Casciana Terme

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Casciana Terme
frazione
Casciana Terme – Veduta
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Coat of arms of Tuscany.svg Toscana
Provincia Provincia di Pisa-Stemma.png Pisa
Comune Casciana Terme Lari-Stemma.png Casciana Terme Lari
Territorio
Coordinate 43°31′41″N 10°37′09″E / 43.528056°N 10.619167°E43.528056; 10.619167 (Casciana Terme)Coordinate: 43°31′41″N 10°37′09″E / 43.528056°N 10.619167°E43.528056; 10.619167 (Casciana Terme)
Altitudine 130 m s.l.m.
Abitanti 2 499[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale 56034
Prefisso 0587
Fuso orario UTC+1
Cod. catastale A559
Nome abitanti cascianesi (anticamente aquisani)
Patrono Santa Croce
Giorno festivo 3 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Casciana Terme

Casciana Terme (Castrum ad Aquas o Balneum ad Aquas in latino) è una frazione del comune sparso di Casciana Terme Lari, in provincia di Pisa.

Frazione del comune di Lari fino al 1927, e già denominata Bagno ad Acqua e Bagni di Casciana, fu poi comune autonomo accorpando anche le frazioni di Ceppato, Collemontanino, Parlascio e Sant'Ermo. Dal 1º gennaio 2014 si è fuso con Lari per formare il nuovo comune di Casciana Terme Lari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La sua storia è strettamente legata alle proprietà terapeutiche delle acque che vi scorrono dando vita alle Terme. Le origini di Casciana risalgono al periodo etrusco come da recenti ritrovamenti archeologici nell'area di Parlascio.

Le memorie scritte più antiche, risalgono al IX secolo ed attestano l'esistenza della pieve di Santa Maria ad Acquas, in un documento dell'archivio vescovile di Lucca. Una bolla del 1148 poneva in risalto per la prima volta le virtù terapeutiche delle acque termali di Casciana, in particolare per le malattie della pelle. Nel XII secolo Casciana (Aqui) era sede di un castello con mura e torri, ubicato nel nucleo di Petraia dove ancora oggi è visibile una bella torre medioevale, la Torre Aquisana.

Sebbene molti studiosi affermino che le acque termali di Casciana fossero già conosciute dai romani, la costruzione oggi documentata del primo stabilimento termale fu opera di Federico da Montefeltro, Signore di Pisa, nel 1311. Nel 1460, dopo quasi due secoli, venne restaurato per la prima volta dai Magnifici Signori Fiorentini e nel 1596 furono apportati ulteriori miglioramenti. Con i Lorena, fra '700 e '800, riprende l'attenzione del Granducato per le Terme cascianesi e nel 1824, per ordine di Ferdinando III di Toscana, si avvia un nuovo progetto di ristrutturazione. Si arriva così al 1870 e al nuovo stabilimento realizzato dall'architetto Giuseppe Poggi, famoso per aver realizzato il Piazzale Michelangelo a Firenze.

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo Casciana deriva dal nome di persona latino Cassius, col significato quindi di "terreno di Cassio". La località è però citata per la prima volta col nome di Acqui alla fine del IX secolo, con riferimento alle caratteristiche termali del posto. Il paese si chiamò Bagni di Casciana, in riferimento al centro abitato di Casciana (che divenne Alta), fino al 1956 quando assunse il nome attuale.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica wikitesto]

Architetture religiose[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di San Martino in Petraija, di origine trecentesca, fu rifatta completamente nel 1807. L'opera più rappresentativa è custodita presso l'altar maggiore, il miracoloso crocifisso ligneo, recentemente restaurato, che è molto venerato almeno dal Cinquecento.
  • Chiesa di Santa Maria Assunta, chiesa parrocchiale che nel suo stato attuale è da ascriversi al XIX secolo, risulta documentata dall'840, restaurata nel 1553; è stata più volte trasformata, fino all'attuale assetto tardo ottocentesco. È costituita da una navata centrale e due transetti laterali, uno a destra e uno a sinistra.
  • Oratorio della Madonna dei Sette Dolori, faceva parte di un ospedale dedicato a San Bartolomeo. Collocato all'inizio del castello di Aqui forse inizialmente ebbe la destinazione di accogliere i pellegrini e i poveri di passaggio. II vescovo di Lucca nelle visite pastorali lo visitò e dispose che, come opera pia, adempisse a questa funzione con decoro.

Architetture militari[modifica | modifica wikitesto]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Sono qui riportati gli abitanti del comune di Casciana Terme dal 1861 al 2011, che comprendeva oltra alla frazione capoluogo anche quelle di Ceppato, Collemontanino, Parlascio e Sant'Ermo. Abitanti censiti[2]


Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Nei primi anni del Novecento è stata frequentata da compagnie teatrali e musicali, che offrivano spettacoli ai visitatori delle Terme. Appena al di fuori della struttura termale era stato costruito nei primissimi anni del Novecento il Teatro Flora, elegante costruzione all'aperto, in legno, che aveva una capienza massima di 250 persone.

Altro luogo dedicato alla cultura è il Teatro Verdi, inaugurato nel 1913, storica struttura, che fino agli anni '70 ha visto l'allestimento di molte feste e spettacoli paesani, concerti di bande e artisti lirici, concorsi, balli di carnevale e mostre. In restauro da molti anni, è stato riaperto nel giugno del 2012. È stato ristrutturato tenendo conto del primario progetto di inizio secolo scorso, che non fu mai realizzato per mancanza di fondi. Il teatro è una delle strutture principali della Valdera.

Musica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1928 è stato rappresentato il Barbiere di Siviglia di Rossini in Piazza delle Terme, con alcuni artisti locali.Altre opere liriche sono state rappresentate sempre nella Piazza delle Terme anche in tempi recenti.

Presso il Teatro Verdi, proprietà della Società di Mutuo Soccorso e poi del Comune, sono state rappresentate a inizio '900 numerose opere tra cui Aida e il Rigoletto di Verdi.

In occasione della riapertura del Teatro nel 2012 è stato eseguito un Concerto lirico con l'Orchestra del Festival Puccini di Torre del Lago diretta dal M° [Alberto Veronesi] e alcuni giorni dopo una recita celebrativa del Barbiere di Siviglia di Rossini. Nel 2013 è stata organizzata la prima stagione lirica del Teatro Verdi riaperto, con la rappresentazione scenica di Gianni Schicchi, L'Elisir d'amore e Don Giovanni, con cast composti da artisti internazionali.

Casciana Terme è stata la sede della banda "Giuseppe Verdi", fondata negli anni '20, che ha avuto alcuni importanti riconoscimenti. Tra i suoi maestri direttori il più noto è stato il M°Ugo Messerini negli anni '50 e '60, il qualche compose anche l'inno cittadino "Evviva Casciana".

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

  • 3 maggio Festa patronale dei Rioni, tradizionale e sentito palio della corsa dei carretti tra i rioni della città: Gorina (verde), Centro (rosso), Casina (blu), Pietraia (giallo). Il Palio è in onore del Santissimo Crocifisso della Chiesa di S.Martino, ed è preceduto da una sfilata storica. Nel corso degli anni la Festa si è arricchita di varie attività, come i giochi in piazza e la caratteristica e colorata sfida di ballo coreografico.

Fra le altre feste ricordiamo:

  • Casciana Cultura (presentazione di libri con la presenza degli autori)
  • Rally di Casciana Terme (tradizionale e importante gara di automobili da corsa per le vie di Casciana e per tutto il comprensorio)
  • la Festa di San Genesio (colorata festa dei Bimbi con il lancio della mongolfiera e dei palloncini con i messaggi di pace)
  • il Premio San Genesio (dedicato a personalità legate alla città)
  • la "Via dell'arco" (mostra pittorica)
  • il Presepe Vivente (il sabato prima di Natale)
  • il Mercatino della Contessa Matilde (mercatino di antiquariato e modernariato) - primo venerdì del mese da giugno a settembre
  • Sagra del coniglio (Sagra paesana della frazione di Parlascio)

Da diversi anni Casciana Terme ospita la finale regionale del concorso di bellezza Miss Italia, occasione in cui sono presenti ospiti a livello nazionale.

