si scontrerà con lo Shield. Nella puntata di WWE Monday Night Raw del 18 novembre lo Shield e la Wyatt Family vengono sconfitti dal team composto da CM Punk, Daniel Bryan, Cody Rhodes, Goldust e gli Usos. Nella puntata di WWE SmackDown del 22 novembre lo Shield perde contro Rey Mysterio e gli Usos. A Survivor Series nel 5 vs 5 Traditional Survivor Series Elimination Match Dean Ambrose viene eliminato per primo da Cody Rhodes e a vincere la contesa è il Team di Ambrose dove nel finale Roman Reings schiena Rey Mysterio grazie alla sua Spear.[11] Nell'edizione di WWE Raw del 25 novembre lo Shield sconfigge il Team composto da Cody Rhodes, Goldust e Rey Mysterio. A TLC vengono sconfitti da CM Punk in un 1 on 3 Handicap match dopo la involontaria Spear di Reigns proprio su Ambrose.[12] Nella puntata successiva di RAW perde contro CM Punk. Intanto Ambrose crea delle crepe nella stable cercando di essere il leader dello Shield ma spesso scontrandosi con Rollins e Reigns. Nella puntata di Smackdown del 3 gennaio 2014 Ambrose, Reigns e Rollins perdono contro CM Punk, Jimmy Uso e Jey Uso. Nel Royal Rumble Match dell'omonimo PPV viene eliminato, assieme a Seth Rollins, dal loro compagno di stable Roman Reigns, dopo che Ambrose ha tentato di eliminare quest'ultimo.Nella puntata di Raw del 27 gennaio Ambrose,insieme a Roman Reigns,lasciano da solo il compagno Seth Rollins contro John Cena,Sheamus e Daniel Bryan. Triple H ha annunciato che Dean Ambrose e i suoi compagni dello stable Roman Reigns e Seth Rollins affronteranno la The Wyatt Family nel ppv Elimination chamber. Ad Elimination Chamber lo Shield viene sconfitto dalla Wyatt Family.[13]

Durante la Road To Wrestlemania Ambrose insieme ai suoi compagni di Stable Seth Rollins e Roman Reigns effettua un Turn Face ribellandosi a Kane e per estensione all'Autorithy. A WrestleMania XXX lo Shield sconfigge in poco più di due minuti il team formato da Kane e i New Age Outlaws e nel Raw successivo salvano Daniel Bryan dall'attacco dell'Autorità.[14] Nella puntata di SmackDown del 2 maggio sconfigge Ryback, Curtis Axel e Alberto Del Rio conservando lo United States Championship. Il 4 maggio a Extreme Rules lo Shield batte l'Evolution.[15] Il 5 maggio, nella puntata di Raw successiva a Extreme Rules, Ambrose perde la 20-men Over The Top Battle Royal valida per lo US Championship decretata da Triple H, venendo eliminato per ultimo da Sheamus. Dopo 351 giorni (record assoluto in WWE) si chiude quindi il suo regno. Sempre nella stessa puntata lo Shield viene sconfitto dalla The Wyatt Family e dopo il match e i tre dello Shield vengono attaccati dall'Evolution. A Payback lo Shield sconfigge l'Evolution in un No Holds Barred match.[16] Nella puntata di Raw del 2 giugno, Seth Rollins tradisce i suoi "fratelli" picchiando Roman Reigns e Dean con una sedia, alleandosi con Triple H.

