Morgan Spurlock

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Morgan Spurlock

Morgan Valentine Spurlock (Parkersburg, 7 novembre 1970) è un regista, sceneggiatore e produttore televisivo statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

È conosciuto soprattutto per il documentario del 2004 Super Size Me, nel quale dimostra gli effetti negativi sulla salute derivanti dal sistematico consumo di pasti presso ristoranti della catena multinazionale McDonald's, mangiando per 30 giorni 3 pasti al giorno presso questi fast food.

Spurlock è anche produttore esecutivo e protagonista del reality show statunitense 30 Days, ispirato proprio dall'esperimento a cui si è sottoposto. Spurlock si è laureato con un Bachelor of Fine Arts in cinema alla scuola Tisch School of the Arts della New York University nel 1993. Durante le riprese di Super Size Me il regista ha messo in gioco la propria salute: il suo fisico ha retto a malapena lo sforzo alimentare di una dieta a base di prodotti del McDonald's.

Il secondo documentario di Spurlock, Che fine ha fatto Osama Bin Laden? (2008), segue la gestazione del suo primogenito mentre egli è impegnato nella ricerca del nascondiglio di Osama Bin Laden in diversi paesi mediorientali. Il quarto documentario di Spurlock si chiama Come ti vendo un film (2011) e parla di come le grandi compagnie mettono nei film i loro spot pubblicitari. Dopo il suo film-documentario è This Is Us, un documentario che racconta la storia della boy band anglo-irlandese One Direction. Nel 2017 gira un altro film sulla grande industria alimentare, Super Size Me 2: Holy Chicken!, dove vuole fare capire al suo pubblico in che modo l’industria del pollo, o Big Chicken (catene come Tyson, Perdue, Pilgrim’s, Koch Foods), ci prenda in giro facendoci credere di mangiare “naturale”, e come questo settore multimiliardario stia distruggendo le vite degli allevatori.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Versioni originali[modifica | modifica wikitesto]

  • Morgan Spurlock, Don't Eat This Book: Fast Food and the Supersizing of America, New York, Putnam's Sons, 2005, ISBN 0-399-15260-1.
  • Morgan Spurlock, Where in the World Is Osama Bin Laden?, New York, Random House, 2008, ISBN 0-7393-6989-X.

Versioni italiane[modifica | modifica wikitesto]

  • Morgan Spurlock, Non mangiate questo libro, traduzione di Grechi A., Spila A., Fandango Libri, 2005, ISBN 88-87517-81-9.
  • Morgan Spurlock, Che fine ha fatto Osama bin Laden?, traduzione di Buzza F., Fandango Libri, 2008, ISBN 88-6044-108-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN72505094 · ISNI (EN0000 0001 1447 7190 · LCCN (ENno2004105275 · GND (DE130630985 · BNF (FRcb146139396 (data) · NDL (ENJA01002108 · WorldCat Identities (ENno2004-105275