Battaglia di Bautzen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Bautzen
Battle of Bautzen 1813 by Bellange.jpg

Data 21 maggio 1813
Luogo Bautzen, Alta Lusazia, 60 km est di Dresda
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
199.000 250.000
Perdite
circa 13.000 15.000
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Bautzen fu una sanguinosa vittoria napoleonica della guerra della sesta coalizione europea antifrancese, combattuta in Sassonia (Germania), contro gli eserciti russo e prussiano, dal 20 al 21 maggio 1813.

Forze in campo[modifica | modifica wikitesto]

Alla battaglia parteciparono l'esercito francese, comandato personalmente dall'imperatore Napoleone I, e gli eserciti coalizzati di Russia e Prussia, guidati rispettivamente dai generali Wittgenstein e Blücher.

Premesse[modifica | modifica wikitesto]

Dopo la catastrofica ritirata della Grande Armée francese in Russia, nel febbraio 1813 la Prussia arruolò un esercito di coscritti ed entrò in guerra contro Napoleone. Nella Campagna di Primavera l'imperatore francese, alla testa di un nuovo esercito raccogliticcio, si preparò a dare battaglia in Sassonia.

Svolgimento[modifica | modifica wikitesto]

A prezzo di gravissime perdite (alcuni resoconti parlano di circa 12.000 morti), Napoleone vinse la battaglia. Il maresciallo Duroc, fedele collaboratore dell'imperatore, cadde sul campo.

Conseguenze[modifica | modifica wikitesto]

La vittoria francese di Bautzen, insieme a quelle contemporanee di Lützen e Wurschen, assestò un grave ma non decisivo colpo agli eserciti della sesta coalizione. Napoleone ne approfittò per firmare il 4 giugno 1813, con la mediazione dell'Austria, l'armistizio di Pleiswitz, che avrebbe dovuto permettergli di riorganizzare le sue forze. Due mesi dopo, però, la guerra riprese con l'adesione dell'Austria e della Svezia alla coalizione.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]