Mind of Mine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mind of Mine
ArtistaZayn
Tipo albumStudio
Pubblicazione25 marzo 2016
Durata45:20
Dischi1
Tracce14
GenereAlternative R&B[1]
Pop[2]
Contemporary R&B[3][4]
Soul[5]
EtichettaRCA
ProduttoreMalay, Levi Lennox, MYKL, Alan Sampson, XYZ
Registrazione2015
FormatiCD, download digitale
Certificazioni
Dischi d'oroPolonia Polonia[6]
(vendite: 10 000+)
Regno Unito Regno Unito[7]
(vendite: 100 000+)
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[8]
(vendite: 1 000 000+)
Zayn - cronologia
Album precedente
Album successivo
(2018)
Logo
Logo del disco Mind of Mine
Singoli
  1. Pillowtalk
    Pubblicato: 29 gennaio 2016
  2. Like I Would
    Pubblicato: 11 marzo 2016
  3. Wrong
    Pubblicato: 7 giugno 2016

Mind of Mine è il primo album in studio del cantante britannico Zayn, pubblicato il 25 marzo 2016 dalla RCA Records.

Si tratta del primo lavoro solista del cantante dopo aver abbandonato gli One Direction nel 2015.[9]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Mind of Mindd (Intro) – 0:57
  2. Pillowtalk – 3:23
  3. It's You – 3:46
  4. Befour – 3:29
  5. She – 3:09
  6. Drunk – 3:25
  7. Intermission: Flower – 1:44
  8. Rear View – 3:21
  9. Wrong (feat. Kehlani) – 3:32
  10. Fool for You – 3:22
  11. Borderz – 3:59
  12. Truth – 4:05
  13. Lucozade – 4:12
  14. Tio – 2:58
Tracce bonus nell'edizione deluxe
  1. Blue – 3:44
  2. Bright – 2:56
  3. Like I Would – 3:12
  4. She Don't Love Me – 4:15
Tracce bonus nell'edizione di Target
  1. Do Something Good – 3:51
  2. Golden – 3:15
Traccia bonus nell'edizione giapponese
  1. Pillowtalk (The Living Room Session) – 2:25

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2016) Posizione
massima
Australia[10] 1
Austria[10] 2
Belgio (Fiandre)[10] 8
Belgio (Vallonia)[10] 5
Canada[11] 1
Danimarca[10] 9
Finlandia[10] 3
Francia[10] 3
Germania[10] 9
Irlanda[12] 2
Italia[10] 2
Norvegia[10] 1
Nuova Zelanda[10] 1
Paesi Bassi[10] 3
Portogallo[10] 1
Regno Unito[13] 1
Repubblica Ceca[14] 16
Spagna[10] 2
Stati Uniti[15] 1
Svezia[10] 1
Svizzera[10] 5
Ungheria[16] 14

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (DE) Stephan Rehm, ZAYN - Mind Of Mine, Musikexpress, 25 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.
  2. ^ (EN) Sam Richards, Zayn - 'Mind Of Mine' Review, New Musical Express, 24 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2016).
  3. ^ (EN) Alicia Adejobi, Zayn Malik: Mind Of Mine album review – from One Direction to another, International Business Times, 25 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.
  4. ^ (EN) Mikael Wood, A year after quitting One Direction, Zayn Malik gets serious on the moody, textured 'Mind of Mine', Los Angeles Times, 23 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.
  5. ^ (EN) Alicia Adejobi, Zayn Malik solo: Why former One Direction star's bad boy image will help his career, International Business Times, 24 marzo 2016. URL consultato il 25 marzo 2016.
  6. ^ (PL) Złote płyty CD - Archiwum, Związek Producentów Audio-Video. URL consultato il 19 agosto 2016.
  7. ^ (EN) Zayn, Mind Of Mine, British Phonographic Industry. URL consultato il 6 novembre 2018.
  8. ^ (EN) Zayn, Mind of Mine – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 17 giugno 2019.
  9. ^ (EN) Erin Strecker, Zayn Malik Signs With RCA, Tweets Excitement, Billboard, 29 luglio 2015. URL consultato l'8 febbraio 2018.
  10. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (NL) Zayn - Mind Of Mine, Ultratop. URL consultato il 19 agosto 2016.
  11. ^ (EN) Zayn - Chart history (Billboard Canadian Albums), Billboard. URL consultato il 19 agosto 2016.
  12. ^ (EN) TOP 100 ARTIST ALBUM, WEEK ENDING 31 March 2016, GFK Chart-Track. URL consultato il 19 agosto 2016.
  13. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100, Official Charts Company. URL consultato il 19 agosto 2016.
  14. ^ (CS) Hitparáda - ALBUMS - TOP 100 Týden - 201613, International Federation of the Phonographic Industry. URL consultato il 19 agosto 2016.
  15. ^ (EN) Zayn - Chart history (Billboard 200), Billboard. URL consultato il 19 agosto 2016.
  16. ^ (HU) Top 40 album-, DVD- és válogatáslemez-lista, Hivatalos magyar slágerlisták. URL consultato il 19 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica