Battaglia di Lützen (1813)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Lützen
Napoleone e le sue truppe a Lützen, incisione di Andrea Johann Fleischmann
Napoleone e le sue truppe a Lützen,
incisione di Andrea Johann Fleischmann
Data 2 maggio 1813
Luogo Nei pressi di Lützen, sud-ovest di Lipsia
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
115.000 uomini 270.000 uomini
Perdite
3.000 morti,10.000 feriti,2.000 catturati 15.000 morti e feriti,2.000 catturati
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Lützen venne combattuta il 2 maggio 1813 tra le forze francesi e la coalizione russo-prussiana. Napoleone attrasse il nemico in una trappola, segnando il loro primo arresto dopo la disastrosa campagna di Russia, culminata nella disfatta della Beresina.

Il comandante russo, principe Peter Wittgenstein, attaccò una colonna avanzata francese, nei pressi di Lützen (oggi in Sassonia-Anhalt), nel tentativo di impedire al Bonaparte di catturare la vitale piazzaforte di Lipsia.
Al termine di una giornata di pesanti combattimenti, le forze russo-prussiane dovettero ritirarsi. Napoleone, tuttavia, non poté trasformare la vittoria in una rotta decisiva, a causa della carenza di cavalleria, che non era stata possibile ricostruire dopo le enormi perdite dell'anno precedente.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]