San Giacomo delle Segnate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
San Giacomo delle Segnate
comune
San Giacomo delle Segnate – Stemma San Giacomo delle Segnate – Bandiera
San Giacomo delle Segnate – Veduta
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Mantova-Stemma.png Mantova
Amministrazione
SindacoGiuseppe Brandani (lista civica) dal 26-5-2014
Territorio
Coordinate44°58′17.11″N 11°02′01.18″E / 44.97142°N 11.03366°E44.97142; 11.03366 (San Giacomo delle Segnate)
Altitudine16 m s.l.m.
Superficie15,98 km²
Abitanti1 482[2] (31-3-2021)
Densità92,74 ab./km²
FrazioniMalcantone[1]
Comuni confinantiConcordia sulla Secchia (MO), Quistello, San Giovanni del Dosso
Altre informazioni
Cod. postale46020
Prefisso0376
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT020056
Cod. catastaleH870
TargaMN
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[3]
Cl. climaticazona E, 2 393 GG[4]
Nome abitantisangiacomesi
Patronosan Giacomo il Maggiore
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
San Giacomo delle Segnate
San Giacomo delle Segnate
San Giacomo delle Segnate – Mappa
Posizione del comune di San Giacomo delle Segnate nella provincia di Mantova
Sito istituzionale

San Giacomo delle Segnate (San Iàcum dli Sgnàdi in dialetto basso mantovano[5][6]) è un comune italiano di 1 482 abitanti[2] della provincia di Mantova in Lombardia. Fu istituito nel 1922 in seguito a scorporo di una porzione del territorio comunale di Quistello. Dal febbraio 2014, con i comuni di Pieve di Coriano, Quingentole, Revere, San Giovanni del Dosso, Schivenoglia e Villa Poma, fa parte dell'Unione dei comuni Isola Mantovana.

Origini del nome[modifica | modifica wikitesto]

Il nome di San Giacomo delle Segnate deriva forse dall'uso dei Longobardi di segnare gli alberi del territorio.[7]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Parte del territorio comunale fu ricompreso nei legati con cui Tebaldo di Canossa fondò l'abbazia di San Benedetto in Polirone, mentre la corte della Signada passò dal comitatus di Reggio e dal feudo canosdiano di Bondeno di Roncore sotto la giurisdizione della medesima abbazia e del castello di Quistello verso la metà del XIII secolo.[8]

Nel 1494 Lucrezia Pico della Mirandola si stabilì nella corte delle Segnate insieme al marito Gherardo Felice Appiano d'Aragona, conte di Montagnano, Casacalenda e Limosano.

Fino al 1707 le Segnate furono poi dominio dei Gonzaga.

A seguito della terza guerra d'indipendenza italiana e al plebiscito di Venezia, delle province venete e di quella di Mantova, nel 1866 San Giacomo delle Segnate entrò a far parte del Regno d'Italia, divenendo frazione del Comune di Quistello. Emanata la legge del 10 agosto 1922, nel 1924 venne istituito il Comune di San Giacomo delle Segnate, con una popolaziond di 3162 abitanti, di cui 907 nel capoluogo e 2255 nei dintorni rurali.[8]

Intervento di consolidamento sulla chiesa parrocchiale, duramente colpita dalle scosse di terremoto del 29 maggio 2012

San Giacomo delle Segnate è stato colpito dai terremoti dell'Emilia del 2012, con conseguenze pesanti sia a seguito del sisma del 20 maggio sia a seguito delle scosse del 29 maggio.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

  • Villa Arrigona. Nel comune di San Giacomo delle Segnate, a circa un chilometro dall'abitato, sulla strada per Poggio Rusco, realizzata tra il 1613 e il 1622. Nel contesto delle ville del contado mantovano l'Arrigona riveste rilevante importanza artistica e storica. Le rilevanti dimensioni del complesso architettonico, che comprende la seicentesca villa con i corpi di fabbrica, l'oratorio tardo barocco, il parco, il terreno coltivato, rendono ancora oggi l'idea della ricchezza e del fasto della nobile famiglia committente, gli Arrigoni. Il progetto della costruzione della villa, realizzata tra il 1613 e il 1622, è da ascrivere all'architetto Antonio Maria Viani, già prefetto delle fabbriche ducali gonzaghesche. Storicamente la tipologia strutturale della villa si differenzia sia dal palazzo di città sia dalla corte rurale. La villa si configura come una dimora signorile di campagna, abitata di norma stagionalmente, con i suoi fabbricati annessi e con il giardino o il parco.

A San Giacomo si trova anche la "Ca' di Pom", casa del pittore Vanni Viviani e due chiese, la parrocchiale in centro al paese e quella situata nella frazione di Malcantone.

chiesetta nella frazione di Malcantone

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[9]

Cultura[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di San Giacomo delle Segnate - Statuto.
  2. ^ a b Dato Istat - Popolazione residente al 31 marzo 2021 (dato provvisorio).
  3. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  4. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  5. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani., Milano, Garzanti, 1996, p. 575, ISBN 88-11-30500-4.
  6. ^ Pierino Pelati, Acque, terre e borghi del territorio mantovano. Saggio di toponomastica, Asola, 1996.
  7. ^ Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985.
  8. ^ a b La Storia, su Comune di San Giacomo delle Segnate.
  9. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Renato Bonaglia, Mantova, paese che vai..., Mantova, 1985. ISBN non esistente.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN156292178 · LCCN (ENno2004101380 · GND (DE4730159-4
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia