Egretta gularis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Airone schistaceo
Western Reef Egret (Egretta gularis) W IMG 6898.jpg
Egretta gularis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Pelecaniformes
Famiglia Ardeidae
Genere Egretta
Specie E. gularis
Nomenclatura binomiale
Egretta gularis
(Bosc, 1792)
Sinonimi

Ardea gularis
Bosc, 1792

Sottospecie
  • E. g. gularis
  • E. g. schistacea

Areale Egretta gularis map.svg

L'airone schistaceo (Egretta gularis (Bosc, 1792)) è un uccello appartenente alla famiglia Ardeidae, diffuso in Africa, Asia ed occasionalmente in Europa e America Centrale.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esemplare bianco in volo sulle coste dello Yemen.

Grande 55–68 cm, con apertura alare di 88–112 cm[senza fonte], questo airone si presenta con due colorazioni del piumaggio: la varietà più diffusa ha un piumaggio di colore grigio-ardesia con la gola bianca, ma può presentarsi anche di colore uniformemente bianco[3]. La varietà interamente bianca somiglia molto alla garzetta, ma se ne differenzia per il becco più grande, e per la colorazione giallastra delle zampe.[4]

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutre prevalentemente di pesci, crostacei e molluschi e occasionalmente anche di grilli, larve di insetti e vermi.[5]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Questa specie ha un ampio areale che si estende dal Marocco e dall'Egitto sino a gran parte dell'Africa subsahariana (Burkina Faso, Camerun, Costa d'Avorio, Guinea, Gabon, Gambia, Ghana, Liberia, Mali, Mauritania, Nigeria, Senegal, Sierra Leone, Togo, Eritrea, Somalia, Djibouti, Sudan, Kenya, Tanzania), alla penisola arabica (Arabia Saudita, Kuwait, Oman, Qatar, Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Yemen) e al Medio oriente (Israele, Giordania, Iran, Iraq), spingendosi nel continente asiatico sino al Pakistan, all'India e allo Sri Lanka.[1]

Predilige le aree costiere rocciose o sabbiose, gli estuari dei fiumi, le lagune costiere e le mangrovie.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BirdLife International 2012, IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014, http://www.iucnredlist.org/details/106003709 .
  2. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Ardeidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 6 maggio 2014.
  3. ^ Dharmakumarsinhji, K.S., Some notes on the Indian Reef Heron in J. Bombay Nat. Hist. Soc., vol. 81, nº 1, 1984, pp. 188–189.
  4. ^ B.M. Parasharya e R.M. Naik, Changes in the soft part coloration of the Indian Reef Heron, Egretta gularis (Bosc) related to age and breeding status in J. Bombay Nat. Hist. Soc., vol. 84, nº 1, 1987, pp. 1–6.
  5. ^ Brown 1982

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Brown, L. H.; Urban, E. K.; Newman, K., The birds of Africa vol I, London, Academic Press, 1982.
  • Delany, S.; Scott, D., Waterbird population estimates, Wageningen, The Netherlands, Wetlands International, 2006.
  • del Hoyo, J.; Elliot, A.; Sargatal, J., Handbook of the Birds of the World, vol. 1: Ostrich to Ducks, Barcelona, Spain, Lynx Edicions, 1992.
  • Hancock, J.; Kushlan, J., The herons handbook, London, Croom Helm, 1984.
  • Kushlan, J. A.; Hancock, J. A., The herons, Oxford, U.K., Oxford University Press, 2005.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Egretta gularis in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.