Diatessaron

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Le prime due pagine del Diatessaron arabico

Il Diatessaron (dal greco dia tessarōn "secondo quattro" [vangeli]) è la più importante armonia evangelica, composta da Taziano il Siro, un apologeta del cristianesimo delle origini e un asceta, tra il 160 e il 175.[1] Taziano combinò quattro vangeli — il Vangelo secondo Matteo, il Vangelo secondo Marco, il Vangelo secondo Luca e il Vangelo secondo Giovanni — in un'unica narrazione.

L'armonia di Taziano segue da vicino il testo dei vangeli, ma lo dispone in una nuova e differente sequenza, differente sia da quella dei vangeli sinottici che da quella del Vangelo secondo Giovanni; poiché i quattro vangeli sono tra loro differenti, il risultato della loro combinazione è inevitabilmente la creazione di un nuovo racconto, differente da tutti e quattro gli originali.[2] Come altre armonie evangeliche, il Diatessaron risolve le contraddizioni tra i vangeli; per esempio, omette le differenti genealogie di Gesù contenute in Matteo e Luca. Taziano omise anche il testo duplicato, specie quello comune ai sinottici. Solo 56 versetti dei vangeli canonici non hanno una controparte nel Diatessaron: si tratta principalmente delle genealogie e della pericope dell'adultera; la lunghezza del Diatessaron è pari al 72% delle lunghezze dei vangeli combinate.[3]

Prima traduzione del Nuovo Testamento in lingua siriaca, il Diatessaron fu il testo ufficiale del Nuovo Testamento per alcune Chiese di lingua siriaca fino al V secolo: nel 423 il vescovo Teodoreto ne impose l'abbandono in favore dell'adozione dei quattro vangeli canonici,[4] nella versione nota come Peshitta.[5] Teodoreto ordinò la distruzione delle copie esistenti del Diatessaron, che, in siriaco, si è conservato solo in maniera indiretta attraverso il commentario di Efrem il Siro. Altre versioni del Diatessaron, più meno rimaneggiate, si sono conservate in altre lingue: arabo, fiammingo, due versioni in due dialetti italiani (veneto e romagnolo)..

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ "Tatian", in Cross, F.L., ed. The Oxford Dictionary of the Christian Church. New York: Oxford University Press. 2005
  2. ^ Ehrman, Bart. Misquoting Jesus: The Story Behind Who Changed the Bible and Why. HarperCollins, 2005. ISBN 978-0-06-073817-4
  3. ^ McFall, 1994
  4. ^ "Diatessaron", in Cross, F.L., ed. The Oxford Dictionary of the Christian Church. New York: Oxford University Press. 2005.
  5. ^ "Peshitta", in Cross, F.L., ed. The Oxford Dictionary of the Christian Church. New York: Oxford University Press. 2005.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Leslie McFall, 1994. "Tatian's Diatessaron: Mischievous or Misleading?", Westminster Theological Journal 56 (1994): 87-114.
  • Helmut Koester, Ancient Christian Gospels (Harrisburg, PA: Trinity Press 1990)
  • D. Plooij, Traces of Syriac Origin of the Old-Latin Diatessaron (Church History 2001)
  • Baarda T., Essays on the Diatessaron (Peeters 1994)

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]