Battaglia di Brienne

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Battaglia di Brienne
Battle of Brienne Napoleon vs Cossacks.jpg

Data 29 gennaio 1814
Luogo Brienne-le-Château, Francia
Esito Vittoria francese
Schieramenti
Comandanti
Effettivi
30.000 uomini 25.000 uomini
Perdite
3.000 circa 4.000 circa
Voci di battaglie presenti su Wikipedia

La battaglia di Brienne fu combattuta il 29 gennaio 1814 dalle truppe del Primo Impero francese comandate dall'imperatore Napoleone Bonaparte e le forze russo-prussiane della sesta coalizione sotto la guida di Gebhard Leberecht von Blücher.

Antefatti[modifica | modifica wikitesto]

La battaglia è stata combattuta a Brienne-le-Château, località in cui Napoleone studiò da giovane dal 1779 al 1784. Nei giorni precedenti la battaglia le truppe della coalizione avanzavano da tre direzioni differenti, l'idea dell'imperatore francese era quella di affrontarle e sconfiggerle una alla volta.

L'obbiettivo iniziale di Napoleone era quello di dividere le forze russo-prussiane, e per farlo poteva contare su un esercito maggiore di numero ma nettamente inferiore per esperienza visto che la maggior parte dei soldati era stata recentemente reclutata nei campi ed era priva di esperienza militare.

Battaglia[modifica | modifica wikitesto]

Napoleone cominciò lo scontro organizzando un attacco sul fianco. La cavalleria del maresciallo Grouchy e l'artiglieria tennero occupati i prussiani mentre i marescialli Ney e Victor cooccupavano e consolidavano le loro posizioni sulla città di Brienne e il suo castello. La battaglia terminò quando Blücher diede ordine della ritirata per riorganizzarsi, dopo aver perso circa 4.000 uomini.

Durante la battaglia il generale Gaspard Gourgaud salvò la vita all'imperatore, uccidendo con un colpo di pistola un cosacco che si era lanciato contro di esso.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]