Da menzionare infine lo storico Carnevale che veniva festeggiato con carri allegorici per le vie della cittadina fino dai primi anni del '900.

Persone legate a Casciana Terme[modifica | modifica wikitesto]

  • Pannuccio Dal Bagno (? - 1276), poeta italiano del XIII secolo - Secondo alcuni recenti studi, è risultato che ha avuto i suoi natali nella città termale, appartenente alla famiglia Dal Bagno, titolare del castello di Bagno a Aqui (antico nome di Casciana Terme), che tra i cui discendenti può annoverare anche un altro Panuccio (o Pannuccio) che è stato Console del Mare nel 1335. Il Panuccio poeta è un autore preso in considerazione da alcune generazioni come esempio letterario di poesia "guittoniana" (cioè influenzata da Guittone d'Arezzo), ed è uno dei rappresentanti più importanti del Dolce stil novo. Tutte le sue poesie sono state riunite in un libro di 22 Rime.
  • Matilde di Canossa - Secondo la tradizione la Contessa passò alcune settimane nella cittadina termale, insieme alla sua corte. In questa occasione avrebbe avuto l'incontro con un merlo ferito che si guarì da solo con le acque termali. In realtà, secondo più attendibili ricerche, la Contessa Matilde non soggiornò mai in Casciana.
  • Mons. Gioacchino Domenico Antonio Salvetti, missionario - Nato a Casciana il 29 gennaio 1769, morto a Taiyuanfu (Shanxi,Cina) il 21 settembre del 1843. È stato un vescovo missionario francescano. La sua casa natale è posta in Via Cavour nel centro della città.
  • Torquato Cardelli (Sant'Ermo 11 ottobre 1895 - Alpe di Cosmagnon 10 ottobre 1916), bersagliere appartenente al VII° ciclisti - Medaglia d'oro al Valor Militare della 1ª Guerra Mondiale
  • Armando Picchi - illustre calciatore italiano a cui è stato dedicato il Campo sportivo e un Premio per il miglior difensore del Campionato di Calcio di Serie A.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Turismo termale[modifica | modifica wikitesto]

Le terme agli inizi del XX secolo

Il paese è conosciuto soprattutto per l'impianto termale che usufruisce delle acque calcico-sulfuree a 37 °C costanti. Si narra che l'acqua termale fu scoperta dalla contessa Matilde di Canossa. Ella aveva un merlo piuttosto anziano e malmesso, con le piume grigiastre per l'età. Un giorno la contessa notò che il merlo si muoveva sempre meglio e le sue piume erano tornate di un colore nero intenso e il becco giallo brillante. Fece seguire il merlo nelle sue "uscite" mattutine. Scoprì che il merlo ogni mattina volava a mettere le zampette in una strana "acqua fumante". Anche la contessa volle provare a immergersi nelle miracolose acque. E in pochissimo tempo ne trasse benefici. Decise quindi di costruire alcune vasche, primo inizio degli impianti termali che oggi possiamo ammirare. Fino al 1927 le terme erano di proprietà del Comune di Lari.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Questo è l'elenco dei sindaci del comune di Casciana Terme antecedenti all'accorpamento in Casciana Terme Lari.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2009 2014 Giorgio Vannozzi Centro-destra Sindaco

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Per tre volte Casciana Terme è stata sede di arrivo di tappa del Giro d'Italia, la prima nel 1947, l'ultima nel 1971:

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

L'A.S.D. Atletico Casciana Terme è una squadra di calcio fondata nel 1927 con dicitura "Unione Sportiva" e i suoi colori sociali sono il rosso e il blu. Attualmente (2010-2011) milita in Seconda Categoria nel Girone E.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dati censimento Istat 2001
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  3. ^ Sito ufficiale dell'A.S.D. Atletico Casciana Terme

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giornale enciclopedico fiorentino - Volume 2 - Firenze, 1810 Link al libro su Google libri
  • Giuseppe Cappelletti - Le chiese d'Italia della loro origine sino ai nostri giorni - 1844
  • AA.VV. Libretto opuscolo Altavaldera (per quanto riguarda la Storia di Casciana Terme)
  • Paola Picchioni,Colline pisane, Felici editore, 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Toscana Portale Toscana: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Toscana