Eremburga del Maine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Eremburga
contessa del Maine
In carica 1100 - 1126
Predecessore Elia I
Successore Folco I il Giovane
Nascita ca. 1096
Morte 1126
Padre Elia I]
Madre Matilde, signora di Château-du-Loir
Consorte [Folco V d'Angiò
Figli Goffredo "il Bello"
Elia
Matilde e
Sibilla

Eremburga di la Flèche, o di Baugency, in francese Erembourg de Beaugency ou Erembourg de la Flèche (1096 circa – 1126), fu contessa del Maine dal 1110 alla sua morte. Della casa di Baugency, la nonna paterna era discendente dalla famiglia degli Ugonidi o seconda casa del Maine.

Origine[modifica | modifica sorgente]

Figlia unica del conte del Maine, Elia I e di Matilde, come riporta nella sua Historia Ecclesiastica, Pars II, Liber IV del monaco e storico medievale, Orderico Vitale[1], signora di Château-du-Loir, figlia di Gervaso[1], signore di Château-du-Loir.
Elia I era il figlio secondogenito di Giovanni di Baugency ( † 1097), signore di la Flèche, e di Paola del Maine, come riporta Orderico Vitale (Helias, Johannis et Paulæ filius, Hugonis Cenomannorum consulis consobrinus)[2][3]. Paola era la figlia femmina terzogenita del conte del Maine, Eriberto I detto Evigilans canis (Cane Sveglio) (come risulta dall'Historia Ecclesiastica, Pars III, Liber VIII sempre di Orderico Vitale, in cui, viene detto che la madre di Elia, che non viene nominata, era figlia di Eriberto (filia Herberti)[4]) e della moglie, di cui non si conosce né il nome né la casata.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1106, dopo che, il re d'Inghilterra, Enrico I Beauclerc, dopo averlo incarcerato, aveva tolto al proprio fratello maggiore, il duca, Roberto, il ducato di Normandia, cominciava a insidiare la contea del Maine, spinse suo padre, il conte Elia ad avvicinarsi sempre più alla casa d'Angiò e si accordò con il conte d'Angiò, Folco IV "il Rissoso", il fidanzamento della propria figlia Eremburga con l'erede della contea d'Angiò, prima con Goffredo IV Martello[5], e dopo la morte di quest'ultimo, in quello stesso 1106, con Folco il Giovane[6].

Elia I tenne la contea, per altri dieci anni[6], sino alla sua morte; si.spense, nel 1110[6], secondo gli Annales Sancti Albini Andegavensis, l'11 luglio[7]; la figlia Eremburga gli succedette e subito dopo sposò il conte d'Angiò[8], Folco V il Giovane[1], riunendo così la contea del Maine con la contea d'Angiò[5].

I rapporti con la Normandia continuarono a essere conflittuali in quanto il duca di Normandia e re d'Inghilterra, Enrico I Beauclerc cercava di rientrare in possesso del Maine, che suo fratello, Roberto II di Normandia aveva perso, nel 1069, fino a che fu trovata una soluzione diplomatica, facendo fidanzare[9] e poi sposare[10], nel 1119, Matilde, la figlia primogenita di Eremburga e Folco V d'Angiò con Guglielmo, l'unico legittimo figlio maschio ed erede di Enrico I Beauclerc, ma la morte[11] di Guglielmo, nel 1120, vanificò il tentativo di pacificazione.

I rapporti tra gli Angiò e i Normanni, per via del Maine, divennero nuovamente tesi e Folco il Giovane si alleò al re Luigi VI di Francia contro Enrico I d'Inghilterra, ma si tentò nuovamente una soluzione diplomatica[12] che Eremburga non poté vedere, perché morì, pochi mesi prima, il 14 gennaio 1126, lasciando il titolo di conte del Maine al marito, Folco V, che, rimasto vedovo, nel 1129, lasciò tutti i feudi francesi al figlio Goffredo "il Bello", si trasferì a Gerusalemme cove sposò Melisenda (1101 - † 1161), la figlia primogenita del re di Gerusalemme, Baldovino II.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Eremburga a Folco V il Giovane diede quattro figli[3]:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (LA) Orderici Vitalis, Historia Ecclesiastica, tomus unicus, pars III, liber VIII, cap. X, col. 591
  2. ^ (LA) Orderici Vitalis, Historia Ecclesiastica, tomus unicus, pars III, liber X, cap. VI, col. 729
  3. ^ a b (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: Nobiltà del Maine - JEAN de la Flèche
  4. ^ (LA) Orderici Vitalis, Historia Ecclesiastica, tomus unicus, pars III, liber VIII, cap. X, col. 590
  5. ^ a b (LA) Chronica de Gestis Consulum Andegavensium, Chroniques d'Anjou, p. 143
  6. ^ a b c (LA) Orderici Vitalis, Historia Ecclesiastica, tomus unicus, pars III, liber X, cap. XIV, col. 759
  7. ^ (LA) Recueil d´annales Angelines et vendômoises, Annales Sancti Albini Andegavensis, p. 7
  8. ^ Folco il Giovane era successo al padre, Folco IV il Rissoso, nel 1109, l'anno prima.
  9. ^ l'accordo prevedeva che la giovane coppia, Guglielmo Adelin e Matilde del Maine, avrebbe ereditato la contea alla morte della contessa Eremburga.
  10. ^ Il matrimonio ebbe luogo a Lisieux, nel giugno del 1119.
  11. ^ Guglielmo Adelin perì, il 25 novembre 1120, al largo della costa normanna del Cotentin, nel naufragio notturno, a causa dell'urto contro uno scoglio affiorante della Nave Bianca
  12. ^ L'erede delle contee d'Angiò, del Maine e della Turenna, Goffredo Plantageneto, nel 1127, fu fidanzato con la figlia di Enrico I, Matilda, erede del ducato di Normandia e del regno d'Inghilterra.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Fonti primarie[modifica | modifica sorgente]

Letteratura storiografica[modifica | modifica sorgente]

  • Muratori L. A. Delle Antichità Estensi ed Italiane, Parte I.
  • Louis Halphen, "La Francia dell'XI secolo", cap. XXIV, vol. II (L'espansione islamica e la nascita dell'Europa feudale) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 770-806.
  • William John Corbett, "L'evoluzione del ducato di Normandia e la conquista normanna dell'inghilterra", cap. I, vol. VI (Declino dell'impero e del papato e sviluppo degli stati nazionali) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 5-55.
  • William John Corbett, "Inghilterra, 1087-1154", cap. II, vol. VI (Declino dell'impero e del papato e sviluppo degli stati nazionali) della Storia del Mondo Medievale, 1999, pp. 56-98.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore contessa del Maine
col marito Folco I il Giovane
Successore Blason Comté du Maine 3D.png
Elia I 11101126 Folco I il Giovane