Diazepam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Diazepam
Diazepam.svg
Diazepam-3D-balls.png
Nome IUPAC
7-cloro-1-metil-
5-fenil-1,3-diidro-2H-
1,4-benzodiazepin-2-one
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C16H13ClN2O
Massa molecolare (u) 284.7 g/mol
Numero CAS [439-14-5]
Codice ATC N05BA01
PubChem 3016
DrugBank APRD00642
Dati farmacocinetici
Biodisponibilità 93%
Metabolismo Epatico - CYP2C19
Emivita 14/70 ore
Escrezione renale
Indicazioni di sicurezza

Diazepam è un farmaco della categoria delle benzodiazepine commercializzato da Hoffmann-La Roche di Basilea dal 1963, conosciuto sotto nomi di Valtrax Valeas, Tranquirit, Vatran, Noan e il più comune Valium.

Possiede proprietà ansiolitiche, anticonvulsanti, sedative, miorilassanti. Il diazepam è comunemente utilizzato per trattare i disturbi d'ansia, l'insonnia e gli spasmi muscolari. Inoltre può essere utilizzato prima di alcune procedure mediche per ridurre la tensione e l'ansia e in alcune procedure chirurgiche per indurre amnesia. È comunemente usato nel trattamento dell'ansia, insonnia, convulsioni tra cui stato di male epilettico, spasmi muscolari (come nei casi di tetano), la sindrome delle gambe senza riposo, astinenza da alcool, la riduzione delle benzodiazepine e la malattia di Meniere.

Gli effetti collaterali del diazepam includono amnesia anterograda (specialmente ad alte dosi) e sedazione, così come effetti paradossali, come eccitazione, rabbia o peggioramento delle crisi negli epilettici. La benzodiazepina può anche causare o peggiorare la depressione. Effetti a lungo termine delle benzodiazepine quali il diazepam includono la tolleranza, la dipendenza dalle benzodiazepine e la crisi di astinenza (con la riduzione della dose), inoltre deficit cognitivi possono persistere per almeno sei mesi dopo la sospensione del trattamento. Diazepam può causare seri problemi di dipendenza fisica con l'uso a lungo termine. Rispetto ad altre benzodiazepine, però, la crisi di astinenza da diazepam dopo l'uso a lungo termine è di solito più lieve a causa della sua lunga emivita.

I vantaggi del diazepam sono il rapido inizio d'azione e gli alti tassi di efficacia, importanti per la gestione di crisi acute, attacchi d'ansia e attacchi di panico; le benzodiazepine hanno anche una tossicità relativamente bassa in caso di sovradosaggio.

Il diazepam è una medicina ritenuta basilare dall'Organizzazione mondiale della sanità ed è inclusa nella lista di farmaci essenziali, una lista di medicamenti minimi necessari per un sistema sanitario di base.

Farmacologia[modifica | modifica sorgente]

Il diazepam possiede una lunga durata d'azione: alcuni suoi metaboliti attivi, come il Nordiazepam, possiedono una emivita superiore alle 100 ore; questo dato dipende comunque dall'età e dalla funzionalità epatica. Diazepam ha proprietà anticonvulsivanti. Diazepam non ha alcun effetto sui livelli di GABA e nessun effetto sul glutammato decarbossilasi attività, ma ha un leggero effetto sulla gamma-aminobutirrico attività acido transaminasi. Si differenzia da altri farmaci anticonvulsivanti con cui è stato confrontato. Le benzodiazepine agiscono tramite micromolari siti di legame delle benzodiazepine come Ca2 + bloccanti dei canali e inibisce in modo significativo depolarizzazione sensibile assorbimento di calcio nelle preparazioni di cellule nervose nel ratto.

Diazepam inibisce il rilascio di acetilcolina in sinaptosomi ippocampali di topo. Ciò è stato trovato misurando sodio-dipendente alta affinità uptake di colina nelle cellule cerebrali di topo in vitro, dopo pretrattamento dei topi con diazepam in vivo. Questo può avere un ruolo nello spiegare le proprietà anticonvulsivanti diazepam.

Diazepam si lega con alta affinità per le cellule gliali in colture di cellule animali.

Meccanismo d'azione[modifica | modifica sorgente]

Diazepam si lega ad una subunità specifica sul recettore GABA A in un sito distinto dal sito di legame della molecola endogena GABA, noto come sito allosterico. Il GABA A recettore è un canale inibitorio che, quando attivato, diminuisce l'attività neuronale. Le benzodiazepine non sono supplementari per il neurotrasmettitore GABA, le benzodiazepine si legano piuttosto come diazepam in una posizione diversa sul GABA A recettore, con conseguente incremento degli effetti del GABA. Le benzodiazepine provocano un'apertura maggiore del canale quando ione cloruro si lega al suo sito sul GABA A recettore, portando ad un incremento dell'entrata di ioni cloruro nel neurone. Il diazepam lega non selettivamente le subunità alfa1, alfa2, alfa3 e alfa5 contenenti GABA A recettori.

A causa del ruolo di diazepam come modulatore allosterico positivo del GABA, quando si lega ai recettori delle benzodiazepine, provoca effetti inibitori. Ciò deriva dalla iperpolarizzazione della membrana post sinaptica, a causa del controllo esercitato sugli ioni cloruro negativi dai GABA A recettori.

