Ida di Lorena

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ida di Boulogne o delle Fiandre. In francese Ide de Lorraine, ou Ide de Boulogne,, in tedesco Ida van Boulogne, in fiammingo, Ida von Elsass e in inglese Ida of Boulogne (1160 circa – 21 aprile 1216) fu contessa di Boulogne dal 1173 al 1216.

Blasone della contea di Boulogne

Era la figlia del conte di Boulogne, Matteo di Lorena e della contessa di Boulogne, Maria di Boulogne[1]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1159, sua madre Maria, che era badessa nell'abbazia benedettina di Ramsey, Cambridgeshire, Inghilterra aveva ereditato la contea di Boulogne. Suo padre, Matteo di Lorena (circa 1130-1173), un nobile lorenese, allora si precipitò a Ramsey obbligò Maria, a lasciare il convento e, con la forza, a sposarlo, divenendo così il conte di Boulogne.
Secondo il Chronicon Hanoniense (cronaca di Hainaut) del monaco fiammingo Gilberto di Mons, Ida e la sorella Matilde erano le due figlie di Matteo (Matheus comiti Boloniensi) e di Maria, specificando che Ida si sposò tre volte[2]: primus…Gerardo comiti de Ghelra, deinde Bertoldo Cheringiorum duci, postea Rainaldo comiti Dommi-Martini in Francia[1].

I suoi genitori, dopo essere stati scomunicati dalla Chiesa, nel 1162, e dopo che, nel 1168, anche la città di Boulogne-sur-Mer, era stata colpita dall'interdetto, nel 1170, sottomettendosi al volere di papa Alessandro III, si separarono[1]. Maria si ritirò a Montreuil, mentre Matteo rimase a Boulogne a governare la contea.

Nel 1173, alla morte del padre che era alla guida delle truppe fiamminghe al seguito del re di Francia, Luigi VII, contro il re d'Inghilterra, Enrico II, ferito mortalmente da una freccia durante l'assedio al castello di Driencourt[1], Ida divenne contessa di Boulogne[1].

Ida contrasse un primo matrimonio con un certo Matteo, del quale non si conoscono gli ascendenti e dal quale però divorziò molto presto.[1]
Dopo aveva contratto, nel 1181, un secondo matrimonio con Gerardo di Gheldria, figlio del conte di Gheldria, di cui rimase vedova in quello stesso anno[1].
Nel 1183, contrasse il terzo matrimonio col conte di Zähringen, Bertoldo IV, che durò solo tre anni e, l'8 settembre 1186, Ida rimase ancora vedova[1].
In seguito si fidanzò con Arnoul de Guines, Signore d'Ardres, figlio di Baldovino conte di Guînes[1], ma, all'inizio del 1190, Rinaldo di Dammartin, l'aveva rapita e rinchiusa nel castello di Riste in Lorena, dove aveva attirato il suo fidanzato, Arnoul, e aveva organizzato il suo arresto con l'aiuto di Albert de Hièrges vescovo di Verdun[3].
Quindi, in quello stesso anno, Ida contrasse il suo quarto matrimonio con Rinaldo (al suo secondo matrimonio)[1], figlio di Alberico II di Dammartin (Aubry II de Dammartin), nato nella prima metà del XII secolo e morto nel 1200, conte di Dammartin e signore di Lillebonne e di Matilde di Clermont, morta nel 1200 circa, ed era la figlia di Rinaldo di Clermont (?-1162) e della seconda moglie Clemenza.

Nel 1192, Rinaldo divenne conte di Boulogne, per diritto di matrimonio e, nel 1200, successe al padre nella contea di Dammartin[3].

Nel 1214, Rinaldo si schierò con l'imperatore, Ottone IV, che guidava una coalizione contro l'esercito francese e così, il 27 luglio 1214, schierò le sue truppe a fianco di Ottone IV, che fu severamente sconfitto dalle truppe del re di Francia alla battaglia di Bouvines, dove Rinaldo fu preso prigioniero dai francesi, che lo arrestarono e lo imprigionarono nel castello di Goulet[3].

Ida morì il 21 aprile del 1216, molto probabilmente a Boulogne, dove fu inumata.

Figli[modifica | modifica wikitesto]

Ida ai primi tre mariti non diede figli, mentre a Rinaldo diede una sola figlia:[3]

  • Matilde (ultima decade del XII secolo - 14 gennaio 1259), contessa di Boulogne e di Dammartin.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j (EN) Nobiltà delle Fiandrei
  2. ^ In realtà i matrimoni di Ida furono quattro.
  3. ^ a b c d (EN) Nobiltà della regione di Parigi

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • William John Corbett, Inghilterra, 1087-1154, cap. II, vol. VI (Declino dell'impero e del papato e sviluppo degli stati nazionali) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 56–98.
  • Frederick Maurice Powicke, I regni di Filippo Augusto e Luigi VIII di Francia, in Storia del mondo medievale, vol. V, 1999, pp. 776–828
  • Doris M. Stenton, Inghilterra, Enrico II, cap. III, vol. VI (Declino dell'impero e del papato e sviluppo degli stati nazionali) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 99–142.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Contessa di Boulogne
sino al 1173 col padre Matteo di Lorena
poi sola o affiancata dai mariti
Successore
Maria di Boulogne 1170-1216 Rinaldo di Dammartin