Faida con Seth Rollins (2014-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del giugno, Ambrose debutta con una nuova theme song e un nuovo ring attire. Dopo essere stato aggiunto al Money in the Bank ladder match a Money in the Bank come richiesta di Rollins, Ambrose ha perso il match quando Kane lo ha attaccato per aiutare Rollins a vincere. Nella puntata di Raw del 7 luglio, perde contro Randy Orton. Viene in seguito annunciato un match per Battleground tra Ambrose e Rollins, match che finirà per forfait quando il Lunatic Fringe viene cacciato dall'arena per aver attaccato nel backstage l'ex architetto dello Shield. Nella puntata di SmackDown del 25 luglio affronta Cesaro in un No Disqualification match, dove riesce a vincere, ma viene poi assalito da Seth Rollins e colpito prima dallo svizzero con il Neutralizer e poi dall'ex architetto dello Shield con il Blackout. A Summerslam perde in un lumberjack match contro Rollins. Nella puntata di Raw successiva a Summerslam, Seth Rollins con l'aiuto di Kane mette fuori combattimento Ambrose con un Curb Stomp sopra un cumulo di mattonelle di marmo, costringendolo ad uscire dall'arena in barella (kayfabe). Questo angle è stato creato per tenere fuori Dean Ambrose dalla programmazione WWE, in quanto impegnato nelle riprese del film Lockdown. Riappare il 21 settembre nel Pay-per-wiew Night Of Champions, dove aggredisce Seth Rollins, dopo che quest'ultimo aveva lanciato una open challenge, ovvero una sfida ad un qualunque wrestler del roster WWE. I due vengono separati dalla sicurezza.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Ambrose con Seth Rollins (sotto) e Roman Reigns (a destra) che entra dall'arena come The Shield.
Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Come Dean Ambrose

Come Jon Moxley

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Come Dean Ambrose

Come Jon Moxley

Manager[modifica | modifica wikitesto]
Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]
  • "The Street Dog"
  • "The Lunatic Fringe"
  • "Joker"
  • "Ricamino"
  • "Titty Master"
Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]
  • "Little Crazy" dei Fight (CZW)
  • "Shitlist" dei L7 (CZW)
  • "Broken Bones" di Mike Walpole (FCW)
  • "Special Op" di Jim Johnston (WWE; 2012 2014; usata come membro dello Shield)
  • "Nuts" dei CFO$ (2 giugno 2014-presente; usata in competizione singola)
Fazioni[modifica | modifica wikitesto]
  • Novembre 2012 - Marzo 2014 : Heel
  • Marzo 2014 - presente: Face
Condotta in pay-per-view[modifica | modifica wikitesto]

2012

2013

2014

Condotta a WrestleMania[modifica | modifica wikitesto]

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Combat Zone Wrestling

Full Impact Pro

Heartland Wrestling Association

Insanity Pro Wrestling

  • IPW World Heavyweight Championship (2)
  • IPW Mid-American Championship (1)

International Wrestling Association

  • IWA World Tag Team Championship (1 - con Hade Vansen)

Pro Wrestling Illustrated

  • 26° tra i 500 migliori wrestler singoli nella PWI 500 (2013)

westside Xtreme wrestling

WWE

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Shield def. Team Hell No & Ryback (Tables, Ladders & Chairs Match). URL consultato il 10 maggio 2014.
  2. ^ The Shield def. John Cena, Ryback & Sheamus. URL consultato il 10 maggio 2014.
  3. ^ The Shield def. Randy Orton, Big Show & Sheamus. URL consultato il 10 maggio 2014.
  4. ^ Dean Ambrose def. U.S. Champion Kofi Kingston. URL consultato il 10 maggio 2014.
  5. ^ SmackDown results: Kofi Kingston def. United States Champion Dean Ambrose. URL consultato l'11 maggio 2014.
  6. ^ Team Hell No & Randy Orton def. The Shield. URL consultato l'11 maggio 2014.
  7. ^ United States Champion Dean Ambrose def. Kane via Count-out. URL consultato l'11 maggio 2014.
  8. ^ Rob Van Dam def. United States Champion Dean Ambrose by disqualification (Kickoff Match). URL consultato l'11 maggio 2014.
  9. ^ United States Champion Dean Ambrose def. Dolph Ziggler. URL consultato l'11 maggio 2014.
  10. ^ Big E Langston def. United States Champion Dean Ambrose by count-out. URL consultato l'11 maggio 2014.
  11. ^ The Shield & The Real Americans def. WWE Tag Team Champions Cody Rhodes & Goldust, The Usos & Rey Mysterio (Traditional Survivor Series Elimination Tag Team Match). URL consultato l'11 maggio 2014.
  12. ^ CM Punk def. The Shield (3-on-1 Handicap Match). URL consultato l'11 maggio 2014.
  13. ^ The Wyatt Family def. The Shield. URL consultato l'11 maggio 2014.
  14. ^ The Shield def. Kane & The New Age Outlaws. URL consultato l'11 maggio 2014.
  15. ^ The Shield def. Evolution, 04-05-14.
  16. ^ The Shield def. Evolution (No Holds Barred Elimination Match). URL consultato il 2 giugno 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]