Clarence Brown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Clarence Brown (Clinton, 10 maggio 1890Santa Monica, 17 agosto 1987) è stato un regista statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio di un produttore di cotone, si laureò in ingegneria e inizialmente fu attratto dalla nascente industria automobilistica. Ma nel 1913 abbandonò l'auto per il cinema. In breve divenne l'assistente del regista Maurice Tourneur. Dal 1933 al 1945, è stato sposato con Alice Joyce, attrice molto popolare all'epoca del cinema muto.

La regia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver prestato servizio nella Prima guerra mondiale nel 1920 passò alla regia firmando insieme a Tourneur "The Great Redeemer". Nel 1925 diresse L'aquila, uno dei migliori film tra quelli interpretati da Rodolfo Valentino. La carne e il diavolo (1927) è il primo dei sette film in cui dirige la "divina" Greta Garbo che a più riprese ribadirà che Brown è il suo regista preferito. È un'incredibile successo al botteghino, quello che lancia definitivamente la Garbo nel firmamento delle star ed anche quello in cui durante le riprese sbocciò l'amore tra l'attrice e John Gilbert.

Con l'avvento del sonoro Brown continuò ad usare le tecniche visive che usava durante il periodo del muto e non divenne mai particolarmente abile nell'uso del dialogo. Ma questo non gli impedì di essere completamente a suo agio nel dirigere ancora la Garbo sia in pellicole mute come Destino (1929) e La modella (1930), sia in quelle parlate come Romanzo (1930) e Anna Christie (1930) e poi in seguito in film celeberrimi come Anna Karenina (1935) che vinse il Festival di Venezia come miglior film e Maria Walewska (1937). Negli anni trenta diresse più volte un'altra star come Joan Crawford in L'amante (1931), Ritorno (1932), Tormento ed Incatenata entrambi del 1934 e Troppo amata del 1936. La MGM usò a lungo Brown proprio per dirigere le sue più grandi star tra cui anche Clark Gable.

Il Gran Premio[modifica | modifica sorgente]

Nel 1945 Gran Premio con Elizabeth Taylor e Mickey Rooney ebbe un grandissimo successo. Risultato che Brown bissò l'anno successivo con Il cucciolo, altro film per famiglie dai grandi incassi che gli valse la sua sesta ed ultima nomination per l'Oscar alla miglior regia (senza averlo mai vinto).

Uno dei suoi migliori film è sicuramente Nella polvere del profondo sud (1949), che, tratto da un romanzo di William Faulkner, è un dramma sociale con struttura da detective story, con una suggestiva ambientazione ed interpreti efficaci. Uno dei primi film antirazzisti usciti da Hollywood.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Regista[modifica | modifica sorgente]

Aiuto o assistente alla regia[modifica | modifica sorgente]

Produttore[modifica | modifica sorgente]

  • Gelosia (Wife vs. Secretary), regia di Clarence Brown (1936)
  • Spregiudicati (Idiot's Delight), regia di Clarence Brown (1939)

Montaggio[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2659480 LCCN: n85151871