Eleonora di Navarra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri personaggi con questo nome, vedi Eleonora d'Aragona.
Eleonora
Eleonora di Navarra
Eleonora di Navarra
regina di Navarra[1]
In carica 2 dicembre 1464 - 12 febbraio 1479
Predecessore Bianca II con Giovanni II
Successore Francesco Febo
Altri titoli principessa di Viana
Nascita 2 febbraio 1425
Morte Tudela, 12 febbraio 1479
Casa reale Trastamara
Padre Giovanni II
Madre Bianca I
Consorte Gastone IV di Foix
Figli Gastone
Pietro
Giovanni
Maria
Giovanna
Margherita
Caterina
Isabella
Eleonora e
Giacomo

Eleonora di Trastamara o Eleonora I di Navarra o Eleonora d'Aragona-Navarra (Leonor in spagnolo, asturiano, in galiziano, in portoghese, in aragonese e in basco, Elionor in catalano. Alienora in latino, Eleanor in inglese e Aliénor o Éléonore in francese, Eleonore in tedesco e Eleonora in fiammingo; Olite, 2 febbraio 1425Tudela, 12 febbraio 1479) principessa discendente della casa reale di Navarra, Aragona e Castiglia, che fu contessa consorte di Foix dal 1436 al 1472 regina de jure di Navarra dal 1464 al 1479 e regina effettiva di Navarra, per circa tre settimane nel 1479.

Origini familiari[modifica | modifica sorgente]

Figlia quartogenita (terza femmina) del principe di Castiglia e León e d'Aragona, duca di Peñafiel e futuro re di Navarra, della corona d'Aragona e di Sicilia, Giovanni II e della sua prima moglie, la ex regina consorte di Sicilia e futura regina di Navarra, Bianca di Navarra.[2][3][4][5][6]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Armi della regina Eleonora
Re d'Aragona
Casa di Trastámara
Escudo de Aragón-Sicilia.svg

Ferdinando I
Alfonso V
Giovanni II
Ferdinando II

Pochi mesi dopo la nascita, l'8 settembre 1425, la madre di Eleonora, Bianca I, divenne regina di Navarra[2].

Eleonora, il 30 luglio 1436, a soli undici anni sposò il coetaneo, il conte di Foix, Gastone de Grailly[2] (1425-1472), figlio del conte Giovanni I di Foix[7] e di Giovanna d'Albret, figlia di Carlo I d'Albret e di Maria de Sully. La cronaca del tesoriere della contea di Foix, Arnaud Esquerrier riferisce che Eleonora (Madona Leonor infanta de Navarra) sposò Gastone (Mossen Gaston fil de Mossen Johan et de Madona Johana de Labrit)[2].
Molto probabilmente, data l'età degli sposi, fu solo un impegno di matrimonio, che fu consumato solo dopo qualche anno, quando Eleonora, dopo aver vissuto alla corte di suo fratello, Carlo[8], che governava la Navarra per conto dei genitori, si recò, tra il 1441 ed il 1442, nella contea di Foix. Il matrimonio era stato organizzato da suo padre Giovanni II, reggente assieme alla cognata, Maria di Castiglia, della corona d'Aragona, per avere un forte alleato a nord dei Pirenei[8].

Quando, nel 1441, alla morte della madre, suo padre, Giovanni, invocando il testamento della moglie, usurpò il trono di Navarra al figlio, il principe di Viana, Carlo e assunse il titolo di re di Navarra[9], Giovanni II, trovò Eleonora al suo fianco mentre l'altra figlia, Bianca appoggiava il fratello contro il padre.
Nel 1451, tra Giovanni e Carlo si arrivò alla guerra civile ed ancora Eleonora ed il marito, Gastone, si schierarono col padre Giovanni mentre Bianca, moglie dell'erede al trono di Castiglia invocava il suocero affinché aiutasse Carlo.

Dopo la sconfitta del fratello, Carlo, esiliato nel regno di Napoli, presso lo zio, il re della corona d'Aragona e di Napoli, Alfonso V, Eleonora ed il marito si accordarono con Giovanni che, nel 1455, nominò, Eleonora, luogotenente generale del regno di Navarra, dove si trasferirono e si stabilirono a Sangüesa.
Eleonora trovò la Navarra ancora divisa tra i due partiti che si erano formati durante la guerra civile: i beamonteses, seguaci della famiglia Beaumont, partigiani di Carlo e gli agramonteses partigiani dell'antica casa nobiliare degli Agramont, a favore di Giovanni, che l'appoggiarono subito.

