Eroica - La gloria di Napoleone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Eroica - La gloria di Napoleone
manga
Titolo orig. 栄光のナポレオン - エロイカ
(Eikō no Naporeon – Eroika)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autore Riyoko Ikeda
Editore Shūeisha
1ª edizione 19861995
Collanaed. Shukan Margaret
Tankōbon 12 (completa)
Editore it. Magic Press
1ª edizione it. ottobre 20092011
Volumi it. 12 (completa)
Formato it. 13 × 18 cm
Target shōjo
Generi drammatico, storico
Tema romanzo storico
Cronologia
  1. Versailles no bara gaiden
  2. Eroica - La gloria di Napoleone

Eroica - La gloria di Napoleone (栄光のナポレオン - エロイカ Eikō no Naporeon – Eroika?) è un manga storico di Riyoko Ikeda, scritto e disegnato nel 1987, ed è considerato il seguito di Lady Oscar. Non è stato trasposto in anime. Il manga è pubblicato in italiano dalla Magic Press.

Racconta la storia dell'Impero di Napoleone, tra cui la reazione termidoriana, la campagna italiana, la campagna d'Egitto, la battaglia del Nilo, il colpo di Stato del 18 brumaio e l'invasione francese della Russia.

Realizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Il giovane Napoleone Bonaparte era comparso brevemente nel manga precedente, quando aveva incontrato per la prima ed unica volta la protagonista della serie, Oscar François de Jarjayes, ventiquattro giorni prima della sua tragica morte. Era il 20 giugno del 1789, durante il giuramento nella sala della Pallacorda, e in quel momento era solo sottotenente della brigata dei cannoni di La Fère e doveva ancora compiere vent'anni. Era un giovane molto affascinante. Anche se l'aveva visto solo di sfuggita, Oscar era rimasta folgorata dal suo carisma. I suoi occhi, come se congelassero chi li guarda, sono gli occhi dell'aquila, gli occhi del tiranno. Invece, nell'adattamento dell'anime, questa parte è stata omessa.[1]

Riyoko Ikeda stessa, in una lettera aperta ai propri fan, affermò di avere ideato il progetto di un manga su Napoleone Bonaparte durante la pubblicazione di Lady Oscar e che era sua intenzione che esso lo seguisse a ruota. Era stato anticipato dalle ultime pagine di Lady Oscar, in cui si presagiva la salita al potere di Napoleone. Ma, quando arrivò al punto d'iniziare a trasformare il progetto in lavoro, non si sentì pronta a farlo, dicendo che ancora non aveva le giuste competenze nella sceneggiatura e nel disegno che le sarebbero servite per realizzare al meglio questa storia. Mise così il progetto in un cassetto e lo riprese solo tredici anni più tardi, quando venne pubblicato il primo capitolo. Lo stile di disegno è molto diverso da quello dell'opera precedente. Il titolo "Eroica" fa riferimento alla terza sinfonia di Ludwig van Beethoven, dedicata a Napoleone, ma che rinnegherà quando egli cingerà la corona imperiale, tradendo gli ideali della rivoluzione.[2] L'immagine del grande condottiero era presente in ogni pagina di questa imponente sinfonia, la cui stesura richiese due anni di tempo, dal 1802 al 1804.

Nel 2008, il governo francese ha assegnato a Riyoko Ikeda, anche grazie ad Eroica, l'ordine cavalleresco della Legion d'onore per il suo contributo alla diffusione della storia e cultura francese, divenendo il centocinquantesimo giapponese e il primo mangaka a conseguire tale onorificenza.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

In Eroica appaiono diversi personaggi che l'autrice aveva già avuto modo di far conoscere ai propri lettori durante il manga precedente, ovvero il soldato della guardia Alain de Soissons, il giornalista giacobino Bernard Chatelet e sua moglie Rosalie Chatelet. Compaiono anche le protagoniste Oscar e Maria Antonietta, ma solo attraverso dei flashback. Bernard continua le sue battaglie come giornalista appoggiando il protosocialista Gracchus Babeuf, Rosalie lavora come sarta e Alain, anche lui un fervente giacobino, continua la sua carriera militare come compagno d'armi di Napoleone. Fa la sua prima apparizione il piccolo François Chatelet, l'unico figlio di Bernard e Rosalie.

Il ruolo di antagonista principale è recitato prima dai realisti, appartenenti a quella corrente politica che voleva il ritorno della monarchia in Francia, e poi dagli alleati delle grandi potenze europee (Inghilterra, Russia, Prussia e Austria), nemiche dell'Impero napoleonico. L'antagonista principale della prima parte della storia è un personaggio immaginario, Catherine Renaudin (Madame de Talleyrand), la spia al servizio dei realisti. Dopo la sua morte sulla ghigliottina, verrà rimpiazzata dallo zar Alessandro I, prima di allora un personaggio secondario.[3]

Deluso da Napoleone, Alain arriva ad attentare alla sua vita insieme a Bernard, che ha sempre seguito con assoluto scetticismo la sua ascesa al potere a causa di quell'irruzione armata nell'aula del consiglio durante il colpo di Stato del 18 brumaio. Tuttavia, i soldati del generale Murat riescono a coglierli nel tentativo. Alain, che ha tentato di pugnalare Bonaparte al cuore, viene ferito gravemente all'addome da due fucilate. Nel cortile del palazzo delle Tuileries, Bernard sfiora Bonaparte all'orecchio sinistro con un colpo di pistola, ma riceve cinque fucilate alla schiena facendo da scudo ad Alain. Alain e Bernard muoiono insieme, sotto gli occhi increduli di Bonaparte. Rosalie e il figlio François hanno riparato in Svezia.[4]

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Personaggi di Eroica - La gloria di Napoleone.

Volumi del manga[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Capitoli di Eroica - La gloria di Napoleone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nel trentesimo episodio di Lady Oscar, Napoleone Bonaparte fu sostituito da Alain, che spiegò ad Oscar la situazione in cui si trova il popolo.
  2. ^ L'autrice ha mostrato questa scena nel volume 8 parte V: capitolo 7.
  3. ^ La voce narrante lo ha accennato nell'ultima pagina del volume 2 parte I: capitolo 12, durante la campagna d'Italia: "Nel frattempo dall'altra parte del continente, nella sterminata Russia, Alexander, che diventerà il più acerrimo nemico di Napoleone, sotto la tutela di sua nonna, l'Imperatrice Ekaterina, stava per andare incontro alla sua diciannovesima, rosea primavera." L'ultima parte del manga inizia con il volume 8 parte V: capitolo 6.
  4. ^ Volume 8 parte V: capitolo 5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga