Zayn

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Zayn Malik)
Zayn
Zayn nel 2014
Zayn nel 2014
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Pop rock[1]
Contemporary R&B[2]
Periodo di attività 2010 – in attività
Etichetta RCA
Album pubblicati 1
Studio 1
Gruppi e artisti correlati One Direction
Sito web

Zain Javaad Malik[3], noto semplicemente come Zayn (Bradford, 12 gennaio 1993), è un cantante britannico, famoso per la sua militanza nella boy band One Direction fino al 2015.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato da Yaser Malik (di origini anglo-pakistane) e da Trisha Brennan Malik (inglese convertita all'Islam prima del matrimonio), Zayn è cresciuto ad East Bowling, quartiere a sud del centro di Bradford. Ha frequentato la Lower Fields Primary School e la Tong High School, Zayn ha affermato di aver fatto fatica ad adattarsi a scuola perché era l'unico in classe ad avere origini miste.[4] Cita la urban come influenza musicale, con generi quali R&B e rap.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

One Direction (2010-2015)[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: One Direction.
Zayn in concerto a Sydney con i One Direction nel 2012

Nel 2010 Zayn si è presentato come cantante solista ai provini della settima edizione del talent show The X Factor, interpretando Let Me Love You di Mario. Inizialmente la sua audizione non fu trasmessa dalla TV britannica e andò in onda soltanto durante The Xtra Factor. Al Bootcamp venne scartato come solista ma Simon Cowell e Nicole Scherzinger lo unirono con Louis Tomlinson, Niall Horan, Harry Styles e Liam Payne per formare la boy band One Direction, arrivando così a partecipare al talent show, aggiudicandosi il terzo posto.

In seguito a The X Factor, il quintetto ha firmato un contratto di due milioni di sterline con la Syco, con la quale hanno pubblicato nel novembre 2011 l'album di debutto Up All Night. Anticipato dal singolo What Makes You Beautiful, l'album ha ottenuto un grande successo commerciale, raggiungendo la prima posizione della classifica britannica degli album e la quarta nella Billboard 200 statunitense. Anche i singoli successivi Gotta Be You e One Thing risultano dei grandi successi commerciali.

Nel 2012 è stata la volta del secondo album Take Me Home, uscito 12 novembre e promosso dai singoli Live While We're Young, Little Things e Kiss You. Il 22 luglio 2013 gli One Direction hanno pubblicato il videoclip del singolo Best Song Ever, volto ad anticipare il loro primo film One Direction: This Is Us nonché il terzo album in studio Midnight Memories.

Nel mese di novembre 2014 il gruppo ha pubblicato il quarto album Four,[5] promosso dai singoli Steal My Girl e Night Changes.[6][7]

Durante lo svolgimento dell'On the Road Again Tour, Zayn ha lasciato temporaneamente la formazione a causa di un forte stress che lo aveva colpito. Il 25 marzo 2015, attraverso un comunicato pubblicato sul social network Facebook, il cantante ha abbandonato in via definitiva gli One Direction affermando di voler vivere come un normale ventiduenne.[8]

Carriera solista[modifica | modifica wikitesto]

A dispetto di quanto dichiarato nella primavera 2015, il 29 luglio dello stesso anno Zayn ha annunciato di aver firmato un contratto discografico con la RCA.[9] Il 17 novembre 2015 Zayn ha rivelato di essere intenzionato a pubblicare il proprio album di debutto agli inizi del 2016, spiegando che presenterà una forte influenza R&B e rock.[10]

Il 24 gennaio 2016 Zayn ha annunciato il primo singolo da solista, intitolato Pillowtalk e uscito cinque giorni più tardi,[11] mentre al termine del mese lo stesso ha rivelato il titolo dell'album, Mind of Mine, aggiungendo che sarà costituito da 17-18 brani.[12]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Da solista[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio
Singoli

Con gli One Direction[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.allmusic.com/artist/zayn-malik-mn0002893678
  2. ^ http://www.allmusic.com/artist/zayn-malik-mn0002893678
  3. ^ (EN) Chris Martins, Zayn Malik Speaks Out in Revealing Billboard Cover Story: 'I'm Not Censoring Myself Anymore', Billboard, 7 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  4. ^ (EN) Zayn Malik's Two Arabic Chest Tattoos, PopStarTats. URL consultato il 30 gennaio 2016.
  5. ^ (EN) Kate Thomas, They're back! One Direction announce release of new album FOUR this November and give away free track Fireproof, Daily Mail, 8 settembre 2014. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  6. ^ (EN) 1D Announce New Single – Steal My Girl, One Direction, 15 settembre 2014. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  7. ^ Night Changes, iTunes. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  8. ^ Zayn Malik lascia gli One Direction, ANSA, 25 marzo 2015. URL consultato il 25 marzo 2015.
  9. ^ (EN) Zayn Malik signs solo record deal with RCA after quitting One Direction, BBC, 30 luglio 2015. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  10. ^ (EN) Duncan Cooper, Zayn Malik's Next Direction, The FADER, 17 novembre 2015. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  11. ^ (EN) Nick Romano, Zayn Malik announces release date for 'Pillowtalk' single, Entertainment Weekly, 24 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.
  12. ^ (EN) Amanda Michelle Steiner, Zayn Malik reveals debut album title, plus more highlights from his Beats 1 interview with Zane Lowe, Entertainment Weekly, 28 gennaio 2016. URL consultato il 31 gennaio 2016.