Diazepam sembra agire su aree del sistema limbico, talamo e ipotalamo, inducendo effetti ansiolitici. Le sue azioni sono dovute alla valorizzazione del GABA attività.I farmaci benzodiazepinici, incluso diazepam, sembrano aumentare i processi inibitori nella corteccia cerebrale.

Le proprietà anticonvulsivanti del diazepam e di altre benzodiazepine possono essere in parte o interamente dovute al legame con canali voltaggio-dipendenti del sodio piuttosto che recettori benzodiazepinici. Le proprietà miorilassanti di diazepam sono dovute all'inibizione del polisinaptici percorsi nel midollo spinale.

Gravidanza e allattamento[modifica | modifica sorgente]

Diazepam non dovrebbe essere somministrato durante il primo trimestre di gravidanza. Successivamente, l'impiego del farmaco deve avvenire in caso di effettiva necessità e dopo attenta valutazione del rapporto fra benefici clinici effettivi e rischi potenziali per il feto, generalmente evitando dosi elevate e un uso prolungato.[1] È noto che l'assunzione cronica di benzodiazepine in corso di gravidanza può comportare lo sviluppo di dipendenza fisica nel neonato e comportare il verificarsi di una sindrome da astinenza nella fase postnatale. Pertanto il farmaco se viene assunto durante l'ultimo periodo di gravidanza è possibile che si verifichino effetti dannosi sul nascituro quali ipotermia neonatale, sedazione, ipotonia (sindrome del bambino di pezza),[2][3] riluttanza a succhiare, e depressione respiratoria moderata.[4][5]
L'esposizione materna a farmaci con attività depressiva sul sistema nervoso centrale, come il diazepam, può provocare la scomparsa delle variazioni brevi della frequenza cardiaca fetale, sulle quali si basa il monitoraggio fetale cardiaco. Tale effetto non risulta comunque dannoso per il feto. Diazepam in gravidanza può essere associato a trisomia della prole.

Diazepam, come altre benzodiazepine, viene escreto nel latte materno.[6] Se il trattamento benzodiazepinico non può essere sospeso, è meglio ricorrere a benzodiazepine a breve durata d'azione.

Avvertenze[modifica | modifica sorgente]

Pazienti debilitati, con patologie organiche cerebrali (soprattutto ad natura arteriosclerotica) o con insufficienza cardiorespiratoria, renale od epatica: in queste classi di pazienti potrebbe essere necessario individualizzare il dosaggio del diazepam. Nei pazienti con lesioni neurologiche il diazepam può causare un peggioramento dell'ossigenazione tissutale per diminuita pressione di perfusione cerebrale [7].

Diazepam nei media[modifica | modifica sorgente]

  • viene citato nel videogioco Metal Gear Solid (1998) di Hideo Kojima e in alcuni episodi della serie Grand Theft Auto (1996);
  • viene citato nel film Trainspotting (1996) di Danny Boyle;
  • la benzodiazepina viene citata nella canzone Tristezza, dall'album Studentessi (2008) degli Elio e le Storie Tese.
  • Valium è anche il titolo di una canzone di Vasco Rossi pubblicata nel 1981.
  • Viene citato da Leonardo Di Caprio nel film "The Departed, il bene e il male"
  • Il Valium viene citato da Lou Reed nella famosa canzone "Walk on the wild side".
  • Il rapper Eminem cita l'abuso di Valium nella canzone "My Mom" dell'album "Relapse", ricordando il periodo di riabilitazione successivo all'abuso da questa sostanza.
  • Il diazepam viene citato dai NOFX nella canzone "Creeping out Sara" dell'album "Coaster", pubblicato nel 2009.
  • Il Valium viene citato nel film "Una poltrona per due".

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ G. Olive, E. Rey, [Benzodiazepines and pregnancy. Transplacental passage, labor and lactation]. in Encephale, vol. 9, 4 Suppl 2, 1983, pp. 87B-96B, PMID 6144535.
  2. ^ JH. Kanto, Use of benzodiazepines during pregnancy, labour and lactation, with particular reference to pharmacokinetic considerations. in Drugs, vol. 23, nº 5, Mag 1982, pp. 354-80, PMID 6124415.
  3. ^ J. González de Dios, M. Moya-Benavent; F. Carratalá-Marco, [Floppy infant syndrome in twins secondary to the use of benzodiazepines during pregnancy]. in Rev Neurol, vol. 29, nº 2, pp. 121-3, PMID 10528322.
  4. ^ PR. McElhatton, The effects of benzodiazepine use during pregnancy and lactation. in Reprod Toxicol, vol. 8, nº 6, pp. 461-75, PMID 7881198.
  5. ^ S. Uzun, O. Kozumplik; M. Jakovljević; B. Sedić, Side effects of treatment with benzodiazepines. in Psychiatr Danub, vol. 22, nº 1, Mar 2010, pp. 90-3, PMID 20305598.
  6. ^ R. Brandt, Passage of diazepam and desmethyldiazepam into breast milk. in Arzneimittelforschung, vol. 26, nº 3, 1976, pp. 454-7, PMID 989345.
  7. ^ Eldridge P.R., Punt J.A.G, BMJ, 1990, 300, 1189

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]