Dopo la morte del fratello, nel settembre del 1461, il trono di Navarra sarebbe spettato alla sorella maggiore[9], Bianca, ma il padre, Giovanni preferì trovare un accordo con Eleonora ed il marito di lei, Gastone, il 12 aprile del 1462, fu firmato il trattato di Olite, in cui Eleonora riconosceva il titolo regale al padre, che la confermava luogotenente di Navarra assieme al marito, mentre Bianca, che aveva l'appoggio del partito dei beamonteses veniva imprigionata e consegnata a Gastone, che la faceva trasferire nella contea di Foix.
Quando, nel corso dell'anno, iniziò la guerra civile catalana, Eleonora ed il marito si schierarono a fianco del padre e della matrigna, Giovanna Enriquez.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Guerra contro Giovanni II.

Bianca, che era stata rinchiusa nel castello di Moncada, a Orthez, il 2 dicembre del 1464, morì avvelenata, molto probabilmente per ordine della sorella, Eleonora. Un cronista dell'epoca definì la morte di Bianca una grande infamia commessa dal conte Gastone IV di Foix e da sua moglie, la principessa donna Eleonora .
Poco prima di morire, pare che Bianca abbia abdicato a favore della sorella, Eleonora[8]

In quegli anni Eleonora, che agì sempre in comune accordo col marito[8], Gastone (cercava di barcamenarsi tra Francia, Aragona e Castiglia[8]), recuperò il rapporto coi beamonteses e nel 1468, si trovò ad opporsi al padre, che con l'appoggio degli agramonteses ebbe la meglio, la privò del titolo di luogotenente di Navarra, che diede al figlio di Eleonora, Gastone.

Però, dopo la morte del figlio Gastone (1470), Eleonora ritrovò un accordo col padre che, nel 1471, gli restituì la luogotenenza perpetua sulla Navarra, in cambio della rinuncia ad ogni rivendicazione sulla corona d'Aragona.

Il 10 luglio del 1472, mentre il marito cercava di riprendere la lotta con l'aiuto dei beamonteses, Eleonora rimase vedova, e pur riuscendo a mantenne la luogotenenza[8], realizzò di essere luogotenente di un piccolo regno di cui non era ancora regina effettiva ed era schiacciata tra le tre potenze che la circondavano: Francia, Aragona e Castiglia.

Alla morte del padre, Giovanni, il 20 gennaio del 1479, il fratellastro Ferdinando II, re della corona d'Aragona, si appoggiò ai beamonteses, per portargli via il regno, ma Eleonora con l'appoggio degli agramonteses, riuscì a farsi incoronare, il 28 gennaio dello stesso anno, a Tudela.

Eleonora morì dopo circa due settimane, sempre a Tudela, il 12 febbraio 1479, lasciando il tono al nipote, Francesco Febo, raccomandandogli di cercare l'appoggio del regno di Francia.

Re di Navarra
Casa di Trastamara
Armoiries Aragon Navarre.svg

Giovanni II
Carlo IV
Bianca II
Eleonora

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Eleonora a Gastone diede dieci figli:[4][8][10][11]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Per meno di un mese, perché sino al 19 gennaio 1479 fu solo regina (de Jure) di Navarra
  2. ^ a b c d (EN) Reali di Navarra
  3. ^ (EN) Casa d'Ivrea- genealogy
  4. ^ a b (EN) Eleonora di Navarra PEDIGREE
  5. ^ (DE) Giovanni II d'Aragona genealogie mittelalter
  6. ^ (DE) Bianca I di Navarra genealogie mittelalter
  7. ^ Giovanni I di Foix era figlio di Arcibaldo de Grailly e di Isabella di Foix-Castelbon
  8. ^ a b c d e f g (DE) Eleonora di Navarra genealogie mittelalter
  9. ^ a b (EN) Reali di Aragona
  10. ^ (EN) Nobiltà tolosana
  11. ^ (EN) Casa di Foix- genealogy

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Rafael Altamira, Spagna, 1412-1516, in Cambridge University Press - Storia del mondo medievale, vol. VII, pp. 546-575, Garzanti, 1999

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

separatore

Preceduto da: Regina de jure di Navarra
(dal 1464 al 1472 assieme al marito, Gastone
e solo dal gennaio al febbraio 1479 fu regina effettiva)
Succeduto da:
Bianca II di Navarra
14611464
con
Giovanni II
14411479
Eleonora di Navarra
Armoiries Aragon Navarre.png
(14641479)
con
Giovanni II
1441 - 1479
Francesco Febo
14791483