Ardeidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – "Airone" rimanda qui. Se stai cercando altri significati, vedi Airone (disambigua).
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ardeidi
Egretta thula1.jpg
Egretta thula
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Leach, 1820
Generi

Gli Ardeidi (Ardeidae Leach, 1820) sono una famiglia di uccelli dell'ordine dei Pelecaniformes[1] a cui appartengono, ad esempio, gli aironi. Vivono nelle acque di laghi e fiumi, nei pressi della sponda, dove l'acqua non è ancora molto profonda.

Il nome deriva dalla cittadina di Ardea da cui narra Virgilio, si levò in volo un airone dopo che Enea ridusse la città in cenere.[senza fonte]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Sono uccelli trampolieri dall'aspetto slanciato, con gambe e collo lungo, coda corta e becco robusto.[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Gli aironi si possono trovare principalmente nelle regioni tropicali e subtropicali. Sono comunque presenti in tutti i continenti, eccetto l'Antartide.[2]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Le varie specie di airone utilizzano risorse alimentari e zone di caccia differenti tra loro. Gli ambienti frequentati dalle varie specie sono: le risaie (tutte le specie), paludi e canneti (es. airone rosso), fiumi (es. airone cenerino), canali (es. nitticora).

Gli aironi sono animali strettamente carnivori. Il tipo di preda dipende dall'ambiente in cui vive o va a caccia la specie, per cui la dieta varia da una specie all'altra. Le prede più cacciate sono:

Tecniche di caccia[modifica | modifica wikitesto]

Airone a caccia

Gli aironi utilizzano varie posizioni e movimenti durante la loro caccia che dipendono sia dalle dimensioni degli aironi che dalla situazione ambientale (presenza di altri aironi, tempo atmosferico, profondità dell'acqua). La specializzazione in determinate tecniche delle diverse specie è dovuta alla differente altezza e lunghezza di arti e collo che determinano la profondità a cui si può cacciare e il tipo di prese che si possono catturare. Le tecniche si dividono in "posture" e "movimenti".

Posture:

  • Posizione di attesa: gambe piegate con corpo parallelo al suolo o al posatoio e testa in posizione avanzata.
  • Postura eretta: dritto con il corpo e il collo che formano un angolo acuto con il suolo in modo da scrutare meglio la zona.
  • Postura dritta: dritto con corpo e collo a 90° rispetto al suolo e becco orizzontale o verso l'alto
  • Posizione testa a lato: per favorire la visione monoculare
  • Postura di sguardo verso il basso: per guardare nell'acqua

Movimenti:

  • Standing: caccia in appostamento; è la tecnica più utilizzata poiché rende l'airone "invisibile" alle prede e gli permette di colpire di sorpresa con un movimento rapido del becco. Viene usato sia in acqua che da una posizione sopraelevata.
  • Walking slowly: camminata lenta; questa tecnica, usata sia in acqua che sul terreno, non permette di cogliere di sorpresa la preda ignara ma dà la possibilità di ispezionare vaste aree in tempi brevi e controllare la presenza di potenziali prede. È una tecnica molto diffusa.
  • Walking quickly: camminata veloce; viene usata solo negli spostamenti o per inseguire una preda poiché disturba molto le potenziali prede.
  • Running: corsa; usata per inseguire le prede
  • Foot movements: movimento delle zampe; serve per stanare e rendere visibili le prede muovendo i piedi in acqua
  • Wing movements: movimento delle ali; allargando le ali l'airone cerca di fare ombra nell'area intorno per vedere meglio le prede
  • Aerial foraging: caccia in volo; usata per volare a basse velocità radente al pelo dell'acqua o al suolo per individuare e afferrare le prede.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

La famiglia Ardeidae comprende i seguenti generi e specie:[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae in IOC World Bird Names (ver 4.2), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  2. ^ a b Luana Leonini, Il mondo degli animali dalla A alla Z, LibrItalia, pag.9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli