Crisi libanese del 1958

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Crisi Libanese del 1958 fu una serie di scontri armati tra l'esercito, fedele al presidente filo-occidentale Camille Chamoun, e le milizie filo-nasseriane di ispirazione ideologica nazionalista panaraba, sostenute dal primo ministro Rashid Karame.

Cause[modifica | modifica wikitesto]

Questi scontri, anticipo della guerra civile,furono causati dalla politica marcatamente filo - occidentale intrapresa dal Presidente del Libano Camille Chamoun.

Camille Chamoun si rese protagonista di alcune decisioni che indispettirono molto la comunità araba del paese:

Sempre nel 1958, quando Camille Chamoun manifestò la propria volontà di essere rieletto alla carica presidenziale dopo aver modificato ad hoc la Costituzione, vi furono molte polemiche e accuse dovute al suo stile di governo autoritario ed illiberale. Questo scatenò la rabbia dei nazionalisti islamici che si scontrarono con i cristiani fedeli al Presidente.

Soluzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 luglio 1958, sbarcarono a Beirut 15.000 marines americani per sedare gli scontri. Chamoun su consiglio americano non si volle ricandidare alla carica di Presidente della Repubblica, al fine di evitare una vera e propria guerra civile e al suo posto venne eletto Fu'ad Shehab, apprezzato da entrambe le parti contendenti.

Shehab nominò Primo ministro Rashid Karame e fece ritirare le truppe statunitensi. Karame formò un governo di Riconciliazione Nazionale che riportò la calma.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Mohammed Shafi Agwani, The Lebanese Crisis, 1958: A Documentary Study, 1965.
  • Erika G. Alin, The United States and the 1958 Lebanon Crisis, American Intervention in the Middle East, 1994.
  • Pierrick el Gammal, Politique intérieure et politique extérieure au Liban de 1958 à 1961 de Camille Chamoun à Fouad Chehab, Sorbonne University (Paris), 1991.
  • Irene L. Gendzier, Notes from the Minefield: United States Intervention in Lebanon and the Middle East 1945–1958, 1997
  • Agnes G. Korbani, U.S. Intervention in Lebanon, 1958–1982: presidential decisionmaking, 1991.
  • Nawaf A. Salam, L’insurrection de 1958 au Liban, Sorbonne University (Paris), 1979.
  • Jack Schulimson, Marines in Lebanon 1958, Historical Branch, G-3 Division, Headquarters, U. S. Marine Corps, Washington, Department of the Navy, United States Marines Corps, 1966, 60 p.
  • Salim Yaqub, 'Containing Arab Nationalism, The Eisenhower Doctrine and the Middle East, 2003.
  • The Lebanon Operation, U.S. Army Center for Military History, Contingency Operations

Articoli[modifica | modifica wikitesto]

  • Fawaz A. Gerges, The Lebanese Crisis of 1958: The Risks of Inflated Self-Importance, Beirut Review, 1993, pp. 83–113.
  • David W. Lesch, Prelude to the 1958 American Intervention in Lebanon, Mediterranean Quarterly, vol. 7, n°3, 1996, pp. 87–108.
  • Ritchie Ovendale, Great Britain and the Anglo-American Invasion of Jordan and Lebanon in 1958, The International History Review, vol. XVI, n°2, 1994, pp. 284–304.
  • Edouard de Tinguy, La crise libanaise de 1958 et l'intervention militaire américaine, Revue d'Histoire Diplomatique, Paris: A. Pédone, n°4, décembre 2007.
  • Lorenzo Striuli, "L'intervento statunitense in Libano nel 1958", Rivista Italiana Difesa, n°2, 2008, pp. 82-89.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]