Citroën FAF

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Citroën FAF
Citroen-pony.jpg
La FAF greca Namco Pony del 1980, prodotta in oltre 30.000 esemplari
Descrizione generale
Costruttore bandiera  Citroën
Tipo principale berlina
Altre versioni cabriolet
autocarro
Produzione dal 1973 al 1979
Esemplari prodotti circa 800
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Massa 650 kg
Altro
Stessa famiglia Citroën 2CV
Citroën Ami 6
Citroën Ami 8
Citroën Dyane
Citroën Méhari
Auto simili Fiat 600 jungla
Mini Moke
Renault Rodeo
Volkswagen Pescaccia

Il Citroën FAF è stato un programma industriale internazionale, studiato per la realizzazione di veicoli utilitari, sulla base dell'autotelaio "2 CV", da costruire direttamente nei Paesi sottosviluppati o privi di locale industria automobilistica.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Le vetture FAF derivavano direttamente dalla famiglia della 2CV. Il nome scelto da Citroën è un acronimo derivante dal francese, che sta per "Facile à fabriquer", ma anche per "Facile à financer".

Ciò lasciava intuire molto sulla semplicità costruttiva di queste vettura. La FAF era un'auto di estrema semplicità costruttiva pensata principalmente per i Paesi del Terzo Mondo e quelli in via di sviluppo. Con la 2CV condivideva pianale e meccanica. Per la particolarità dell'auto in questione, per il suo obiettivo commerciale e per la similitudine in alcune sue soluzioni tecniche è ulteriormente accostabile in particolare alla Citroën Méhari. La differenza principale tra la Méhari e la FAF stava nel materiale con cui era costruita la carrozzeria, ossia plastica per la prima e lamiera di acciaio per la seconda.

Nonostante l'obiettivo principale fosse quello di introdurre un'auto a costi bassissimi in Paesi decisamente poveri, la FAF non riuscì nell'impresa, poiché le popolazioni africane si sentirono discriminate dal fatto di poter disporre di un'auto, a loro detta, di seconda scelta.

Nonostante le migliori intenzioni della Casa francese, quindi, la FAF non incontrò il successo sperato, e dirottò la produzione in Paesi come la Spagna, la Grecia ed il Cile, arrivando a produrre solo 800 esemplari. In particolare, in Grecia prese il nome di Citroën Pony ed in Cile quello di Yagàn.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili