Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Yukari Kinga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Yukari Kinga
Yukari Kinga in 2011.JPG
Nazionalità Giappone Giappone
Altezza 161 cm
Peso 52 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore
Centrocampista
Squadra Melbourne City
Carriera
Squadre di club1
2003-2010NTV Beleza146 (30)
2010-2013INAC Kobe42 (3)
2014Arsenal12 (0)
2015-2016INAC Kobe16 (1)
2016-2017Canberra Utd13 (3)
2017non conosciuta Hangzhou? (?)
2017-Melbourne City13 (2)
Nazionale
2002Giappone Giappone U-19
2005-Giappone Giappone94 (5)
Palmarès
Coppa mondiale.svg Mondiali di calcio
Oro Germania 2011
Argento Canada 2015
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate all'11 febbraio 2018 (club)
4 giugno 2015 (nazionale)

Yukari Kinga (近賀 ゆかり Kinga Yukari?; Yokohama, 2 maggio 1984) è una calciatrice giapponese, difensore del Melbourne City.

Nella sua ultradecennale carriera si è laureata campionessa del Giappone e vinto la coppa di lega per otto volte con due diverse squadre, l'NTV Beleza e l'INAC Kobe prima di iniziare una carriera all'estero che l'ha portata a vincere la FA Women's Cup nella stagione 2013-2014 con l'Arsenal.

Con la nazionale giapponese ha conquistato un primo e un secondo posto ai mondiali di Germania 2011 e Canada 2015, e ha inoltre rappresentato il Giappone ai giochi olimpici estivi di Pechino 2008, raggiungendo i quarti di finale, e Londra 2012, sconfitta in finale dagli Stati Uniti.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Nel gennaio 2014 la dirigenza dell'INAC ha annunciato che Kinga aveva avviato delle trattative per trasferirsi in Europa, all'Arsenal[1], contratto siglato il mese successivo.[2] All'Arsenal Kinga contribuisce a far raggiungere la finale della FA Women's Cup 2014, conquistata battendo l'Everton 2-0.[3]

Considerata conclusa la sua prima esperienza estera, nel gennaio 2015 decise di ritornare in Giappone siglando un contratto nuovamente con l'INAC Kobe.[4]

Nel 2016 decide nuovamente di giocare in un campionato estero, vestendo la maglia del Canberra Utd nella W-League australiana.[5]

Dopo una parentesi nel campionato cinese, dove nel 2017 gioca per la rappresentativa di calcio femminile dello Hangzhou, nell'ottobre 2017, Kinga torna in Australia, questa volta con le campionesse del Melbourne City per difendere il titolo nella stagione 2017-2018 di W-League.[6]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Yukari Kinga inizia ad essere convocata dalla Federazione calcistica del Giappone (Japan Football Association (日本サッカー協会 Nihon Sakkā Kyōkai?) - JFA) dal 2002, inserita in rosa con la formazione Under-19.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

NTV Beleza: 2005, 2006, 2007, 2008
INAC Kobe: 2010, 2011, 2012, 2013
NTV Beleza: 2004, 2005, 2007, 2008, 2009
INAC Kobe: 2011, 2012, 2013
NTV Beleza: 2007, 2010
INAC Kobe: 2012
Arsenal: 2013-2014

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • Nadeshiko League Division 1 Best 11: 6
2007, 2008, 2009, 2010, 2011, 2012
  • Migliore giovane calciatrice della lega: 1
2003
  • Nadeshiko League Division 1: MVP
2007

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Nadeshiko Japan’s Kawasumi to play for U.S. team, su The Japan Times, 29 gennaio 2014. URL consultato il 29 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) Club signs Yukari Kinga and Shinobu Ohno, su arsenal.com, 15 febbraio 2014. URL consultato il 6 luglio 2015.
  3. ^ (EN) Women's FA Cup final: Arsenal beat Everton to retain trophy, su BBC.com.
  4. ^ (EN) Kinga and Ohno return to INAC Kobe, shekicks.net, 8 gennaio 2015. URL consultato l'8 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale l'8 gennaio 2015).
  5. ^ (EN) Chris Dutton, Canberra United Japan soccer great Yukari Kinga to boost W-League title hopes, su The Canberra Times, 5 ottobre 2016.
  6. ^ (EN) David Davutovic, Melbourne City caps off W-League signing spree with international duo Alanna Kennedy and Yukari Kinga, su Herald Sun, 25 ottobre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]