Buio Pesto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(LIJ)
« Morini o l'è "O Cappo", un zôenottôn bravo e tosto, ma tutto "O Gruppo" o l'è forte, pe no parlâ do resto... A muxica a l'è bonn-a e...me piaxe anche o testo, e o nomme co profûmma de Zena: "Buio Pesto". Côse posso ancon azzunze, o mae cäi figgiêu insemme a l'augurio ch'o me sgörga da-o chêu? »
(IT)
« Morini è il "Boss", un ragazzo bravo e tosto, ma tutta "La Band" è forte, per non dire del resto... La musica è bella e...me piacciono anche i testi, e il nome che profuma di Genova: "Buio Pesto". Cosa posso ancora aggiungere, o miei cari ragazzi insieme all'augurio che mi viene dal cuore? »
("Buio Pesto" di Piero Parodi dedicata ai Buio Pesto[1])
Buio Pesto
I Buio Pesto nel 2006
I Buio Pesto nel 2006
Paese d'origine Italia Italia
Genere Pop
Folk
Dance
Pop rock
Reggae
Periodo di attività 1983 – in attività
Etichetta Grigua Dischi
Album pubblicati 10
Studio 9
Raccolte 1
Sito web

I Buio Pesto sono un gruppo musicale italiano demenziale proveniente da Bogliasco (GE). Il nome del gruppo fa leva su un gioco di parole derivato dalla lingua ligure, dove il termine pesto può essere riferito egualmente tanto all'aggettivo scuro o profondo come attributo del nome buio, quanto al tipico condimento ligure, il pesto appunto.

Il logo del gruppo, caratterizzato da un intenso colore verde, richiama la forma della fogliolina di basilico, che del pesto è il principale ingrediente.

Lo stile musicale del gruppo varia dal pop, al rap, al reggae, fino alla musica popolare. Caratteristica predominante dei brani dei Buio Pesto è la forte ironia e la comicità che conferisce alla musica una particolare vis cameratesca e volgare al tempo stesso.

Nel 2005 il Comune di Genova ha consegnato ai Buio Pesto il disco d'oro alla carriera per aver superato le 50.000 copie di dischi venduti. Allo stato attuale le vendite ufficiali ammontano a 84.000 copie, che diventano 160.000 se conteggiate anche le compilation. Hanno tenuto 632 concerti e 134 partecipazioni come ospiti, per un totale di 766 esibizioni pubbliche. Il loro pubblico ammonta ad oggi a un totale di 1.213.000 spettatori.

Storia del gruppo[modifica | modifica sorgente]

La storia dei Buio Pesto inizia nel settembre del 1983 ad opera di Danilo Straulino, Davide Ageno (ancora membri del gruppo, rispettivamente alla batteria e alla chitarra) ed Ettore Valle, anche se l'attività professionale è iniziata nel 1992 con l'incisione del primo album, Voglio una fidanzata, pubblicato dalla FMA-Discomagic. Ma nel 1995 la vicenda artistica dei Buio Pesto conosce una svolta importante con la decisione di cantare in lingua ligure.

Il "Bandrillon"

I Buio Pesto sono conosciuti per la vis creativa che spesso li ha spinti e li spinge a ideare curiose bizzarrie. Tra queste, fa spicco l'ideazione - con tanto di brevetto - di quello che è considerato il primo strumento musicale a corde prettamente ligure della storia: il "Bandrillon". Lo strumento - che rievoca nella forma e nel colore la tipica foglia di Ocimum basilicum - ha fatto la sua prima apparizione nel brano Pasiensa (Pazienza) contenuto nell'album Basilico, pubblicato nel 2004. Il Bandrillon è suonato da Maurizio Borzone.

Il loro secondo disco, "Cosmolandia", pubblicato nel 1998, contiene un brano inedito: "Cosmolandia", cantato in coppia con Franco Malerba, il primo astronauta italiano a volare nello spazio per la NASA nel 1992 con lo Space Shuttle Atlantis.

Il 19 dicembre 1999 lo Space Shuttle Discovery decolla da Cape Canaveral portando a bordo il CD "Cosmolandia", grazie alla gentilezza di Claude Nicollier, collega di Malerba a bordo della missione del 1992, diventando così il primo disco europeo a volare nello spazio.

I Buio Pesto nel 2004 hanno anche prodotto e interpretato quello che è considerato il primo[2] film di fantascienza interamente girato e prodotto in Italia: InvaXön - Alieni in Liguria. In seguito al successo cinematografico e televisivo del film i Buio Pesto sono stati protagonisti della conseguente serie TV InvaXön - Alieni nello spazio, prodotta e trasmessa dal canale Jimmy su Sky nel 2007.

A ottobre 2008, anno della pubblicazione del CD Liguria, è stato distribuito il loro secondo film intitolato Capitan Basilico. Il film è stato in concorso per il Premio David di Donatello 2009[3] e in seguito acquistato da Rai Cinema.

A dicembre 2011 è stato distribuito il loro terzo film, intitolato Capitan Basilico 2. Anche questo film è stato in concorso per il Premio David di Donatello 2011[4] e in seguito acquistato da Rai Cinema.

Nel 2012 i Buio Pesto hanno girato, in qualità di co-protagonisti, due film: "12 12 12", in uscita nei cinema il 17 ottobre 2013 distribuito da Mediterranea, e "The President's Staff", prodotto da Rai Cinema per il mercato internazionale e girato in lingua inglese.

