W-League (Australia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
W-League
Altri nomi Westfield W-League
Sport Football pictogram.svg Calcio
Tipo Club
Paese Australia Australia
Organizzatore FFA
Titolo Campione d'Australia
Apertura ottobre
Chiusura gennaio
Partecipanti 9 squadre
Sito Internet http://www.w-league.com.au/
Storia
Fondazione 2008
Detentore Melbourne City
Record vittorie Brisbane Roar (2)
Canberra Utd (2)
Melbourne City (2)
Sydney FC (2)
Edizione in corso W-League 2016-2017

La W-League, nota come Westfield W-League per ragioni di sponsorizzazione, è la massima serie del campionato australiano di calcio femminile ed è posto sotto l'egida della Federazione calcistica dell'Australia (FFA). La prima stagione fu organizzata nel 2008-2009 e per la stagione 2015-2016 hanno partecipato 9 squadre. La W-League ha cadenza annuale, inizia ad ottobre e termina a gennaio. Tutte le squadre partecipanti alla W-League, eccetto il Canberra United, sono associate a squadre partecipanti alla A-League.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo che nel 2004 fu chiusa la Women's National Soccer League, il calcio femminile australiano mancava di un campionato di alto livello. Nel 2007 Tom Sermanni, allora allenatore della nazionale australiana di calcio femminile, che aveva appena conquistato i quarti di finale del campionato mondiale 2007, dichiarò che era molto importante per lo sviluppo dell'intero movimento avere un campionato di calcio nazionale[1]. L'anno dopo, la Federazione calcistica dell'Australia (FFA) creò la W-League[2]. Il campionato era inizialmente composto di otto squadre: Adelaide United, Queensland Roar, Canberra United, Central Coast Mariners, Melbourne Victory, Newcastle Jets, Perth Glory e Sydney FC. Sette delle otto squadre erano associate a una squadra della A-League, eccetto il Canberra United. Il primo campionato iniziò ad ottobre 2008 e fu vinto dal Queensland Roar[3]. Nel 2009 il Queensland Roar cambiò denominazione in Brisbane Roar. Nel 2010 il Central Coast Mariners fu costretto a ritirarsi dal campionato per mancanza delle risorse finanziarie necessarie per affrontare il campionato, così che la W-League vide ridursi il numero di squadre a sette[4]. Nel 2012 il campionato tornò ad essere composto da otto squadre, grazie all'ingresso del Western Sydney Wanderers. Un'ulteriore espansione ci fu nel 2015, quando il campionato fu allargato a nove squadre con l'arrivo del Melbourne City[5]. Nella stagione 2015-2016, la prima in W-League, il Melbourne City vinse prime tutte e dodici le partite della prima fase e poi andò a conquistare il titolo nella finale contro il Sydney FC[6].

Formato[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato si compone di due fasi[7]. Nella prima fase ognuna delle nove squadre disputa 12 incontri, affrontando le altre squadre almeno una volta[7]. Il sistema di assegnazione del punteggio prevede 3 punti per la squadra vincitrice dell'incontro, 1 punto a testa in caso di pareggio e nessun punto per la squadra sconfitta. Al termine della prima fase le prime sei classificate accedono alla seconda fase per l'assegnazione del titolo: la prima classificata affronta la quarta e la seconda affronta la terza[7]. Le vincenti si affrontano nella finale per l'attribuzione del titolo di campione[7]. Non sono previste retrocessioni.

Le squadre[modifica | modifica wikitesto]

Organico attuale[modifica | modifica wikitesto]

Squadre precedenti[modifica | modifica wikitesto]

Albo d'oro[modifica | modifica wikitesto]

[3]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Titoli per squadra[modifica | modifica wikitesto]

[3]

Squadra Titoli Anni
Brisbane Roar
2
2008-2009[8], 2012-2013
Canberra Utd
2
2011-2012, 2013-2014
Melbourne City
2
2015-2016, 2016-2017
Sydney FC
2
2009, 2010-2011
Perth Glory
1
2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Grainey: A closer look at the Westfield W-League, su equalizersoccer.com, 26 novembre 2013. URL consultato il 21 luglio 2016.
  2. ^ (EN) Women in a league of their own, su w-league.com.au, 28 luglio 2008. URL consultato il 21 luglio 2016.
  3. ^ a b c (EN) Albo d'oro W-League, su rsssf.com, 1º ottobre 2015. URL consultato il 1 luglio 2016.
  4. ^ (EN) Statement regarding Westfield W-League, su ccmariners.com.au, 29 luglio 2010. URL consultato il 21 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 28 febbraio 2011).
  5. ^ (EN) Melbourne City FC to field a W-League side next season, su theguardian.com, 13 maggio 2015. URL consultato il 21 luglio 2016.
  6. ^ (EN) Melbourne City crown perfect season with W-League grand final win over Sydney FC, su theage.com.au, 31 gennaio 2016. URL consultato il 21 luglio 2016.
  7. ^ a b c d (EN) Formato W-League, su w-league.com.au. URL consultato il 21 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 27 agosto 2016).
  8. ^ Come Queensland Roar.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]