John Qualen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
John Qualen in La signora del venerdì (1940)

John Qualen (Vancouver, 8 dicembre 1899Torrance, 12 settembre 1987) è stato un attore canadese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Qualen nacque a Vancouver, in British Columbia, figlio di immigrati provenienti dalla Norvegia; il padre era un pastore luterano e cambiò il cognome da "Kvalen" a "Qualen". Qualen crebbe a Elgin (Illinois) e iniziò a recitare alla Northwestern University. Dopo aver vinto un concorso in oratorio, ottenne una borsa di studio che gli aprì le porte dell'università.

Apparve in alcuni film diretti da John Ford, tra i quali Un popolo muore (1931), Furore (1940), Sentieri selvaggi (1956), Cavalcarono insieme (1961), L'uomo che uccise Liberty Valance (1962) e Il grande sentiero (1964).

Recitò in oltre un centinaio di film, passando poi a lavorare negli anni settanta per la televisione. Molto versatile, venne utilizzato per la sua capacità di esprimersi in diversi dialetti, normalmente di origine scandinava, spesso con effetti assai comici. Alcuni dei suoi ruoli più memorabili testimoniano di questa versatilità: in Furore (1940) di Ford, interpretò un ruolo drammatico sfoggiando un accento del Middle-West, mentre nella commedia La signora del venerdì (1940), di Howard Hawks, impersonò l'imbranato killer Earl Williams. In Casablanca (1942), fu un membro della Resistenza che contatta Victor Laszlo (Paul Henreid), esibendo il suo migliore accento norvegese, mentre in Prigionieri del cielo (1954) di William A. Wellman, fu un pescatore dalle inflessioni mediterranee.

Filmografia parziale[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 24812768 LCCN: n85378988