Nello stesso anno, assieme ad altri 36 artisti liguri, i Buio Pesto fanno parte del super gruppo Artisti Uniti per Genova nel progetto Ora che, brano scritto da Max Campioni, prodotto da Verdiano Vera e pubblicato da Maia Records, realizzato per raccogliere fondi per l'alluvione di Genova del 4 novembre 2011, che vede la partecipazione di numerosi musicisti e cantanti della scena musicale genovese.

Nell'estate del 2013 hanno realizzato la parodia di Gangnam Style cantata in genovese e intitolata "Liguria Style"[5].

Il 5 settembre 2013, durante il concerto conclusivo dello Zero Euro Tour, tenuto a Genova allo Stadio La Sciorba, hanno annunciato il loro ritiro dal palcoscenico a causa di circa 50 mila euro di mancati pagamenti da parte di sponsor e comuni dei loro spettacoli a partire dal 2009[6].

Il 29 ottobre tornano a fare un concerto all'estero dopo 14 anni, suonando il al Theatre Espace Léo Ferré a Fontvieille nel Principato di Monaco organizzato dall’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco[7]; durante il concerto cantano in genovese l'Inno monegasco[8].

Nel 2014 pubblicano il loro decimo album nel loro ventesimo anno di attività, Buio Pesto, e nell'aprile dello stesso anno, grazie alla decisione di un anonimo benefattore di pagare i 50 mila euro richiesti, annullano la decisione di ritirarsi dalle scene[9].

Il 17 maggio 2014 i Buio Pesto ritirano a Genova presso il FIM, la Fiera Internazionale della Musica, il FIM Award 2014 Regione Liguria - Musica Ligure nel Mondo assegnato da CAPAM, Commissione Artistica per la Promozione dell'Arte e della Musica e consegnato da Verdiano Vera, patron della manifestazione.[10][11] Durante l'evento la band si esibisce ottenendo un grande successo di fronte al folto pubblico presente.

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

I Buio Pesto hanno eseguito nei loro CD diverse duetti con cantanti come Marco Masini, Povia, Mietta, Simone Cristicchi, Enrico Ruggeri, Elio e le Storie Tese, Bruno Lauzi, i Ricchi e Poveri oltre che quella del cantante e autore dialettale genovese folk Piero Parodi.

Numerose le irriverenti cover e "rivisitazioni" in versione genovese di successi di vari artisti, non solo italiani: tra i brani, 50 Special, Black or White, Don't Cry for Me, Argentina,You spin me around (like a record), Macarena, My Heart Will Go On, My Sharona, Dragostea din tei, Vorrei avere il becco, Vorrei cantare come Biagio, L'Italia di Piero, Take on Me, Mistero, Bella vera, Baciami adesso fino all'Inno nazionale italiano.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Attuale[modifica | modifica sorgente]

Ex membri[modifica | modifica sorgente]

  • Ettore Valle - voce e tastiere
  • Alessandro Pagnucco - basso
  • Andrea 'Pagen' Paglierini - voce
  • Simone Carabba - cori

Discografia e video[modifica | modifica sorgente]

Per la FMA/Discomagic:

  • Voglio una fidanzata (1992)

Per la Grigua/Discolandia:

Videolandia / Discolandia

Timeline componenti[modifica | modifica sorgente]

Artisti e Personaggi che hanno duettato con i Buio Pesto[modifica | modifica sorgente]

Tour[modifica | modifica sorgente]

  • Belinlandia Tour - 1º luglio - 17 settembre 1995
  • Mia un po' che tour - 22 giugno - 6 settembre 1996
  • Basilico Tour - 17 giugno - 19 settembre 1997
  • Cosmolandia Tour - 20 giugno - 15 settembre 1998
  • E.T. Tour - 26 giugno - 20 settembre 1999
  • Colombo Tour - 23 giugno - 23 settembre 2000
  • Zeneize Tour - 23 giugno - 1º ottobre 2001
  • Paganini Tour - 23 giugno - 7 ottobre 2002
  • Belin che tour - 22 giugno - 3 ottobre 2003
  • Basilico Tour - 25 giugno - 18 settembre 2004
  • Rumenta Tour - 25 giugno - 17 settembre 2005
  • Palanche Tour - 25 giugno - 15 settembre 2006
  • O Ballo Tour - 25 giugno - 9 settembre 2007
  • Liguria Tour - 21 giugno - 19 dicembre 2008
  • A-A Reversa Tour - 22 giugno - 31 dicembre 2009
  • Pesto Tour - 20 giugno - 31 dicembre 2010
  • Formula Tour - 19 giugno - 10 settembre 2011
  • Zeneize Tour - 17 giugno - 8 settembre 2012
  • Zero Euro Tour - 16 giugno - 14 settembre 2013
  • Buio Pesto Tour 2014 - 10 20 30 - 29 giugno - 13 settembre 2014

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Buio Pesto, Il Golfo, Rapallo, 1999 pag. 19
  2. ^ da film.it
  3. ^ Scheda del film in concorso al David di Donatello 2009
  4. ^ Scheda del film in concorso al David di Donatello 2011
  5. ^ Recensione su My Way Online
  6. ^ Buio Pesto, è stop ai concerti "Non ci pagano, ci fermiamo"
  7. ^ Ed i Buio Pesto suoneranno a Montecarlo, sarà davvero l'ultimo concerto?
  8. ^ L'Inno Monegasco dei Buio Pesto
  9. ^ Un fan salva i Buio Pesto: nuovo CD e nuovo tour
  10. ^ FIM Awards 2014.
  11. ^ Ambasciatori di Cultura Musicale.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Massimo Bosso, Buio Pesto, ed. Il Golfo, Rapallo, 1999

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Premi[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock